Rossi: il Cav non si arrende. Bunga bunga? Ora è squit squit

1' di lettura

La deputata del Pdl e assistente personale di Silvio Berlusconi spiega in un'intervista: "L'ex premier pensa sempre positivo. Non gli ho mai sentito dire che il Popolo delle libertà è un'esperienza chiusa". Il caso Fiorito? "Rubare è nella natura umana"

Berlusconi "è un uomo che non si arrende mai, pensa sempre positivo". "Io ho solo l'onore di lavorare al suo fianco, non mi permetto di parlare a suo nome" però "questo credo di poterlo dire: io non gli ho mai sentito dire che "il Pdl è un'esperienza chiusa". Così, in una intervista al Corriere della Sera, Mariarosaria Rossi, deputata del Pdl e "assistente personale di Silvio Berlusconi", che, tornando sul processo Ruby chiarisce: "Bunga bunga era solo la battuta finale di una barzelletta che ci divertivamo a ripetere. Era diventato uno stupido modo di dire. Adesso, tanto per capirci, abbiamo cambiato barzelletta e infatti, tra di noi, c'è un nuovo modo di dire...squit squit!". Quanto agli scandali che hanno conivolto esponenti del partito, come Franco Fiorito, "è nella natura umana - dice - rubare. Certi rubano con dolo altri con superficialità. La verità è che non bisognerebbe generalizzare. Anche perché non è che se a me entra in casa uno zingaro e ruba, io poi vado in giro a dire che tutti gli zingari rubano...".

Leggi tutto