Meloni a SkyTG24: "Nel Pdl a volte mi sono vergognata"

1' di lettura

La co-fondatrice di Fratelli d'Italia intervistata a Il Sorpasso attacca il suo ex partito: "Hanno permesso a uno come Fiorito di autosospendersi anziché cacciarlo a calci". Critiche al premier: "L'agenda Monti è tutta sbagliata". L'intervista integrale

"A me è capitato nel Pdl di vergognarmi dei miei compagni di viaggio, di vergognarmi di quello che il partito faceva, della sua incapacità di capire che la crisi della politica è anche figlia di questa deriva oligarchica che i partiti hanno avuto. Vanno rimesse le scelte nelle mani degli italiani". Così Giorgia Meloni, co-fondatrice di Fratelli d'Italia, durante Il Sorpasso, il programma curato e condotto da Fabio Vitale su SkyTG24. Ma tra gli argomenti della puntata, oltre ai rapporti fra Pdl e Fratelli d'Italia, anche lo scandalo Mps e le elezioni regionali nel Lazio (l'intervista integrale).

"Con Berlusconi rapporto leale" - "Ho creduto nell'esperienza del Pdl, ma poi mi ha deluso", spiega Giorgia Meloni: "Quando ho perso troppe battaglie nel Pdl ho dovuto fare i conti con il fatto che quella che non era la mia casa". Con Berlusconi, chiarisce, "ho un rapporto leale". L'Imu? "Il Cavaliere ci ha rubato l'idea. Non sono d'accordo invece con il condono tombale: è un messaggio devastante". Critico il giudizio anche sul premier: "L'agenda Monti è tutta sbagliata. L'unica cosa su cui non tornerei indietro è la riforma delle pensioni".

"A volte mi sono vergognata del Pdl" - L'ex ministro conferma la sua stima nei confronti di Angelino Alfano che considera "un amico". Ma ammette qualche volta di essersi vergognata: "Non c'è bisogno di fare nomi, li conosciamo tutti quanti". "Mi sono vergognata di un partito che permetteva ad uno come Fiorito di autosospendersi anziché cacciarlo a calci immediatamente", ha detto la co-fondatrice di Fratelli d'Italia: "Mi sono vergognata di un certo imbarazzo con il quale ci si è approcciati di fronte ad alcune vicende di fronte alle quali bisognava banalmente chiedere ai diretti interessati spiegazioni e reagire di conseguenza", ha concluso.

"Fini ha fatto scelte incomprensibili" -
Duro il giudizio anche nei confronti del presidente della Camera: "Fini ha fatto delle scelte che per me sono incomprensibili. Per me è incomprensibile che una persona che viene dalla destra possa ritrovarsi a fare la stampella dei poteri forti".

Il primo impegno: difendere la casa -
Il nostro primo impegno sarà difendere la prima casa. Perché non sia né tassabile né pignorabile. Poi l'importanza dei figli: ci preoccupiamo di come abortire ma non di come mettere al mondo i figli".

Il rapporto con Crosetto -
"Con Crosetto c'è un rapporto straordinario. Il prossimo impegno - scherza la Meloni - sarà una campagna su Twitter 'adotta un Crosetto' per farlo smettere di fumare. Fuma tantissimo".

Leggi tutto