Berlusconi: "Ho fatto un incubo, Monti era ancora premier"

Silvio Berlusconi e Massimo Giletti
1' di lettura

Il Cavaliere commenta le parole del presidente del Consiglio dimissionario. Cita Fini (nel suo brutto sogno "era alle fogne") e Ingroia ("era ministro della Giustizia"). Poi litiga con Giletti e minaccia di lasciare lo studio. VIDEO e FOTO

Tensioni a L'Arena durante l'intervista di Silvio Berlusconi rilasciata a Massimo Giletti. Il fondatore del Pdl, interrotto e incalzato dalle domande, si arrabbia e minaccia andarsene dallo studio. Berlusconi, però, siparietto col conduttore a parte, risponde punto per punto a Monti. E lo fa a suo modo. Rilancia sull'abolizione dell'Imu, sostiene di essere il bersaglio della stampa e cita tutti, quasi tutti, i protagonisti dell'attualità politica.

Berlusconi: "Ho fatto un incubo. Monti era premier, Fini alle fogne" - "Questa notte ho avuto un incubo, mi sono svegliato gridando. Ho sognato un governo con ancora Monti  presidente del Consiglio e c'era: Ingroia alla Giustizia; Di Pietro alla Cultura; Fini aveva le fogne. Poi c'era quello del Sel, come si chiama? alla famiglia. E non le dico cosa faceva la Bindi". Così Silvio Berlusconi, ospite su Raiuno.

Nel primo Cdm taglieremo l'Imu -
"La casa per noi è sacra - aggiunge - Avevamo già abolito nel 2008 l'Ici sulle prime case. Nel corso del primo Cdm del nuovo governo taglieremo l'Imu e recupereremo sulle tasse su gioco, alcool e tabacco" annuncia. E, dopo l'intervento dell'editorialista del Corriere della Sera, Massimo Franco, afferma: "Contro di me c'è stata una congiura politico-mediatico-finanziaria" alla quale si è aggiunta "la diaspora di Fini, che portò dall'altra parte eletti sotto il simbolo del Pdl, con il mio nome come candidato premier, poi scoppiò il vero  e proprio imbroglio dello spread". E aggiunge che del "complotto mediatico" contro il governo del centrodestra fa parte il Corriere della sera. E non è mancato un 'appello' agli elettori che torneranno alle urne il 24 e 25 febbraio 2013.

Monti ha fatto troppi errori - Il presidente del Consiglio Mario  Monti "è umanamente gradevole, ma è un professore. Non è mai stato nella trincea del lavoro, non è mai stato protagonista dell'economia. Di errori questo governo tecnico ne ha fatti troppi" sostiene.  "Mi spiace che gli sfugga la linearità dei miei comportamenti e delle mie dichiarazioni". "Prima di votare - raccomanda Silvio Berlusconi - guardate in faccia le persone che vi chiedono il voto: guardate a cosa hanno fatto nella  vita. Se hanno fatto solo parole forse sarà meglio votare per chi nella vita è riuscito a mettere insieme 56mila persone e ha fatto  tutto, raggiungendo tutti i traguardi che si era proposto".

L'ex premier si infuria con Giletti - Ma l'intervista di Silvio Berlusconi è stata caratterizzata anche da un'escalation di tensioni che stavano per portare il Cavaliere a lasciare lo studio. La temperatura inizia a salire quando il conduttore de l'Arena cerca di dare la cadenza all'intervista, interrompendo l'ospite: "Dottor Giletti, se lei mi interrompe sempre io posso anche smettere di parlare. Scusi, se svolgo un ragionamento e non mi lascia farlo...". Secondo round e reazione sull'orlo dell'abbandono della trasmissioni: "Se lei mi interrompe me ne vado... Eh no, la saluto e me ne vado, dottore. Non si può parlare così di una cosa importante. Siamo in campagna elettorale - dice Berlusconi alzando la voce - e se lei non consente al leader di quella che voi dite sia l'opposizione di spiegare pianamente agli elettori, che ascoltano, come stanno le cose, allora è inutile che venga qui in una trasmissione come la sua".

"Mi alzo e me ne vado" - "Io rimango se lei mi fa parlare. Se no la saluto e me ne vado. Vuole che me ne vada?", incalza ancora l'ex premier. "E' la quarta volta che interrompe... Diamo spiegazioni agli elettori, mi ha fatto una domanda sul presidente Monti e non mi ha lasciato rispondere. Me ne vado? Vuole che me ne vada? Allora la saluto e me ne vado. Non si può ragionare così", dice un Berlusconi ormai in piedi e davvero sul punto, si direbbe, di lasciare lo studio.
"Lei sta facendo una cosa di disinformazione che non le rende onore", è l'accusa per Giletti che il leader Pdl 'invita' a "essere così cortese da far finire una risposta sulla situazione italiana, che non e' fatta di giri. Parliamo di argomenti seri, è chiaro? Mi siedo per l'ultima volta" e Giletti controbatte che "lei è abituato alla D'Urso".
"Lei deve imparare dalla signora D'Urso", controreplica Berlusconi che citerà la 'signora della domenica' Mediaset al momento di andare via, ma a intervista terminata. "E si guardi la D'Urso che non è solo bella ma anche brava, e cortese", dice il leader Pdl mentre ormai ospite e padrone di casa non sono neanche più illuminati né ripresi correttamente perché hanno abbandonato un po' più di fretta del solito le postazioni.

Leggi tutto