Scontro Berlusconi-Bersani sulla Germania

1' di lettura

Il leader Pdl: "L'austerità di Berlino porta recessione. Il rigore è possibile solo quando c'è crescita". Il segretario del Pd replica: "Basta a battute da due soldi" che mettono in difficoltà il Paese davanti all'Europa

Silvio Berlusconi non molla la presa su Monti e la Merkel. Pier Luigi Bersani dice basta a "battute da due soldi" che mettono in difficoltà il Paese davanti all'Europa. I toni della campagna elettorale si vanno facendo sempre più aspri, e a sinistra la competition tra Vendola e Ingroia trova nuovi spunti in una sorta di confronto a distanza a colpi di interviste, con Vendola che non chiude a Rivoluzione Civile ma confessa di "non aver capito cosa sia" e Ingroia che rinfaccia al leader Sel di usare il centrosinistra "come un taxi".

Berlusconi: "Austerità si può fare solo quando c'è crescita" - "Nel nostro programma - ha spiegato il Cavaliere - abbiamo messo il superamento di una politica di austerità che in Europa è stata imposta dalla Germania e ha portato alla crisi, con 50 milioni di europei disoccupati o sotto-occupati la politica di austerità si può applicare solo quando c'è uno sviluppo, altrimenti porta alla recessione".
Secondo Berlusconi poi, "la Germania e la Francia si opposero" alla proposta fatta alcuni anni fa di dare all'Unione europea "un presidente continuativo" nella persona di Tony Blair.

"Ho ottimi rapporti con i leader europei"
- "E' assolutemente una falsità quella della mia scarsa considerazione in Europa, mentre sarebbe alta la considerazione dell'attuale presidente  del Consiglio Monti - ha detto inoltre il Cavaliere - io vanto rapporti di amicizia con tanti leader europei. Ho degli ottimi rapporti anche con l'ex presidente degli Stati Uniti e ora con Obama"

"No al confronto tv a sei"
- Berlusconi è tornato anche sul tema del confronto tv, ins Seguito all'invito di SkyTG24: "Io sono disponibile a qualunque confronto ma con sei personaggi in cerca d'autore credo che non serva per il formarsi dell'opinione degli elettori. La cosa migliore è il confronto tra i due protagonisti che hanno chance di vittoria. Sei figurine, con tutte lo stesso spazio, non darebbero una bella immagine di quello che deve essere il futuro del Paese" (VIDEO).

"Monti a Berlino? Io avrei risolto con una telefonata"
- Il Cavaliere ha commentato poi anche la recente visita di Mario Monti a Berlino.  "Un po' di teatro c'è stato. Io potevo affrontare le questioni per telefono, poteva essere evitata una trasferta di questo tipo ma cose da discutere ce ne sono senz'altro" ha detto Berlusconi, invitando poi Monti a "impegnarsi fortemente" sul Bilancio Ue 2014-20, per evitare che "i nostri fondi per l'innovazione siano dimidiati".

Leggi tutto