Elezioni, Pietro Grasso si candida con il Pd

1' di lettura

Enrico Letta a SkyTG24 : "Primo segnale di impegno durissimo contro le mafie. Ne verranno altri". Il procuratore nazionale antimafia spiega la sua scelta  in una conferenza stampa con il segretario del partito Bersani

Il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso si candida con il Pd. La decisione sarà formalizzata nel corso di una conferenza stampa alla quale interverrà anche Pier Luigi Bersani alle 11.30 di giovedì 28 dicembre a Roma nella sede del partito. Una conferenza stampa confermata anche via Twitter dal segretario del partito. Per candidarsi alle elezioni politiche che si terranno il prossimo febbraio, il procuratore nazionale antimafia ha chiesto al Consiglio superiore della magistratura (Csm) un'aspettativa dalla magistratura.
Secondo l'agenzia Ansa Grasso avrebbe presentato anche dimissioni "irrevocabili" dall'ordinamento giudiziario. Il magistrao oltre alla richiesta di aspettativa elettorale, avrebbe presentato domanda di pensionamento anticipato a partire dalla fine di febbraio.
"Quello di Grasso è un primo segnale di impegno durissimo del Pd contro le mafie. Altri ne verranno" ha detto Enrico Letta a SkyTG24 (VIDEO).

La richiesta di Grasso sarà esaminata il 7 gennaio prima dalla IV commissione e poi dal plenum dell'organo di autogoverno della magistratura, che si riunirà per esaminare la sua domanda ed eventualmente quelle di altri magistrati che vogliono correre alle elezioni. Nessun dubbio sussiste sulla ratifica della richiesta, ha detto il portavoce, perché "concederla è un atto dovuto" da parte del Csm. La stessa cosa che aveva fatto il giudice Ingroia qualche giorno fa, anche se approdare a lidi diversi. L’annuncio della discesa in campo di Pietro Grasso arriva a poche ore dalle primarie dei parlamentari del Pd del 29 e 30 dicembre.

Leggi tutto