Fornero: su pensioni non possiamo permetterci controriforma

1' di lettura

Non si può "abbandonare la strada della sostenibilità finanziaria" avverte il ministro del Lavoro ospite del L'intervista di Maria Latella. E sugli esodati chiarisce: "Il governo sta considerando salvaguardie per 130mila persone"

"Il Paese non si può permettere una controriforma" delle pensioni. Ad affermarlo a L’intervista di Maria Latella su SkyTG24 il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, sottolineando che "non si torna indietro rispetto alle riforma sulle pensioni". "Non sta a me bocciare o promuovere" le proposte dell'esponente del Pd, Cesare Damiano, - commenta il ministro - ma quella sugli scalini "sarebbe una controriforma. E il Paese non si può permettere una controriforma. Sarebbe abbandonare la strada della sostenibilità finanziaria e quindi sarebbe molto problematico". Detto questo, aggiunge, "il Parlamento è sovrano e può prendere le proprie decisioni".

E sulla spinosa questione degli esodati il ministro spiega che il governo si è trovato di fronte a un fenomeno "molto diffuso" e difficile da quantificare, per il quale l'esecutivo ha cominciato a considerare salvaguardie che hanno "interessato finora 120.000 persone alle quali se ne possono aggiungere altre 10.000". L'Inps sta verificando le posizioni, "ma molti ancora non hanno ricevuto notifica".

"Siamo un paese che ha bisogno di riforme e queste riforme sono scomode e inducono molti a cambiare i loro atteggiamenti: parlo del sindacato, delle imprese ma anche della classe politica"  aggiunge Fornero. Più volte, rileva il ministro, "il presidente della Repubblica e il premier Mario Monti hanno esortato affinché la parentesi del governo tecnico serva a migliorare gli standard della politica nel nostro Paese, per arrivare ad una pratica migliore di quelle rappresentate sui giornali e che ci sconfortano". L'accoglienza delle riforme, continua" è stata nel complesso fredda. Ma parlare con le persone aiuta. Le riforme non sono d parte ma guardano al paese per interrompere il sentiero del declino iniziato tanto tempo fa. Penso che il Paese lo capirà".

Leggi tutto