Vendola a SkyTG24: "Con Monti è possibile un compromesso"

1' di lettura

Il leader di Sel a “Il Sorpasso” apre a un dialogo con il Professore sulle riforme istituzionali, ma avverte: "Penso anch’io che l’alleanza con il centro sia fantascienza". Poi bacchetta il premier sulle famiglie gay. L'INTERVISTA INTEGRALE

"Con Monti si può costruire un compromesso importante su quello che sarà il carattere prevalente della prossima legislatura, cioè il carattere costituente". Nichi Vendola, leader di Sel, apre le porte al Professore (VIDEO), ma solo per le riforme istituzionali, come ribadisce lui stesso con un tweet.
Vendola sale a bordo dell’auto di SkyTG24, durante “Il Sorpasso”, il nuovo programma del canale all news condotto (anzi “guidato”) da Fabio Vitale (L'INTERVISTA INTEGRALE). Il nuovo format - inaugurato sabato 12 gennaio con Antonio Ingroia - ha infatti come studio televisivo un’automobile, a bordo della quale giornalista e ospite girano per la città di Roma affrontando in modo non convenzionale temi politici e non solo.

"Monti ha compiuto una scissione a destra" - “C’è stata una stagione lunga in cui Berlusconi è riuscito ad amalgamare tutte le anime della destra - ha detto Vendola -. Monti è l’uomo che la scissione l’ha compiuta. È l’espressione di una scissione interna al polo conservatore. È una scissione importante. Una destra europea, una destra democratica, è un avversario ideale”.
“Il berlusconismo ha peggiorato le condizioni di vita del paese. Ma l’Italia paga anche il prezzo delle politiche recessive fatte nell’anno di governo Monti, perché hanno impoverito questo paese. Ma se Monti fa autocritica e corregge alcune sue controriforme è un fatto positivo”.
Vendola però esclude un’alleanza con il centro: “Penso anch’io (come Casini, ndr) che sia fantascienza”.

“Ma sui gay il Professore è un conservatore” - Vendola è anche tornato a criticare il premier per avere sostenuto che la famiglia è solo quella formata da un uomo e una donna. "Monti ha detto che la famiglia è composta da un uomo e una donna perché è un conservatore". "Ci sono tanti tipi di famiglie. Le forme di convivenza tra le persone rappresentano nuclei di solidarietà che io chiamerei famiglia", ha spiegato, "la famiglia è un progetto d'amore di scambio e di solidarietà. La maternità, la paternità e la familiarità non sono codici del sangue ma del cuore. Nel programma del centrosinistra c'è il riconoscimento delle coppie di fatto, passo necessario per diventare europei". Quanto al Vaticano, "sogno una Chiesa capace di accogliere e capire piuttosto che di giudicare", ha sottolineato.

“Governo di centrosinistra sarà stabile” - Nichi Vendola ha poi assicurato di non avere pensato al proprio futuro. "In caso di vittoria del centrosinistra potrei fare il battitore libero, non escludo di chiudere anzitempo l'esperienza alla Regione Puglia". Ma assicura: "Se ci sarà un governo di centrosinistra avrà la straordinaria capacità di essere stabile", assicura. Il leader di Sinistra Ecologia e Libertà aggiunge che "sarà stabile perché camminerà nella direzione della giustizia sociale".

"Ingroia? Il suo non è un progetto politico” - “C'è una piccola parte dell'elettorato di sinistra che ha sentimenti di rifiuto della mediazione politica. Ingroia cerca di usare il suo volto e la sua storia per coprire quattro piccoli partiti molto litigiosi". Il leader Sel sottolinea: "Penso che non ci sia un progetto politico ma un raduno di umori".

“Giusto stimolare ricchezza da essere reinvestita”
- Nichi Vendola ha chiarito il senso della sua affermazione "i super ricchi devono andare al diavolo" che tante polemiche ha suscitato. "Io penso sia giusto stimolare la ricchezza che poi venga reinvestita nelle attività produttive. Io ce l'ho con quelli che prendono i soldi e ne fanno strumento di ricchezza parassitaria", ha spiegato.

Leggi tutto