Primarie centrosinistra, Renzi: "Ci crediamo fino alla fine"

1' di lettura

"L'accusa di aver violato le regole mi ha molto ferito, ma alimentando la tensione non si va da nessuna parte" ha detto il sindaco di Firenze al seggio, dove si è recato in mattinata, spiazzando i giornalisti. Bersani: "Oggi è un giorno di festa"

Hanno votato nella mattina di domenica 2 dicembre i candidati al ballottaggio delle primarie del centrosinistra. "Quando uno ha una responsabilità ed incarna i sogni e le speranze delle persone deve vivere con lucidità anche i momenti di disagio. Questa vicenda delle regole è una vicenda che non abbiamo mai violato. Tengo alla lealtà più di qualsiasi altra cosa. L'accusa di aver violato le regole mi ha umanamente molto ferito" ha detto Matteo Renzi ai microfoni di  SkyTG24 dopo aver votato nel suo seggio fiorentino.

Renzi ha cambiato programma e si è recato a votare alle 9.15 nel seggio allestito nella sede Arci di piazza dei Ciompi, dopo che ieri sera il suo comitato aveva diffuso  una nota in cui annunciava che il sindaco si sarebbe recato a votare nel tardo pomeriggio. "La settimana scorsa - ha spiegato - c'erano stati molti problemi per i cittadini per via delle telecamere, per cui ho cercato di non creare disagi".

A proposito delle polemiche che hanno accompagnato gli ultimi giorni di campagna elettorale,  "Arriva il momento - ha aggiunto - nel quale sai che continuando ad alimentare la tensione non si va da nessuna parte. La tensione l’hanno alimentata quelli che hanno presentato un ricorso contro di noi. Io ho chiesto di ritirarlo e ho fatto un appello a Bersani per dire 'chiudiamola qui e cerchiamo di non rovinare la partecipazione di centinaia di migliaia di persone'. Oggi il clima mi sembra sereno e stasera faremo i conti. Fino all'ultimo tuffo ci crediamo".

Bersani ha votato a Piacenza, accompagnato da moglie e figlie. "Da oggi i fatti basta commenti", ha detto prima di raggiungere il seggio, spiegando così di non voler rilasciare altre dichiarazioni.  E se il suo 'rivale' Matteo Renzi stempererà la  tensione giocando a calcetto nel pomeriggio in attesa del risultato finale, Bersani non svela come attenderà il dato finale. "Non c'è nessuna tensione, oggi è una giornata di festa". (IL VIDEO)

Leggi tutto