Centrosinistra, vince Bersani. E' lui il candidato premier

1' di lettura

Con oltre il 60%, il segretario del Pd si aggiudica il ballottaggio contro Renzi. "Proporzioni del successo inaspettate" dice nel discorso dopo i risultati. Il sindaco di Firenze: "Sconfitta netta". E su Twitter: "Era giusto provarci. Grazie"

Con oltre il 60% dei voti Pier Luigi Bersani ha vinto il ballottaggio contro Matteo Renzi. Il segretario del Pd è stato scelto dagli elettori di centrosinistra come candidato premier alle prossime elezioni politiche. "Ora si comincia con la battaglia vera" ha detto Bersani nel suo discorso dopo il risultato (l'intervento integrale). Ha ringraziato la famiglia, gli elettori e i comitati che hanno lavorato per lui. E si è detto sorpreso dal risultato "anche per me inaspettato in queste proporzioni". Poi ha aggiunto: "Non ci sono promesse da fare, niente favole. Serve soprattutto realismo. Non sarà semplice, ma il Paese ha bisogno di questo".



Prima di lui, dal palco di Firenze è intervenuto Renzi. Ha ammesso la "vittoria netta" di  Bersani e chiarito senza mezzi termini: "Io ho perso". Il rammarico è quello di "non essere riuscito a raccontare" la sua proposta di rinnovamento  fino in fondo: "Non siamo riusciti a incrociare un numero sufficiente di italiani da portare ai gazebo" (VIDEO). Già 20 minuti dopo la chiusura dei seggi e a spoglio appena iniziato il rottamatore aveva commentato i primi risultati su Twitter: "E' stato giusto provarci. Grazie".



23.53 - Scrutinio al 90%. Il segretario del Pd è al 60,7%, il sindaco di Firenze al 39,2%. (Qui i risultati in tempo reale)

23.37 D'Alema: Rottamazione è la parola d'ordine sbagliata -
"La parola rottamazione è una parola d'ordine sbagliata - ha detto Massimo D'Alema - noi dobbiamo cambiare, noi abbiamo cambiato e questa è stata la forza di Bersani". Poi, a proposito di Renzi afferma: "Ha avuto un grande successo, spero lo capitalizzi con intelligenza". E aggiunge: "Il risultato delle primarie gli consegna un ruolo che è quello di essere una delle maggiori personalità del Pd" (VIDEO).

23.29 In Sicilia Bersani al 65% - "I democratici siciliani hanno dato uno straordinario contributo alla vittoria di Bersani, che nella nostra regione si attesta al 65 per cento delle preferenze, superando di cinque punti la media nazionale". Lo ha detto il segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo, commentando la vittoria di Bersani alle primarie del centrosinistra.

23.18 Bersani in FvG al 60,56% - Con il 60,56% e 27.470 voti Pier Luigi Bersani ha vinto le primarie del centrosinistra in Friuli Venezia Giulia. Matteo Renzi si è attestato al 39,28% con 17.816 voti. I dati definitivi, appresi dal Pd, rivelano che Bersani ha ottenuto a Trieste il 67,75% a fronte del 32,02% di Renzi, a Udine il 60,63% (Renzi 39,25%), a Pordenone 52,68% (Renzi 47,17%) e a Gorizia il 64,75% (Renzi 35,01%).

23.15 Bindi a SkyTG24 - "Sono contenta delle primarie e sono contenta del risultato. Sono contenta che abbia vinto Bersani" afferma Rosi Bindi a SkyTG24. Poi parla di Matteo Renzi. "Il risultato che ha ottenuto sia al primo turno sia al ballottaggio non mi stupisce - afferma - Ero altrettanto sicura però che Renzi non avrebbe vinto. Il suo messaggio era un messaggio vincente, ma non basta a rassicurare gli italiani sul loro futuro. Gli italiani hanno bisogno di idee e programmi".

23.08 Bersani vince nelle Marche con il 52,82% - Da regione-sorpresa del primo turno delle primarie, al ballottaggio le Marche tornano all'ovile di Pier Luigi Bersani, anche se con un distacco meno netto del dato nazionale che si profila. Il segretario del Pd riconquista la regione, provincia per provincia, con il 52,82% dei voti, contro il 47,18% di Matteo Renzi, che il 25 novembre aveva prevalso di misura: 42,1% a 41,1%. A votare sono andati 56.647 elettori contro i 92.409 del primo turno, una consistente fetta in meno.

23.07 Risultati definitivi in Puglia: Bersani al 71,4% -
"Un grandissimo risultato di  affluenza in Puglia, esattamente sono stati 122699 elettori che sono  tornati nei seggi. Bersani ha raccolto 87108 pari al 71,4%, Renzi ha  raccolto 34956 pari al 28,6%. Siamo riusciti a chiudere i dati  definitivi alle ore 22.15, ben prima di tutte le altre regionali, sperando soprattutto di aver fatto un servizio utile ai cittadini e ai mezzi d'informazione". Lo riferisce coordinatore del comitato  regionale Primarie Puglia, Domenico De Santis. 

23.06 Renzi: non siamo riusciti a toscanizzare l'Italia -
Abbiamo provato a toscanizzare l'Italia e non ce l'abbiamo fatta". Lo ha detto Matteo Renzi ai giornalisti, dopo la fine del suo intervento alla Fortezza da Basso di Firenze. "Vorrà dire che torneremo a lavorare come abbiamo fatto sempre negli ultimi mesi - ha continuato Renzi -, cioè a fare il sindaco".

23.04 Bersani al 60,89% - Nella sfida delle primarie di  centrosinistra, Pier Luigi Bersani è finora avanti con una  percentuale del 60,89%, per un totale di 1.360.692 preferenze. Matteo Renzi si è aggiudicato 874.091 voti, per una percentuale del 39.11%. Finora sono stati scrutinati 7.500 seggi su 9.219.

23.04 A Milano Bersani vince con il 62,2% -
A Milano e provincia il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ottiene il 62,18% dei voti contro il  37,82% raccolto dallo sfidante Matteo Renzi. Lo rende noto il Pd della Lombardia.

23.02 Renzi: nessun attacco a Bindi e D'Alema -
"Non ho fatto nessun attacco personale a D'Alema o alla Bindi". Lo ha detto Matteo Renzi, sindaco di Firenze e candidato alle primarie del centrosinistra, lasciando il comitato elettorale alla Fortezza da Basso. "Ho semplicemente detto - ha aggiunto - che dopo 20 anni in Parlamento era giusto andare a casa. Io attacchi personali li ho ricevuti e non fatti, li ho subiti; e tuttavia vivo queste ore con gioia, perché sono consapevole di aver scritto insieme a tanti altri una pagina bellissima del Pd e del centrosinistra".

22.45 D'Alema: non mi ricandido -
"Ho deciso di non ricandidarmi e per me questo è un argomento insuperabile". Lo ha precisato Massimo D'Alema intervistato da Mentana al TgLa7.

22.28 Bersani: "Presenza di Renzi forte e fresca" -
Il segretario del Pd, candidato premier alle prossime elezioni politiche, ringrazia anche il suo sfidante, Matteo Renzi. "La sua presenza è stata forte e fresca". Ora, aggiunge, "bisogna cambiare il centrosinistra".

22.22 Il discorso di Bersani -
"Per me doppia soddisfazione: la prima è di aver creduto in questa splendida avventura. Ho voluto le primarie, le ho volute aperte. Il grande schieramento dei progressisti deve sempre aver fiducia nella sua gente. Poi la soddisfazione per il mio risultato, anche per me inaspettato in queste proporzioni. Anche se son sempre stato tranquillo, non mi son mai agitato". Così Bersani ai suoi elettori. Poi ringrazia la famiglia e i volontari.

22.16 Prodi a SkyTG24: Bersani ora è fortissimo - "
Ora Bersani è fortissimo". Lo dice  Romano Prodi a SkyTG24. "Renzi continui con il rinnovamento e Bersani  usi questa meravigliosa forza delle primarie per andare avanti a  riunire politica e Paese. Anche se resta il Porcellum, magari con le  primarie di collegio. Qualcosa del genere va fatto". (VIDEO).

22.13 Bindi: Hanno perso le idee di Renzi - Rosy Bindi non nasconde la sua soddisfazione per la vittoria di Pier Luigi Bersani alle primarie di centrosinistra. "Renzi ha detto che correva per vincere e ha perso", ha spiegato la presidente dell'assemblea nazionale del Pd arrivando a Teatro Capranica. "Hanno perso anche le sue idee..." ha tenuto a sottolineare, "ma soprattutto è stata una vittoria straordinaria del popolo del centrosinistra e non una vittoria dell'apparato".

22.11 D'Alema: Renzi grande personalità -
"Renzi ha avuto un grande successo, lui è una delle maggiori personalità del partito. Ora mobiliti questo consenso verso le elezioni". Lo ha detto Massimo D'Alema al Capranica, dove tra poco Pierluigi Bersani commenterà l'esito delle primarie. "Renzi usi il suo consenso per le elezioni, non è solo, con lui ci sono tante personalità nel partito".

22.10 Renzi: sarò leale con Bersani -
"Avessimo vinto noi, non avremmo fatto l'accordo con Casini, ma se Bersani vorrà fare un accordo con Casini, io sarò leale con gli schieramenti che il segretario che ha vinto farà". Così Matteo Renzi nello Speciale TgLa7 diretto da Enrico Mentana, sottolineando che "ha fatto una battaglia bella, coraggiosa e libera, l'ho persa e adesso tocca ad altri guidare questa macchina".

22.09 Bersani avanti in Lombardia - Con 1021 sezioni scrutinate in Lombardia su 1381 il segretario del Pd Pier Luigi Bersani è in testa nel ballottaggio delle primarie del centrosinistra con il 60.91%. Il sindaco di Firenze Matteo Renzi invece, sempre secondo i dati parziali, ha ottenuto il 39.09%. Al primo turno Bersani in Lombardia aveva ottenuto il 44.06%, mentre Renzi il 36.87%.

21.51 Tabacci a SkyTG24: "Coalizione che può governare" - Quella delle primarie del centrosinistra si è dimostrata "un'operazione politica rilevante soprattutto in una fase in cui i rapporti tra cittadini e politica non è dei migliori". Lo ha affermato in collegamento con SkyTG24 Bruno Tabacci, uno dei cinque candidati alla corsa per la premiership di centrosinistra. "Ora - aggiunge Tabacci - si vede qualche segnale di ricomposizione e di ciò bisogna dare merito all'iniziativa complessiva che permette di profilare una possibile coalizione in grado di governare il Paese. E questo - ha concluso - non è poco".

21.47 Bersani vince in tutte le principali città tranne a Firenze -
Tranne Firenze, Pier Luigi Bersani vince in tutte le grandi città italiane. Questi i dati.
A Milano, con 70 seggi su 120 scrutinati, Bersani è al 64,3% contro il 35,7 di Renzi.
A Torino, con 55 seggi su 72, Bersani è al 63,2% contro il 36,7% di Renzi.
A Genova, con 47 seggi su 72, Bersani al 71,1% e Renzi al 28,8%.
A Bologna, con 32 seggi su 49, Bersani al 71,6% contro il 28,3 di Renzi.
A Firenze, con 15 seggi su 49, è Renzi in testa con il 55,9% dei voti contro il 44,1% di Bersani.
A Roma, con 124 seggi su 240, Bersani è al 70,86% contro il 29,14% di Renzi.
A Napoli, con 43 seggi su 60, Bersani è al 76,1% e Renzi al 23,86%.
A Bari, con 204 seggi su 288, Bersani è al 71,58% contro il 28,4% di Renzi.
A Palermo, con 15 seggi su 29, Bersani al 66,37% e Renzi al 33,63%.

21.42 Scrutinate 2/3 delle schede -
Il segretario Pierluigi Bersani al 60,8%; il sindaco di Firenze Matteo Renzi al 39,1%. E' questo il dato del ballottaggio delle primarie del centrosinistra quando sono stati scrutinati due terzi dei seggi: 6.435 su 9.219. Lo si legge sul sito delle primarie dove è pubblicato lo scrutinio in tempo reale.

21.41 A Genova Bersani al 71% -
Il segretario del Pd Pierluigi Bersani trionfa anche in Liguria, dove si era imposto anche al primo turno. A Genova, dopo 3/4 di sezioni scrutinate, Bersani è al 71% dei consensi con il sindaco di Firenze Matteo Renzi al 29%. Al primo turno il segretario qui chiuse al 52.7%. In Liguria sono stati allestiti 277 seggi. Sono già pervenuti i risultati dal 75% dei seggi: Bersani ha il 65.5% e Renzi il 34.5%.

21.36 Finito lo scrutinio ad Alghero - Terminato lo scrutinio per le primarie ad Alghero (Sassari). Hanno votato 1599 su 1910 iscritti, ovvero l'83,72 %. Per Bersani i voti sono stati 1140, ovvero il 71,3%, per Renzi 458 ovvero il 28,6 %. Una la scheda nulla.

21.35 Renzi: "Ne è valsa la pena" - "Se fossimo riusciti a portare gli italiani al gazebo, avremmo oggi visto un'altra storia" ha detto Matteo Renzi nel suo intervento alla Fortezza da Basso di Firenze, sede del suo comitato elettorale. "Ne sarà valsa la pena - rivolto idealmente ai suoi elettori, ha continuato Renzi - perché lo avrete fatto non per me, ma per i vostri figli" (VIDEO)

21.31 Il discorso di Renzi: "Io ho perso" - "Ho chiamato Bersani - dice Matteo Renzi ai suoi - La sua è stata una vittoria netta". "Oggi dobbiamo dire a noi stessi che la nostra idea non è stata vincente, noi abbiamo perso, anzi io ho perso". Lo ha detto Matteo Renzi, parlando alla Fortezza da Basso davanti ai suoi sostenitori. "Non basta aver recuperato qualcosa e a chi dice 'dai Matteo allegro hai vinto lo stesso, dico siamo seri non raccontiamo cose non vere, come avviene nella politica italiana: che eravamo qui per dare testimonianza volevamo vincere" ha aggiunto (Il discorso integrale di Renzi).

21.23 Bersani si riprende le regioni rosse - Pier Luigi Bersani, a circa metà spoglio, si riprende le regioni rosse al voto del ballottaggio, che una settimana fa avevano premiato particolarmente Matteo Renzi. A parte la Toscana, dove il sindaco di Firenze si afferma con il 54,98%  contro il 45,02%, Bersani vince in Umbria (51.29% contro 48.71%),  nelle Marche (54,37% contro 45,63%), Emilia Romagna (60,56% contro il  39,44%).

21.24 Renzi arriva al comitato - Matteo Renzi è arrivato al comitato della Fortezza da Basso di Firenze, accolto da un grande applauso dei sostenitori presenti al teatrino lorenese. Alcune persone in platea hanno accolto il neo sconfitto candidato alle primarie con il grido di 'Matteo! Matteo!'. Su uno schermo alle spalle del palco dal quale Renzi sta per parlare, scorrono immagini della sua campagna elettorale per il Paese.

21.22 I complimenti di Casini - "Complimenti a Bersani e a Renzi. La competizione democratica è sempre un valore". Lo scrive il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, su Twitter.



Ad Alghero Bersani al 71,3% - Terminato lo scrutinio per le primarie ad Alghero (Sassari). Hanno votato 1599 su 1910 iscritti, ovvero l'83,72 %. Per Bersani i voti sono stati 1140, ovvero il 71,3 %, per Renzi 458 ovvero il 28,6 %. Una la scheda nulla.

21.21 Vendola: è stato un successo - "Un grande fatto di partecipazione, un'onda che ha avuto nel proprio cuore una spinta per l'uscita a sinistra dalla crisi del berlusconismo". Lo ha detto Nichi Vendola, commentando il voto del ballottaggio delle primarie. "Ci sono state molte domande di innovazione e cambiamento, il segno prevalente che ha assunto l'onda riformatrice, la proposta del  nostro popolo, è nel segno un cambio radicale dell'agenda di governo: più giustizia sociale, pià equità sociale - ha aggiunto il leader di Sel. Questo Paese dolente ci chiede una speranza legata alla  prospettiva politica di aprire la gabbia della precarietà" (VIDEO).

21.20 A Cagliari Bersani al 70% - A Cagliari sono stati  scrutinati 8 seggi su 17 alle 20,50. Le percentuali vedono Bersani al 70% e Renzi al 30%.

21.19 Bersani vince a Bettola -  Non c'è partita a Bettola dove Pier Luigi Bersani gioca in casa. Nel piccolo comune piacentino il  segretario del Pd ha ricevuto, secondo i dati raccolti dall'Adnkronos, 241 voti contro i 28 di Matteo Renzi. Nel secondo turno delle primarie del centrosinistra in termini percentuali Bersani batte il suo avversario con quasi il 90% delle preferenze.

21.17 A Bologna Bersani al 65% - A Bologna, con 90 seggi  scrutinati su 165 il segretario del Pd Pier Luigi Bersani vola oltre  il 65% dei voti espressi al ballottaggio delle primarie del  centrosinistra. Il sindaco di Firenze Matteo Renzi si attesta, invece  sul 34%.

21.15 Finocchiaro: ora insieme per vincere le elezioni -
"E ora dopo questa grande prova, a  dimostrazione che c'è una politica seria, tutti insieme con Bersani a vincere le prossime elezioni". Lo scrive su Twitter la presidente del gruppo del Pd al Senato, Anna Finocchiaro.

21.14 Delusione al comitato di Renzi - Volti seri e un po' di delusione al comitato di Matteo Renzi, riunito alla Fortezza da Basso, dove sullo schermo vengono proiettati in continuo aggiornamento i risultati del ballottaggio che, alle 21, vedono il sindaco di Firenze ottenere il 41,6% dei consensi contro il 58,4% di Pierluigi Bersani. Collaboratori e volontari commentano i primi dati rimandando al termine dello spoglio, ma non nascondono il dispiacere per il responso delle urne che si va profilando. Intanto, in attesa di Renzi che ha dato appuntamento ai suoi per le 21.30, i presenti mangiano panini con salame e prosciutto, e prendono posto nella platea del Teatrino Lorenese. Fra gli esponenti renziani di maggior spicco presenti alla Fortezza, il coordinatore della campagna elettorale Roberto Reggi, e il direttore commerciale della Rai Luigi De Siervo.

21.10 Bersani avanti in tutte le regioni - Pier Luigi Bersani si avvia a vincere le primarie di centrosinistra in tutte le regioni tranne la Toscana. In controtendenza, com'era scontato, solo la Toscana con il sindaco di Firenze al 54,7% e Bersani al 45,3%. Il segretario si è ripreso sia il Nord-ovest sia le regioni Rosse come Umbria e Marche. Confermato poi il grande successo al Sud, dove i voti di Nichi Vendola sembrano essere come da programma confluiti su Bersani: in Puglia, il segretario del Pd è arrivato al 73%.

21.09 Reggi si congratula con Renzi - "Bersani mettendosi in gioco ha dimostrato di essere lungimirante politicamente e di giocarsela a viso aperto con i cittadini. Ora siamo a disposizione, Bersani faccia di  noi quello che vuole". Lo ha detto Roberto Reggi, coordinatore della  campagna elettorale di Matteo Renzi.

21.07 Meloni a SkyTG24 - "Entrambi meritano un plauso: Bersani ha affrontato questa scelta delle primarie; Renzi che ha rappresentato e rappresenta uno strumento grande innovazone". La deputata del Pdl osserva però che con l'affermazione del segretario Pd "vince la sinistra ortodossa e se  vogliamo conservatrice".

21.05 Metà scrutinio: Bersani 68,0%, Renzi 39,1% - Quando lo spoglio è arrivato alla metà, circa 4686 seggi, Pier Luigi Bersani ha il 60,8 per cento e Matteo Renzi il 39,1 per cento.

21.01 -Vendola: dal voto uscita a sinistra  - Il segno prevalente del voto del nostro popolo è un'uscita a sinistra". Lo afferma a La7 il leader di Sel, Nichi Vendola. "Da adesso Bersani è il candidato premier del centrosinistra".

20.58 Comitato Bersani: scrutinato 27% dei seggi - Pierluigi Bersani tra il 61 e il 63 per cento; Matteo Renzi tra il 39 e il 37 per cento. Questi i dati in mano al comitato di Pierluigi Bersani riferiti al 27 per cento dei seggi scrutinati.

20.54 Renzi vince a Pontedera - Anche al ballottaggio per le primarie del centrosinistra a Pontedera (Pisa) vince, come domenica scorsa, Matteo Renzi che ha preso 1.409 voti contro i 1.271 di Pierluigi Bersani. In termini percentuali il ballottaggio delle primarie nella città della Piaggio e del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, finisce 52 a 48 per cento il sindaco di Firenze. Al primo turno Renzi aveva ottenuto il 48,51% contro il 40,67% di Bersani.

20.50 Comitato Bersani, segretario tra 61.63% - Pier Luigi Bersani tra il 63 e il 61  per cento. Matteo Renzi tra il 39 e il 37. Questi i dati sul 27 per  cento del campione del comitato Bersani.

20.37 Letta su Twitter: "Grande soddisfazione" - Dai dati reali si profila dovunque  un successo ben oltre le previsioni. Grande soddisfazione! Ancor maggiore responsabilità". Lo scrive su Twitter il vicesegretario del  Pd, Enrico Letta.

20.37 Su 700 seggi Bersani oltre il 59%
- Secondo i dati pubblicati sul sito di Matteo Renzi e relativi a quasi 700 seggi, Pier Luigi Bersani vincerebbe le primarie con il 59,04% e il sindaco di Firenze al 40,96%.

20.35 Stumpo: grande prova di capacità anche per il futuro - "Ringrazio gli oltre 100mila volontari che hanno reso possibile tutto questo. Anche oggi negli oltre 9mila seggi c'è stato un lavoro ordinato, serio. Una grande dimostrazione di capacità  da parte di una coalizione che ha dimostrato di saper gestire situazioni complicate" e questo è importante per oggi e "per il futuro". Lo ha Nico Stumpo, coordinatore del comitato per le primarie del centrosinistra dopo aver comunicato i dati dei primi seggi scrutinati.

20.34 Bersani: festa alle 22 - Pier Luigi Bersani festeggerà la vittoria alle primarie con una manifestazione dalle 22 al cinema Capranica, a Roma.

20.32 Bersani al 61,5% - Pier Luigi Bersani al 61,5% (136.566  voti), Matteo Renzi al 38,5% (85.414). E' il primo dato ufficiale, relativo a 1.732 seggi (un 18,7% del totale), del ballottaggio alle  primarie diffuso dal Comitato.

20.23 Instant poll Piepoli - Secondo un istant poll dell'istituto Piepoli per il Tg1, Pier Luigi Bersani è al 61,5% e Matteo Renzi al 38,5%.

20.22 Renzi su Twitter  - "Era giusto provarci, è stato bello  farlo insieme. Grazie di cuore a tutti, ci vediamo dalla Fortezza da  basso alle 21.30". Lo scrive Matteo Renzi in un tweet.

Leggi tutto