Governo, al Senato e alla Camera fiducia senza il Pdl

1' di lettura

Dopo le critiche di Passera al ritorno di Berlusconi, il partito non vota il dl sviluppo e il dl sui costi della politica. Frattini e altri 4 si sfilano. Il Colle: "No convulsa fine legislatura". Monti: "Valuti Napolitano". Alfano: "Niente primarie"

Ore di tensione per il governo Monti. Dopo che in mattinata il Pdl ha deciso di astenersi dal voto sul Decreto Sviluppo al Senato, in risposta alle affermazioni di Corrado Passera (video), critico rispetto a un ritorno di Silvio Berlusconi alla politica, il dibattito politico si è spostato alla Camera. A Montecitorio il governo Monti ha posto la fiducia sul provvedimento dei costi sulla politica e il Pdl ha mantenuto la stessa linea. La fiducia però è stata ottenuta ugualmente con 281 sì, 77 no e 140 astenuti. Qualcuno però, si sfila. Tra questi l'ex ministro degli Esteri Franco Frattini, che ha votato la fiducia chiesta dal governo Monti alla Camera.
Il premier, intanto, evita di commentare la defezione del Pdl in Parlamento. "Sono stato e sono in contatto con il presidente della Repubblica. Attendo di conoscere le sue valutazioni sulla base del passo del segretario del Pdl (che salirà al Colle nella mattina del 7 dicembre, ndr)" ha detto Monti nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri che ha varato il decreto sull'incandidabilità dei condannati.
E intanto, sul fronte mercati, l'aria di crisi che si è respirata in Parlamento ha fatto risalire lo spread.

19.35 Incontro Bersani-Casini: preoccupazione su situazione - E' durato tre quarti d'ora l'incontro tra il segretario Pd Pier Luigi Bersani e il leader Udc Pier Ferdinando Casini nello studio del segretario Pd alla Camera. I due, a quanto si apprende, hanno valutato la situazione alla luce delle minacce del Pdl di togliere la fiducia al governo ed espresso preoccupazione per gli effetti sull'Italia causati dall'instabilità politica causata dal Pdl.

19.30 Alfano: "Segnale chiaro a Monti, noi responsabili" -
"Non abbiamo fatto precipitare i fatti: se lo avessimo voluto avremmo dato oggi la sfiducia al governo. Invece, abbiamo fatto una scelta di responsabilitàdando un segnale chiaro al governo". Lo ha detto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, parlando con i giornalisti alla Camera in merito alla decisione assunta oggi dal Pdl sia alla Camera che al Senato di non votare la fiducia.

19.25 Nel Pdl 5 votano la fiducia -
Sono 48 i deputati assenti al momento del voto sulla fiducia al decreto costi della politica. Oltre a Cazzola, Maugeri, Frattini e Mantovano, ha votato sì anche Carla Castellani

19.15 Alfano: "Berlusconi in campo, niente primarie" -
"Anche oggi Berlusconi mi ha espresso la volontà di tornare in campo da protagonista. E' lui il detentore del titolo" afferma il segretario del Pdl Angelino Alfano spiegando che con la discesa in campo di Berlusconi le primarie non si fanno: "Erano per la successione ma essendoci lui in campo non ha senso farle"

19.10 Camera conferma la fiducia
- La Camera conferma la fiducia al governo sul dl sui costi della politica nelle regioni con 281 sì, 77 no e 140 astenuti. (

19.08 Alfano: "Domani alle 10:30 da Napolitano" -
"Domani alle 10.30 mi recherò dal presidente della Repubblica a riferire della situazione". Lo afferma il segretario del Pdl Angelino Alfano che si recherà al Colle insieme con i capigruppo di Camera e Senato

18.49 Monti: "In attesa valutazioni del Colle" -
In attesa delle valutazioni del Capo dello Stato, che "hanno grande peso nella formazione dell'orientamento" del presidente del Consiglio, "facciamo il nostro normale lavoro". Lo ha detto il premier Mario Monti in conferenza stampa a Palazzo Chigi. E a chi gli chiedeva su un eventuale salita al Colle: "Non ho in programma nessun passo. Come ho già detto attendo di conoscere le valutazioni del capo dello stato".

18.25 La Russa: maggioranza c'è ancora -
"Oggi non c'è la fiducia ma la maggioranza c'è ancora. Non saremo noi a mettere in ginocchio il governo dato che c'è la legge di stabilità da fare". Lo ha detto Ignazio La Russa (Pdl) parlando con i giornalisti a Montecitorio.

18.10 Napolitano: "Convulsioni politiche non brucino risultati"
- "Dobbiamo assolutamente evitare che in questa fase di convulsione politica si oscurino i risultati raggiunti", perché abbassare lo spread "è stato un grosso risultato e  non bisogna bruciare la fiducia". Lo ha detto il presidente Napolitano oggi a Roma.

18.02 Napolitano: "C'è un limite a discordia di partiti"
- Le forze politiche, pur nella durezza del contraddittorio, devono avere "consapevolezza del limite oltre il quale non si deve spingere la loro discordia". Lo ha detto il presidente Napolitano citando un articolo di Benedetto Croce del primo dopoguerra. E ha continuato: "L'ho detto a Monti, stanno venendo al pettine nodi antichi e distorsioni e questo governo non può sentirsi carico di responsabilità per quanto sta accadendo o di tutti i problemi che stanno esplodendo".

17.53 Borsa chiude in calo
-  L'All Share ha ceduto lo 0,65% a 16.702 punti. Gli indici ha invertito rotta a fine mattinata di pari passo con l'impennata dello spread Btp-Bund che ha sfiorato i 330 punti, per limare il ribasso dopo l'approvazione del dl sviluppo e le parole rassicuranti del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

17.52 Napolitano: "L'Imu vada ai comuni" - "Voi sindaci avete ragione, l'Imu deve andare ai Comuni, perche' deve rappresentare la base della vostra autonomia": lo ha detto il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, intervenendo al direttivo dell'Anci.

17.50 Frattini voterà la fiducia -
- L'ex ministro degli Esteri del Pdl, Franco Frattini, ha detto che voterà la fiducia chiesta dal governo alla Camera sul decreto per i costi della politica locale in dissenso con le indicazioni del suo partito. La decisione di Frattini rappresenta il primo strappo di uno dei big del Pdl nei confronti della strategia di Silvio Berlusconi che ha optato per l'astensione. Oltre a Frattini hanno detto che voteranno in dissenso rispetto alle indicazioni del Pdl Giuliano Cazzola, Alfredo Mantovano e Gennaro Malgeri.

17.45 Al via il voto per la fiducia
- Dopo le dichiarazioni alla Camera è iniziata la chiama nominale per il voto di fiducia  che il governo ha posto sul dl sui costi della politica nelle regioni. La votazione e' palese ed avviene per appello nominale: ciascun deputato sfila davanti al banco della presidenza e dichiara ad alta voce il proprio voto. Qui la diretta dal sito della Camera

17.39 Frattini vota fiducia - Strappo dell'ex ministro degli Esteri Franco Frattini che non seguirà le indicazioni del suo partito e voterà la fiducia al governo Monti. "Come ho sempre rispettato i colleghi del Pdl che, molte volte, hanno negato la loro fiducia, oggi sono io che non mi sento di seguire le indicazioni del gruppo, perché preferisco esercitare fino in fondo la mia profonda convinzione per una visione europea e europeista, e di forte interesse nazionale dell'Italia, che mi impedisce di contribuire, anche in parte, ad alimentare una fase di instabilità e di rischio grave in questa fase finale della legislatura".

17.35 Cicchitto: "Noi rispondiamo a nostra base sociale" - "Ogni partito fa i conti con la sua base sociale, con la  rivolta in corso dei piccoli imprenditori, degli artigiani e liberi professionisti che dicono che la misura è arrivata", ha detto ancora Cicchitto annunciando l'astensione del Pdl sul dl sviluppo. "Questa è la ragione di fondo per cui prendiamo le distanze dal Governo", ha spiegato ancora ed ha poi ricordato che la maggioranza è stata "inadempiente rispetto all'accordo siglato di portare avanti il tema dell'anticorruzione, delle intercettazioni e della responsabilita' civile dei giudici. Questa Camera ha sistematicamente assistito al boicottaggio" della riforma delle intercettazioni.

17.30 Cicchitto: "Nostra scelta non dipende da Passera" -  "Non è un povero untorello come il ministro Passera a determinare la nostra presa di posizione, ma qualcosa di molto più serio e consistente". Così Fabrizio Cicchitto, capogruppo Pdl alla Camera, ha spiegato i motivi del no alla fiducia di oggi del Pdl al Senato. Cicchitto ha spiegato che le motivazioni sono legate alla attività di governo che non e' stata incisiva sulla crisi economica.

17.29 Grilli: "I mercati ci guardano" - "I mercati stanno sempre a guardare, noi e l'Europa, quindi dobbiamo stare sempre attenti, sempre impegnati e continuare a proseguire, con serieta', il nostro lavoro".Cosi' Vittorio Grilli commenta l'impennata dello spread."Questo e' quello che mercati e comunita' internazionale stanno guardando e vorrebbero che continuassimo a fare".

17.27 Da Cdm via libera a decreto sull'incandidabilità - Il Cdm ha dato via libera al decreto legislativo sull'incandidabilità dei condannati in via definitiva a cariche elettive e di governo. Lo riferiscono fonti dell'Esecutivo.

17.22 Franceschini al Pdl: "Fate ricadere i vostri problemi sugli italiani"
(VIDEO) - E' stato "un gesto insieme incomprensibile e irresponsabile del Pdl. Mai nella storia del Parlamento è capitato vedere un grande partito togliere la fiducia al governo senza nessuna spiegazione. Forse è arrivato un ordine nella notte". Lo ha detto il capogruppo Pd Dario Franceschini, in dichiarazione di voto. "State scaricando i vostri problemi interni sugli italiani - ha continuato Noi vorremmo portare a termine la legislatura a scadenza naturale, mostrando al mondo un Paese responsabile, con un Parlamento che completa l'agenda parlamentare." Il capogruppo del Pd ha concluso assicurando che loro garantiscono comunque la legge di stabilità.

17.06 Casini: "Mi auguro nel Pdl un sussulto di dignità" - "E' il momento della verità, mi auguro che ci sia nel Pdl qualche sussulto di dignita'". Lo ha detto il leader dell'Udc Pierferdinando Casini in dichiarazione di voto in aula alla Camera sulla fiducia chiesta dal governo sul dl costi della politica.  "Siamo ai soliti giochi di prestigio. Nelle scelte avventuristiche del Pdl c'e' qualcosa di più. Si decreta la fine del cambiamento di questo partito". In precedenza Casini di fronte all'ipotesi di un ritorno di Berlusconi aveva evocato il rischio Grecia.



17.04 Napolitano: "Valutare i tempi per le elezioni" - Il presidente della Repubblica ha chiesto alle forze politiche anche una valutazione "obiettiva e serena" sui "tempi necessari e opportuni per una proficua preparazione del confronto elettorale". Giorgio Napolitano ha aggiunto di riservarsi "di compiere nelle prossime ore i conseguenti utili accertamenti".

17.01 Italia Futura: "Pdl non vota sviluppo e tagli a enti locali" - Duro commento della fondazione legata a Montezemolo su Twitter.





16.55 Grilli: "Non siamo nel baratro" - L'Italia non è nel baratro: così il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, risponde alle affermazioni di Silvio Berlusconi. "No", ha risposto interpellato dai cronisti che gli chiedevano se il nostro Paese sia davvero nel baratro come sostenuto dall'ex premier. "Sappiamo sicuramente che la situazione è difficile", ha aggiunto.

16.48 Napolitano: "Evitare convulsa conclusione legislatura"
(VIDEO)- Per garantire la tenuta istituzionale è "necessario cooperare responsabilmente a un'ordinata, non precipitosa e convulsa conclusione della legislatura e dell'esperienza di governo avviata nel novembre 2011" ha detto a Roma Giorgio Napolitano. "Ci sono tensioni politiche preelettotali che anche fuori d'Italia possono essere comprese senza suscitare allarmi sulla tenuta istituzionale del paese. Questa tenuta è fuori questione, ho il dovere di riaffermarlo pubblicamente" ha spiegato il Capo dello Stato, aggiungendo che "occorre una considerazione, quanto più obiettiva e serena possibile, del residuo programma di attivita' previsto nelle due Camere, delle scadenze istituzionali, anche nel senso di adempimenti normativi, che si concordi nel ritenere inderogabili".

16.42 Di Pietro: "Ricatto del Pdl" - "In questa votazione di fiducia assistiamo a un ricatto del Pdl che vuole ottenere delle cose che il governo non intende dargli con uno scatto di dignita"': lo dice nell'Aula della Camera il leader del Pdl Antonio Di Pietro in dichiarazione di voto sulla fiducia al dl sui costi della politica. "Il governo - sostiene - non ceda al ricatto del centrodestra che cerca di ottenere cose che il governo non vuol dargli".

16.30 Maroni su Twitter: "Forza Cav, Forza Alfano"

 



16.21 Lupi: "Passera non usi suo ruolo per fare politica" - "Passera ha legittime aspirazioni politiche, ma e' sbagliato che usi il ruolo istituzionale che ricopre per prepararsi il futuro". Lo scrive su twitter il vice presidente della Camera Maurizio Lupi (Pdl).

16.18 Dibattito alla Camera - Ha avuto inizio nell'Aula della Camera il dibattito sulla questione di fiducia che il governo ha posto sul dl sui costi della politica negli enti locali.

15.50 Cicchitto: "Pdl si astiene"
- "Sulla base di una valutazione politica generale che va al di la' del merito del provvedimento riguardante i costi della politica negli enti locali, abbiamo deciso di astenerci oggi pomeriggio sul voto di fiducia per marcare la nostra posizione fortemente critica sulla sua politica economica". Lo afferma Fabrizio Cicchitto.

Leggi tutto