Bersani: su alleanza con Monti il traffico lo dirigo io

1' di lettura

Il candidato Pd rivendica il diritto di decidere con chi si alleerà il centrosinistra. Scontro Monti-Berlusconi su una nuova Tangentopoli. Il premier: "Siamo di fronte a qualcosa di molto simile". Il Cavaliere: "Mai pronunciato quella parola"

L'inchiesta Finmeccanica, lo scandalo Monte dei Paschi, le indagini sugli ex governatori Fitto e Formigoni. Si torna a parlare di Tangentopoli. E su questo terreno che si consuma uno scontro durissimo tra Monti e Berlusconi e Bersani. "Purtroppo sì, siamo di fronte a qualcosa di molto simile a Tangentopoli, l'evidenza è molto simile, la speranza è minore. Nel 1992 si pensava che il fenomeno delle tangenti era alla fine, invece siamo qui di nuovo" ha detto il il presidente del Consiglio uscente e leader di Scelta Civica, Mario Monti, ad Agorà su Rai Tre. Berlusconi, dopo le dichiarazioni sull'affaire Finmeccanica, interviene per puntualizzare: "Non ho mai pronunciato la parola tangenti. Sono un reato e va evitato. E quando accade va punito", afferma ai micorfoni di Radio Anch'io prima di aggiungere di "escludere nel modo più assoluto" una nuova Tangentopoli. Smorza i toni anche Bersani, che prima esclude che i due fenomeni si possano raffrontare, poi attacca: "La destra ci ha consegnato una situazione che assomiglia ad una catastrofe economica, morale, etica". Ad intervenire sulla possibilità di una nuova Tangentopoli sono stati anche Casini ("Non so se se ne sia mai andata"), Maroni ("Tempi non casuali") e Di Pietro (E' cambiata solo la moneta").

Tutti gli aggiornamenti:

18.30 Confindustria ai partiti: "Basta scontri, serve un nuovo corso" -
Serve un 'nuovo corso' per risollevare il Paese dalla crisi. Confindustria cita Roosvelt e al termine del ciclo di incontri con i rappresentanti dei partiti in vista delle prossime elezioni, invoca "un new deal tra le forze positive del Paese, un concorso di intenti realistici e coraggiosi che rendano più autorevole e credibile la nostra voce anche in Europa". Gli industriali auspicano che dopo le elezioni "si abbandoni il tempo delle parole, degli annunci, dello scontro fine a se stesso e inizi il tempo dei fatti", e promettono che vigileranno e non consentiranno a "nessuno di condannare il Paese al declino".

18.00 Grillo: "Prendere treno, se no chissà cosa capita" -
"Siamo in emergenza, dobbiamo dare un segnale forte: mandarli a casa tutti". Beppe Grillo esordisce così in piazza Ottinetti, nel cuore di Ivrea (Torino), dove oggi pomeriggio ha fatto tappa lo tsunami tour. "Siamo in emergenza totale", aggiunge il comico genovese nella città di Adriano Olivetti. "Adesso passa questo treno - conclude - se non lo prendiamo non so cosa potrà succedere".

17.50 Napolitano: "Tangenti? Preoccupato vedere esito indagini" -
Tutto questo mi preoccupa ma non ne so nulla, aspettiamo l'esito delle indagini": così Giorgio Napolitano che rispondendo ai giornalisti sulla cosiddetta nuova tangentopoli, si è detto "preoccupato". La magistratura deve verificare se "dietro queste transazioni internazionali ci sia qualcosa sottoforma di riserva occulta o tangenti".

17.35 Napolitano: "Deploro chi dopo sostegno ora liquida Monti" -
"Ho un po' deplorato che dopo 13 mesi di sostegno al governo Monti qualche partito dia ora giudizi liquidatori sulle sue scelte". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, incontrando la stampa dopo l'incontro con il presidente degli Stati Uniti Obama.

17.25 Renzi: "In autostrada la corsia di sorpasso è a sinistra" -
Il centrodestra in sorpasso? Risponde con una battuta Matteo Renzi, sindaco di Firenze: "La corsia di sorpasso notoriamente in autostrada sta a sinistra", ha detto a Ponte nelle Alpi, nel bellunese, dove ha tenuto un comizio per il Pd. Renzi ha aggiunto di avere "il desiderio che ci sia un governo serio e non per i prossimi due anni, come dice qualcuno"; questo, ha spiegato, ci sarà "solo se il centrosinistra vince bene". L'alternativa, ha aggiunto "è fra un governo serio e un accordicchio".

17.10 Santanché: "In che suk è avvenuta offerta Colle a Monti?" -
"Monti presidente della Repubblica in cambio di un suo disimpegno alle politiche? Interessante. In quale palazzo ha avuto luogo il suk italico?". Lo chiede Daniela Santanche' (Pdl), commentando le parole del premier uscente.

16.22 Di Pietro: "Nuova tangentopoli? Responsabile Monti" -
"Rispetto a tutto quello che sta accadendo, registriamo l'assenza totale del governo Monti come se lui fosse al di fuori di questa responsabilità quando egli invece ha gravissime responsabilità politiche ed istituzionali anche per questo ritorno di Tangentopoli". Lo ha detto Antonio Di Pietro a Firenze nel corso di un incontro con la stampa nella campagna elettorale per Rivoluzione Civile.

16.17 Bersani: "Il Quirinale a Monti? C'è chi non lo escludeva" -
"Credo che non ci sia nessuno che possa offrire il Quirinale, certamente ci può essere chi non avrebbe escluso un'ipotesi del genere. E' andata in un altro modo". Così Pier Luigi Bersani ha commentato le parole di Mario Monti, che ha detto che gli sarebbe stato offerto il Quirinale per non candidarsi.

14.49 Giannino lancia l'ashtag #farepulizia -



13.05 Maroni: "Su condoni d'accordo con Ocse" -
Roberto Maroni si è detto "d'accordo" con l'Ocse, secondo cui l'Italia dovrebbe "evitare i condoni" e procedere, quando le condizioni lo permetteranno, ad un alleggerimento della pressione fiscale. "Io sono contro i condoni ed i colpi di spugna, che favoriscono chi non si comporta bene e puniscono chi paga le tasse", ha ribadito il segretario federale della Lega Nord, a margine di un convegno su indipendenza e macro-regione, a Milano.

13.11 Bersani: su allenaza con Monti io dirigo il traffico  -
Pier Luigi Bersani ha rivendicato, in quanto capo della coalizione e vincitore delle primarie, il diritto di decidere se il centrosinistra si alleerà con Mario Monti. "Se sarà necessario, se sarà opportuno, se sarà praticabile, ci penso io perché le primarie hanno deciso anche chi dirige il traffico...", ha ricordato il segretario del Pd a Repubblica tv. "La carta d'intenti che abbiamo fatto parla chiaro su questo punto", ha insistito, "il problema non lo vedo risolto in premessa. Discuteremo".

12.47 Berlusconi: "Monti non ha più credibilità" -
"Monti è quello che a Natale aveva annunciato che se qualcuno si fosse sognato di togliere l'Imu sarebbe stato costretto di metterla doppia dopo due anni. Ora dice che è pronto a ridurla. Beh, Monti non ha più credibilita'". Lo dice Silvio Berlusconi al tg di Studio aperto.

11.43 Ingroia: "Siamo in eterna Tangentopoli" -
"Il ceto politico condivide con la classe imprenditoriale la responsabilità di trovarsi dentro questa Tangentopoli eterna che non è una nuova Tangentopoli ma è solo peggiorata". Così il leader di Rivoluzione Civile, Antonio Ingroia, parla delle vicende giudiziarie che hanno colpito alcune imprese, imprenditori e politici italiani negli ultimi giorni. A margine di un incontro organizzato dalla Fiom a Milano, Ingroia ha spiegato che siamo davanti ad una "classe imprenditoriale che, come scritto dal giudice di Finmeccanica, usa la mazzetta come filosofia aziendale".

11.36 Albertini su Formigoni: "Quadro indiziario inquietante" -
"Il quadro indiziario che emerge dagli atti giudiziari sulla vicenda Formigoni è inquietante, ma per me sempre vale sempre il principio dell'innocenza fino a sentenza finale. Anche a Formigoni - come ho fatto a tutti quelli coinvolti in vicende giudiziarie - faccio i più sinceri auguri per dimostrare nei fatti la sua innocenza".

11.05 Vendola: "Da lui messaggio criminale" -
L'ex premier Silvio Berlusconi ha recitato un "copione tipico" mandando "un messaggio criminale". Ne è convinto il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola.

10.58 Vendola: Tra Monti e la Fiom scelgo la Fiom -
"Io sto con la Fiom". Così Nichi Vendola, leader di Sel, a margine di un incontro al Teatro Carcano di Milano, risponde a chi gli chiedeva se pensasse di poter far dialogare il premier Mario Monti con la Fiom.

10.55 Bersani: "Io l'alleanza l'ho fatta con Vendola" - "L'alleanza l'ho fatta con Vendola, muovendo 3 milioni di persone con un presidente di regione, europeista certamente uomo di sinistra, con Tabacci, Nencini. La foto di gruppo e' questa qua e sono sicuro reggerà più la nostra di coalizione delle altre se non altro perche' fatta in un bagno di popolo". Lo dice Bersani a Repubblica tv

10.25 Bersani: "Non credo si possa definire Tangentopoli" - "La storia non si ripete mai negli stessi termini, non credo tecnicamente si possa definire una tangentopoli simile a quella di quegli anni". Lo ha detto Pier Luigi Bersani a Repubblica tv. Tuttavia, si tratta di qualcosa che "segnala una distruzione di anticorpi" e, a proposito di Berlusconi, aggiunge: "Ci manca solo di giustificare".

09. 15 Monti attacca Grillo e il Pdl - Monti attacca il Pdl ("Se vincesse il centrodestra l'Italia tornerebbe a rischio come nel novembre 2011 e si fermerebbero le riforme in grado di far crescere il Paese"), ma anche Beppe Grillo: con lui, dice si è passato "dalla partitocrazia a una sorta di 'partitorazzia' in cui tutto ciò che riguarda i partiti è da abbattere". "Chi vuol cambiare le cose vota per i riformatori, chi vuol protestare voterà per Grillo", ha aggiunto.

09.21 Monti ringrazia Obama per gli apprezzamenti - Ma Monti commenta anche i complimenti ricevuti dal presidente Barack Obama ("L'Italia ha fatto grandi progressi con lui", avviando riforme ambiziose per rafforzare l'economia e la crisi dell'euro: sarà importante per il prossimo governo mantenere lo stesso slancio"). "Con Obama - dice Monti - abbiamo lavorato sempre bene, in stretto raccordo, nel rispetto dei reciproci ruoli e la Casa Bianca ha sempre apprezzato che in Italia si facessero due cose: tirare via l'Italia dai potenziali infiammatori dell'euro zona, per i riflessi negativi sugli Usa, e - seconda cosa - che l'Italia come altri Paesi facesse passi avanti per diventare un Paese più moderno nell'interesse degli italiani".

Leggi tutto