Liste Pdl, Cosentino escluso

1' di lettura

L'ex sottosegretario "ha rinunciato. E' stata una esclusione dolorosa" sostiene invece Luigi Cesaro. Giallo sulle liste sparite. Il Pdl smentisce: "Le ha Nitto Palma". Anche Marco Milanese rinuncia. Vendola: "Puzza di camorra"

Il Pdl ha chiuso sul filo di lana le liste elettorali per le politiche del 24 e 25 febbraio. Alle ore 20 è infatti scaduto il termine ultimo per la presentazione. E, in serata, dopo una giornata di dichiarazioni e smentite sembra essersi risolto il caso Cosentino. L'ex sottosegretario all'economia ed ex coordinatore campano, accusato di aver avuto a che fare con i Casalesi, sarebbe stato costretto a fare un passo indietro, sostengono alcuni. "Ha rinunciato" affermano invece i fedelissimi come Luigi Cesaro, il parlamentare uscente e ricandidato del Pdl già presidente della Provincia di Napoli. Domenica 20 gennaio Silvio Berlusconi aveva detto in un'intervista a SkyTG24 che la situazione di Cosentino era ancora "sub iudice".
Resterebbero fuori dalle liste del Pdl anche Alfonso Papa, Marco Milanese e Mario Landolfi. Oltre a quella di Cesaro, è stata confermata anche la candidatura di Domenico Scilipoti. Tra le new entry spunta invece il nome dell'ex direttore del Tg1, Augusto Minzolini, che a SkyTG24 ha confermato la candidatura.
Intanto nel pomeriggio di lunedì un caso ha agitato la presentazione delle liste del Pdl. Alcune agenzie di stampa hanno riportato la notizia della scomparsa dei fogli con i nomi dei candidati alla Camera e al Senato. Alcuni fonti hanno avanzato l'ipotesi che a far sparire le liste fosse stato Nicola Cosentino, risentito per l'esclusione. Ma il Pdl ha smentito con una nota questa ricostruzione affermando che le liste sono nelle mani del commissario campano Nitto Palma.

Tutti gli aggiornamenti:

20.55 Fitto capolista in Puglia -
Raffaele Fitto è capolista alla Camera per il Pdl in Puglia. Dietro di lui corrono per un seggio sicuro Antonio Leone, Antonio Distaso, Francesco Paolo Sisto, Benedetto Francesco Fucci, Elvira Savino e Rocco Palese (al settimo posto).

20.48 Giallo a Corted'Appello su liste estere - 'Giallo' alla Corte di appello di Roma sulla presentazione delle liste per le circoscrizioni estere di Camera e Senato. Alle ore 19, un'ora prima del termine perentorio delle ore 20, la Corte di appello ha distribuito ai giornalisti un foglio su carta intestata che escludeva la lista Pdl per la circoscrizione Sudamerica Camera e per le circoscrizioni Nordamerica Senato e Asia-Africa-Oceania Senato. Lo stesso foglio escludeva anche la lista del Pd per il Sudamerica Senato. La 'lista Monti' non compariva né per Asia-Africa-Oceania Camera, né per Europa Senato.

20.23 Nitto Palma: "Decisione su Cosentino fatta dal partito" - "Stamattina si è riunito, in  una composizione molto ristretta, il vertice del partito che ha  assunto la decisione di non candidare l'onorevole Cosentino". Così il commissario regionale del Pdl Campania Francesco Nitto Palma, all'uscita della sede della Corte d'Appello di Napoli dove ha  proceduto a consegnare le liste del partito per le circoscrizioni  Campania 1 alla Camera e per il Senato.

20.13 Caldoro: "Sì a passo indietro, ma Cosentino non è un mostro" - "Un passo indietro era inevitabile, ma questo non può rappresentare una condanna per Cosentino, che non è il mostro che in questi giorni viene descritto". Cosi' sul suo blog il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, che nei giorni scorsi aveva posto con forza il problema dell'opportunità politica della candidatura dell'ex sottosegretario.

20.03 Alfano: scelta giusta non candidare Cosentino - "Noi abbiamo scelto di non ricandidare Nicola Cosentino e crediamo di avere fatto la scelta giusta. Una scelta fondata sulla inopportunità da noi considerata grave di una sua ricandidatura. Questo non significa che abbiamo abbandonato la nostra fede nel principio di non colpevolezza fino a giudizio definitivo o la nostra idea che lui sia innocente". Lo afferma al Tg1 il segretario del Pdl, Angelino Alfano che poi torna ad assicurare che non vi è stato alcun 'furto' delle liste campane del partito: "Le liste del Pdl sono regolarmente presso gli uffici giudiziari competenti per il deposito delle liste. Sono nelle mani del nostro senatore Nitto Palma, che era delegato, fin dal primo pomeriggio".

19.50 Gasparri: "Candidatura Minzolini? Ottima" - La candidatura di Augusto Minzolini  nelle file del Pdl? "Ottimo". Così il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, uscendo dalla sede di via dell'Umiltà. "Tra pochi minuti - aggiunge l'esponente pidiellino prima di infilarsi in macchina inseguito dai giornalisti - avremo le liste".

19.46 Cesaro: "Le forme le aveva Nitto Palma" - Cesaro interviene sul caos delle firme: "Le firme ce le aveva in custodia Nitto Palma, che era irreperibile: per tre-quattro ore siamo stati in ansia e poi abbiamo iniziato a riprendere le firme". Per la Camera, circoscrizione Campania 1, Gianfranco Rotondi sarà capolista seguito proprio da Cesaro.

19.40 Domani conferenza stampa di Cosentino - Cosentino terrà una conferenza stampa domani alle 12, nell'hotel Excelsior di Napoli. Lo rende noto l'ufficio stampa del Pdl campano.

19.39Cosentino ha rinunciato, esclusione dolorosa -
"Cosentino ha rinunciato. E' stata una esclusione dolorosa". Lo dice il parlamentare uscente e ricandidato del Pdl, Luigi Cesaro, già presidente della Provincia di Napoli, giunto nella sede della Corte d'Appello dove si presentano le liste.

18.49 Lombardia, Formigoni secondo dopo Berlusconi - Silvio Berlusconi capolista al Senato, seguito da Roberto Formigoni, Sandro Bondi e Paolo Bonaiuti. Questa la testa di lista del Pdl per il Senato in Lombardia. Alla Camera i tre capilista nelle circoscrizioni della Lombardia sono Maurizio Lupi, Mariastella Gelmini e Daniela Santanchè.

18.35 Ansa: deputati Pdl in hotel per firmare candidature -
Numerosi esponenti del Pdl si sono radunati all'Hotel Terminus di Napoli dove stanno firmando nuovamente la loro candidatura nelle liste elettorali in un clima di forte tensione. "Perché siamo qui? Perché dobbiamo firmare nuovamente le candidature e non sappiamo neanche perché", spiega Ciro Falanga candidato al Senato.

18.20 Razzi candidato in Abruzzo -
Il Pdl nazionale ha chiuso le liste anche per la regione Abruzzo in vista delle prossime politiche. Al Senato correranno nell'ordine: Silvio Berlusconi, Gaetano Quagliariello, Paola Pelino, Antonio Razzi, Federica Chiavaroli, Antonietta Passalacqua ed Elicio Romandini. Alla Camera dei deputati nell'ordine: Filippo Piccone, Paolo Tancredi, Fabrizio Di Stefano, Massimo Verrecchia, Valeria Misticoni, Daniele D'Amario, Quintino Liris, Francesco Raglione, Andrea Parente, Luciana Di Marco, Manuela Fini, Denisso Cupaiolo, Massimo Pastore, Federico Di Lorenzo.

17.51 Senato, Berlusconi capolista dappertutto -
Silvio Berlusconi sarà capolista al Senato in tutte le Regioni. Lo rende noto un comunicato di via dell'Umiltà.

17.49 Nitto Palma consegne le liste -
Francesco Nitto Palma ha varcato poco dopo le 17.30 il portone della Corte d'Appello di Napoli per consegnare le liste del Pdl alle prossime politiche.

17.45 Alfano capolista alla Camera in 4 regioni -
"Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, sara' candidato capolista alla Camera in quattro circoscrizioni: Sicilia 1, Lazio 1, Piemonte 1 e Piemonte 2". E' quanto si legge una nota dell'ufficio stampa del partito.

17.35 Scilipoti: “Io candidato nel Pdl” -
"Sarò candidato con il Pdl che si è impegnato sostenere i temi più importanti della battaglia politica, in favore dei cittadini, che da sempre abbiamo portato avanti come Mrn su argomenti come l'impignorabilità della prima casa, l'abolizione dell' Imu e il ritorno alla sovranità monetaria. E’ per questa convergenza programmatica che abbiamo deciso di non presentare una lista autonoma e di confluire all'interno del Popolo della Libertà".

17.15 Il Pdl: “Le liste sono nelle mani di Nitto Palma” -
"La notizia relativa a una presunta sparizione delle liste elettorali della Campania è destituita di fondamento". E' una nota ufficiale del Pdl a chiarire che "tutta la documentazione è nelle mani del commissario regionale della Campania, senatore Francesco Nitto Palma, che sta provvedendo al deposito". "Operazioni di deposito dei documenti - rileva ancora la nota Pdl - che stanno avvenendo regolarmente in tutta Italia”.


17.05 Minzolini: “Io sono sempre stato garantista”
– L’ex direttore del Tg1 sarà candidato del Pdl in Liguria. A SkyTG24 dice (VIDEO): “Sono sempre stato garantista e bisogna tener conto che molto spesso si blocca il ruolo delle persone ma poi può capitare anche che quella persone venga assolta. Nei casi di condanna però questo non vale. Berlusconi? Non è condannato in via definitiva”.

16.50 Pdl, sparite liste candidature in Campania - Caos nel Pdl in Campania. Da fonti parlamentari si apprende che sarebbero sparite le liste con gli atti di accettazione delle candidature per il Senato e per la circoscrizione Campania 2 alla Camera. Secondo alcune indiscrezioni sarebbe stato lo stesso Cosentino a portarle via per protesta. Per poter consegnare le liste entro le 20 di questa sera si stanno nuovamente raccogliendo in fretta e furia le firme dei candidati.

16.47 Chiuse liste Pdl in Liguria, Minzolini numero 2 al Senato -
Manca solo l'ufficialità, sarebbero chiuse le liste del Pdl in Liguria. Silvio Berlusconi si presenta come capolista al Senato, dietro di lui ci sarebbe Augusto Minzolini. In terza posizione, il deputato uscente Roberto Cassinelli. Alla Camera, invece, correrebbe come capolista Sandro Biasotti,  seguito da Giorgio Lainati, Eugenio Minasso e Michele Scandroglio. Secondo gli ultimi calcoli elettorali fatti dai vertici locali,  'blindati' sarebbe un solo posto a Palazzo Madama, mentre a Montecitoio potrebbero essere sicuri 2 seggi.

16.40 Ansa: Cosentino non ricandidato -
Nicola Cosentino non sarebbe candidato al Parlamento nelle liste del Pdl. E' quanto apprende l'ANSA da fonti parlamentari.

15.52 Ingroia a Vendola
- "Caro @NichiVendola che sinistra è quella che governerà con @SenatoreMonti?". Il leader della lista Rivoluzione civile, Antonio Ingroia, risponde con questo tweet alle dichiarazioni di Nichi Vendola che, ospite di SkyTG24, ha parlato di un possibile compromesso con Monti sulle riforme istituzionali.

15.50 Lazio, Berlusconi capolista Pdl al Senato - Il Pdl candida Silvio Berlusconi al Senato. Lo conferma Maurizio Gasparri, che sta presentando le liste del Popolo della Libertà nel Lazio. Per la regione Lazio al Senato l'ordine prevede Berlusconi al numero 1 e lo stesso Gasparri al numero 2.

15.24 Pd deposita lista Senato Lombardia. Mucchetti capolista -
Pratica chiusa in Lombardia anche per il Pd sul fronte della presentazione delle liste elettorali. Il partito, che aveva già depositato gli elenchi dei candidati per la Camera (capolista Pier Luigi Bersani, Giampaolo Galli e Barbara Pollastrini), è tornato  in via Pace per depositare la lista per il Senato che si era fermata per alcuni problemi di certificazioni mancanti per un paio di candidati. L'ordine presentato vede Massimo Mucchetti capolista, seguito da Franco Mirabelli ed Emilia De Biasi.

15.00 Lupi: Pdl applica criteri di incandidabilità del governo -
"Noi abbiamo applicato e applicheremo alla lettera il decreto legislativo del governo sulla incandidabilità". Lo ha detto l'esponente del Pdl Maurizio Lupi lasciando Palazzo Grazioli, dove è in corso la riunione del Pdl sulle liste elettorali di Camera e Senato. Lupi ha poi aggiunto che a breve saranno diffuse le note stampa con l'elenco dei candidati.

14.42 Vendola: "A destra puzza di camorra" -
"A sinistra vogliamo far sentire profumo di diritti sociali. A destra si sente ancora la puzza di camorra". A scriverlo, su Twitter, è il leader di Sel Nichi Vendola.

14.05 I sondaggi SkyTG24-Tecnè - Ecco le intenzioni di voto in base alle ultime rilevazioni (GUARDA LE SLIDE): Pd (30,8%) e Scelta Civica - Monti (9,8%) registrano un lieve calo. Resta invariato il Pdl (17,9%) mentre guadagnano consensi il M5S (14%) e Rivoluzione Civile (4,8%).

13.45 Minzolini: "Candidatura è occasione per dire ancora la mia"
- L'ex direttore del Tg1, Augusto Minzolini, ha così commentato la sua candidatura da parte del Pdl al Senato per le prossime elezioni politiche: "E' l'occasione per poter dire ancora la mia. Mi sono sentito emarginato e messo da parte". E ha aggiunto: "Per trent'anni ho seguito da cronista le campagne elettorali. Sarebbe stata la prima volta che non parlavo".

13.30 Pdl, lista Lazio: ci sarebbe anche Beatrice Lorenzin - Sarebbe pronta la lista Lazio 1 del Pdl per la Camera dei Deputati. A quanto si apprende, nell'elenco ci sarebbero, in ordine: Angelino Alfano, Fabrizio Cicchitto, la governatrice dimissionaria del Lazio Renata Polverini, Sestino Giacomoni, Beatrice Lorenzin (che ha perso la sfida con Francesco Storace per correre a presidente della Regione Lazio per il Pdl e che fino a questa notte veniva data tra gli 'esclusi'), Gianni Sammarco e Eugenia Roccella.

13.25 Marco Milanese rinuncia a candidatura
- Marco Milanese, in passato consulente dell'ex ministro Tremonti e deputato del Pdl, coinvolto in alcune inchieste giudiziarie, ha rinunciato a candidarsi alle prossime elezioni. "Preso atto delle polemiche pretestuose che la mia candidatura pone al partito - ha detto all'Ansa - ribadendo la necessità che venga sempre affermata per tutti la presunzione di non colpevolezza prima di una sentenza definitiva di condanna, pur considerando che nei miei confronti non ne è intervenuta neanche una di primo grado, comunico di aver ritirato sin da ieri la mia candidatura dalle liste del Pdl al fine di evitare ogni strumentalizzazione delle mie vicende giudiziarie".

13.09 Si dimette il coordinatore Pdl della Toscana -
Riccardo Migliori si è dimesso da coordinatore toscano vicario del Pdl con una lettera inviata al segretario Angelino Alfano. Lo annuncia lo stesso Migliori in una nota dopo la composizione delle liste, confermando tuttavia il suo impegno in campagna elettorale. "Il metodo di composizione della lista e l'oggettivo esautoramento del mio ruolo - si legge nella nota - mi porta a dovere esprimere un giudizio pubblico di non corresponsabilità politica sulle scelte fatte nella nostra Regione".

12.12 Sgarbi: "Berlusconi? Non poteva mica cacciarsi da solo" -
"Non c'e' dubbio che anche la candidatura di Berlusconi, con le condanne sul groppone, fosse inopportuna, ma non essendo il Pdl un partito a lui si perdona tutto. Lui non poteva cacciarsi da solo". Vittorio Sgarbi, intervistato da Radio Capital, affronta cosi' la questione indagati, spiegando che "Cosentino e' fuori dalle liste: Berlusconi lo ha deciso un mese fa, me lo ha detto personalmente".

12.00 Taormina con Fiamma tricolore - E' Carlo Taormina il capolista al Senato per la Campania con Fiamma tricolore, che ha consegnato per prima, nel secondo giorno disponibile per la presentazione delle liste in vista delle elezioni del 24 e 25 febbraio. Dopo l'avvocato penalista, c'è il nolano Giovanni Mauro. Alla Camera, nella circoscrizione Campania 1, Fiamma tricolore schiera in prima posizione Gennaro Di Paolo, seguito da Ciro Di Nunzio e Adriano la Femina. Finora sono 11 le liste presentate per Campania 1 e nove quelle per il Senato in corte d'Appello a Napoli.

11.41 Tabacci e Guida rassegnano le dimissioni da assessori -
Il vicesindaco di Milano, Maria Grazia Guida, e l'assessore al Bilancio, Bruno Tabacci, hanno deciso di rassegnare le dimissioni, "restituendo le deleghe al sindaco di Milano Giuliano Pisapia". Lo hanno spiegato nel corso di una conferenza stampa a Milano. Sia Tabacci che Guida sono candidati alle elezioni politiche nelle liste di Centro Democratico.

 

Leggi tutto