Pd e Sel: primarie a dicembre per scegliere parlamentari

1' di lettura

Enrico Letta annuncia che i nomi da candidare nelle liste saranno scelti con una consultazione. Vendola: "Faremo lo stesso". Probabile data il 29 e 30 dicembre. "Saranno coinvolti tutti quelli che hanno scelto il candidato premier"

Il Partito democratico sceglierà i suoi candidati per il Parlamento attraverso lo strumento delle primarie. Ad annunciarlo Enrico Letta con un messaggio su Twitter, dove scrive che "al #Pd stiamo discutendo stamani di regole e tempi. Faremo #primarieaperteperiparlamentari.(29-30/12 probab). Lo avevamo promesso. Le faremo."
E la stessa decisione è stata assunta da Sinistra Ecologia e Libertà, il partito guidato dal governatore della Puglia Nichi Vendola. "Proporrò al gruppo dirigente di Sel di fare, negli stessi giorni decisi dal Pd, le primarie per la scelte dei nostri rappresentanti in Parlamento", ha spiegato il leader di Sel in un tweet.
Il vicesegretario Pd Letta è poi entrato maggiormente nel dettaglio e a spiegare che "saranno primarie vere, con milioni di italiani chiamati a partecipare". "Il Pd non ha paura - continua - di far scegliere agli elettori i loro candidati in Parlamento. Potranno votare anche i non iscritti e partiremo dalla base elettorale che si è formata nelle primarie del 25 novembre e 2 dicembre".

Si voterà a fine dicembre. Coinvolti anche i non iscritti al partito - "Noi siamo in vantaggio - prosegue Letta - ma vogliamo continuare a giocare all'attacco, non in difesa. Vogliamo continuare a imporre il nostro gioco che dimostra tutte le difficoltà degli altri". In  primis, sottolinea Letta, la differenza con le parlamentarie di Beppe  Grillo. Lunedì 17 dicembre ci sarà una direzione del partito per stabilire il  regolamento delle primarie per i parlamentari. "Abbiamo tempi strettissimi perché se si vota il 17 febbraio, faremo le primarie  - conclude Letta - il 29 e 30 dicembre". Alle primarie per la scelta del candidato premier del centrosinistra, vinte con ampio margine dal segretario del Pd Pierluigi Bersani, hanno partecipato oltre tre milioni di persone.
E il 29 e 30 dicembre, secondo quanto detto dal responsabile dell'organizzazione del Pd Nico Stumpo, saranno non solo gli iscritti al partito - che nel 2011 erano circa 600.000 - ma anche gli elettori che si erano iscritti alle primarie di novembre per indicare il candidato premier del centrosinistra, a patto ovviamente che dichiarino di votare Pd.

Bersani: "Vogliamo cambiare la politica" - "Sappiamo di chiedere uno sforzo eccezionale a militanti ed elettori, ai limiti dell'impossibile. Ma vogliamo cambiare davvero la politica in Italia e quindi lanciamo a noi stessi questa nuova sfida" ha commentato Pier Luigi Bersani presentando di fare le primarie per i parlamentari. "La riunione con i segretari - spiega Bersani - è in corso e altre ne avremo. E' uno sforzo eccezionale ma vogliamo cambiare davvero la politica".

Leggi tutto