Sanità, Monti: il sistema pubblico deve innovarsi

1' di lettura

Il presidente del Consiglio loda il sistema sanitario ma torna a sottolineare che "è chiamato a ripensarsi". L'intervento alla cerimonia per la chiusura dell'anno europeo dell'invecchiamento attivo (VIDEO)

Il sistema sanitario pubblico deve ripensarsi e innovarsi. Qualche giorno dopo le affermazioni sul rischio di non sostenibilità economica della sanità italiana e la conseguente polemica, il presidente del Consiglio Mario Monti torna sull'argomento. Loda il sistema sanitario pubblico ("non vogliamo privatizzarlo" ha assicurato il 29 novembre), ma torna a sottolineare che "è chiamato a ripensarsi", necessitando di innovazione (VIDEO).

Sanità, contributo importante - L'occasione è stato l'intervento alla cerimonia che si è tenuta a Roma per la chiusura dell'anno europeo dell'invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni. "Si invecchia stando in salute più a lungo rispetto del passato. La nostra sanità pubblica ha dato un contributo determinante al conseguimento di questo grande successo - spiega Monti - Ora, anche in virtù del proprio stesso successo, essa è chiamata a ripensarsi in vista di una rimodulazione fatta di innovazioni e adattamenti di cui dobbiamo avere consapevolezza. Dobbiamo insomma imparare a gestire il divenire del processo demografico in modo più esigente".

La battuta di Monti - Poi, il professore si lascia andare a una battuta. "Quando vedo il 2012 come anno europeo dell'invecchiamento attivo, penso che forse anche io ho dato una testimonianza di invecchiamento attivo. Molto attivo" ha detto durante l'intervento alla cerimonia. "Penso al fatto che a richiedermi questa testimonianza è stata un'altissima personalità che è l'esemplare dell'invecchiamento attivo a enorme vantaggio del Paese stesso", aggiunge riferendo al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Leggi tutto