Polverini a SkyTG24: "Non mi ricandido in Regione"

1' di lettura

L'ex governatore del Lazio a SkyTG24: "I comportamenti immorali ci sono sempre stati, noi senza colpe". Berlusconi: "Abrogare il sistema di finanziamento". Bersani: "Tre iniziativa da prendere subito". Napolitano: "Corruzione va fermata"

"Comportamenti immorali ai danni di questa Regione ci sono sempre stati". Così Renata Polverini a SkyTG24 (L'INTERVISTA INTEGRALE) il giorno dopo le sue dimissioni per lo scandalo dei fondi Pdl. "Quando sono arrivata qui ho ripristinato la consuetudine di mangiare in mensa", ha detto ancora. Poi, è passata all'attacco: "Potevo sapere? E' come dire che Monti sapeva di Lusi". "Questa giunta non ha avuto comportamenti immorali. Tutto si è consumato al Consiglio regionale. Noi deliberavamo 35 milioni per spese per il Consiglio che li assegnava a ciò che riteneva più giusto", ha precisato. Insomma, conclude Polverini: "La giunta non ha colpe. Io sono pulita", prima di annunciare: "Non ho intenzione di ricandidarmi in Regione".
Intanto, mentre Napolitano parla di "malversazioni e fenomeni di corruzione inimmaginabili" (video), i partiti si interrogano sul futuro e anche il Parlamento stringe i tempi su nuove misure finalizzate ad assicurare maggior trasparenza ai bilanci dei gruppi.

Di seguito la cronaca della giornata:

21.10 Fondi Pdl, Polverini: "Con noi solo 900 mila euro in più" - La nostra amministrazione ha portato soltanto 900 mila euro in più. Quando siamo arrivati c'erano già 4,5 milioni per il Consiglio ma erano previste altre forme diciamo di 'assistenza' ai consiglieri". Così al Tg2 la governatrice del Lazio Renata Polverini sui fondi per i gruppi consiliari, passati, ha ricordato il giornalista, "da 1 a 14 milioni". "Le ostriche e lo champagne? Prima - ha ribadito Polverini riferendosi alla precedente amministrazione - c'erano in giunta. Ora si erano spostate in Consiglio".

20.15 Bersani: "3 iniziative da prendere subito" -
"E' necessario prendere un'iniziativa urgente sui costi delle Regioni". Lo ha detto Pier Luigi Bersani, nel corso della riunione convocata al Pd con i presidenti delle regioni amministrate dal Partito Democratico e i capogruppo nei consigli regionali.Ci sono disparità evidenti ed eclatanti", ha sottolineato Bersani. "Non è più tollerabile che una Regione spenda 2 e un'altra 8, sono costi non più giustificabili in nome dell'autonomia. Continuare così significherebbe far perdere credibilità all'autonomia stessa". Il leader del Pd ha dunque proposto tre iniziative "da prendere da subito: ridurre e riformare i costi delle istituzioni; mettere online tutti i costi; far certificare i bilanci dei gruppi regionali".

18.34 Napolitano:
"Malversazioni e fenomeni di corruzione inimmaginabili" - "Chi si preoccupa oggi giustamente per l'antipolitica deve sapere risanare in profondità la politica". Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante la cerimonia al Quirinale di apertura dell'anno scolastico. Napolitano ha tuonato contro i recenti episodi di cronaca che hanno rivelato "malversazioni e fenomeni di corruzione inimmaginabili, vergognosi". E, dopo aver notato come questo provochi sentimenti di antipolitica, ha affermato: "Chi vuole promuovere nuovi investimenti non può ignorare lo svantaggio della corruzione e del malaffare".

18.00 Sel: "Da febbraio i nostri bilanci sono online" -
"Per Sinistra ecologia libertà la buona politica si persegue alla luce del sole, la trasparenza è nel nostro Dna. Oltre ai bilanci nazionali infatti il nostro regolamento economico prevede dal febbraio scorso la pubblicità sul web dei bilanci dei propri gruppi regionali". Lo spiega il tesoriere nazionale di Sel, Sergio Boccadutri.

16.45 Alfano: "Formigoni non deve dimettersi"
- "Le due vicende non hanno nulla in comune". Così Alfano risponde a una giornalista (video) che durante la conferenza stampa ha chiesto al segretario se oltre a Polverini debbano fare un passo indietro anche il presidente della Regione Lombardia Formigoni (accusato di corruzione aggravata nel caso Maugeri). E aggiunge: "Polverini si è dimessa perché ha ritenuta che quel consiglio regionale le avrebbe impedito di realizzare le riforme. Sugli altri vale la presunzione di innocenza. Non è ammessa nessuna simmetria. Formigoni non si deve dimettere".

16.42 Angelino Alfano: "Gruppi regionali si attiveranno per revisione della spesa" - "I gruppi regionali si attiveranno per una revisione della spesa" (video) dichiara il segretario del Pdl Angelino Alfano in conferenza stampa al termine del vertice coi capigruppo di tutte le regioni del partito di centrodestra. E aggiunge: "Il Pdl può tornare ad essere il primo partito".

16.34 Polverini da Berlusconi a Palazzo Grazioli - Renata Polverini, presidente dimissionaria della regione Lazio, è stata ricevuta da Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli. Il colloquio è durato circa 40 minuti.

16.18 Lazio, revocato il Consiglio di domani - Il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, ha comunicato la revoca del Consiglio previsto per domani, in cui si sarebbe dovuta discutere la mozione di sfiducia presentata dall'opposizione nei confronti della governatrice Renata Polverini.

16.11 Berlusconi: impegno per rinnovamento e risanamento - Silvio Berlusconi si impegna per un "risanamento senza incertezze" dopo la bufera che ha investito il Pdl nel Lazio. "L'autonomia della politica è una cosa seria, non si difende consentendo comportamenti indecenti", spiega il Cavaliere. E sottolinea che "occorre un forte rinnovamento".

15.52 Berlusconi: in Regione tutti responsabili -
Polverini, "si è assunta responsabilità che sono di sistema e riguardano tutte le classi dirigenti in ogni partito. Nessuno può chiamarsi fuori. Tutti i gruppi nel Consiglio regionale del Lazio erano corresponsabili: maggioranza e opposizione". Lo afferma il leader del Pdl, Silvio Berlusconi in una nota.

15.52 Berlusconi: abrogare la legge di finanziamento ai partiti - "Bisogna abrogare il sistema di finanziamento di gruppi e partiti così come l'abbiamo conosciuto. Si sono fatti dei passi in questa direzione, a livello centrale, ma non basta". Lo afferma Silvio Berlusconi in una nota.

15.50 Berlusconi: garantisco risanamento nello spirito del '94 - "Garantisco risanamento nello spirito del '94" ha dichiarato l'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

15.50 Incontro Alfano e capigruppo regioni Pdl - E' in corso in via dell'Umiltà l'incontro tra Angelino Alfano e i capigruppo di tutte le regioni del Pdl per fare il punto della situazione dopo il caso Lazio che ha portato alle dimissioni della giunta Polverini. Alla riunione sono presenti anche i presidenti dei consigli regionali e i coordinatori regionali del Pdl. Sul tavolo, probabilmente anche la vicenda Formigoni e quella Caldoro in Campania.

14.27 Montino (Pd): "Siamo contenti di essere riusciti a staccare la spina" - Così l'ex capogruppo del Pd al consiglio regionale del Lazio Esterino Montino all'esterno della sede in via della Pisana.

14.05 Inchiesta sulle spese anche in Sicilia - La procura di Palermo ha aperto un'inchiesta, al momento senza ipotesi di reato né indagati, per accertare la regolarità delle spese dei gruppi consiliari della regione Sicilia. Lo hanno riferito oggi fonti giudiziarie. L'inchiesta si inserisce nel filone aperto a Roma, dove la procura sta indagando per peculato l'ex capogruppo del Pdl in Regione Lazio, Franco Fiorito, per il presunto uso improprio dei fondi regionali destinati ai partiti.

13.45 Polverini a SkyTG24: "I pm vadano avanti" - I magistrati che stanno indagando sullo scandalo della gestione dei fondi destinati al gruppo del Pdl al consiglio regionale del Lazio devono "andare avanti e fare chiarezza". Lo ha detto Renata Polverini a SkyTG24. E ribadendo di non sapere come i fondi destinati al consiglio regionale fossero utilizzati, ha ricordato di essere stata costretta a inviare al presidente del consiglio Regionale del Lazio Mario Abbruzzese "lettere molto dure", chiedendo di operare una spendig review perché i fondi erano troppi.

13.42 Polverini a SkyTG24: "Io sono pulita" - "Chi governava questa Regione aveva già toccato il fondo. La mia giunta non ha avuto comportamenti immorali, la giunta esce pulita" ha affermato Renata Polverini ribadendo che nella giunta precedente si "sperperava. "L'immoralità c'è stata. C'erano delle carte di credito nella dotazione del presidente della Regione e dei suoi collaboratori". "Io sono pulita", ha aggiunto.

13.39 Polverini a SkyTG24: "Non sono più interessata a ricandidarmi in Regione" - "Se mi candido? Ci stiamo pensando in queste ore, sicuramente non mi ricandido nel Lazio. Non ne ho parlato in queste ore con nessuno. Del mio futuro politico rifletterò con me stessa. Sicuramente non sono più interessata a governare il Lazio" ha dichiarato Renata Polverini a SkyTG24.

13.30 Polverini a SkyTG24: "Udc accusato ingiustamente" - "Mi dispiace per gli amici dell'Udc che ancora una volta vengono accusati di una cosa che non hanno mai  pensato. Sono sempre stata con loro, anche Ciocchetti ha ribadito che voleva con me andare avanti perche' con me aveva vinto le elezioni. Non ce l'ho assolutamente con loro". Lo ha detto l'ex governatore della Regione Lazio aggiungendo che conta di incontrarli al più presto, "oggi o forse domani".

13.25 Polverini a SkyTG24: "La giunta ne esce pulita" - "Non ho accettato che alcuni consiglieri di opposizione, 13 dei quali appartenenti a ex giunte, gridavano allo scandalo immorale. Questa giunta non ha avuto comportamenti immorali, è qualcosa che si è consumato in consiglio. La giunta esce pulita, non ha commesso alcuna colpa tantomeno reati". Lo dice Renata Polverini, ex presidente della Regione Lazio, a SkyTG24. Negli ultimi giorni, ha riferito Polverini, "ho sentito Berlusconi, mi ha sempre incoraggiato non solo ad andare avanti, ma a decidere quello che ritenevo più giusto per i miei comportamenti e la onorabilità di questa istituzione".

13.23 Polverini a SkyTG24: "Bersani doveva riflettere sul caso Lusi" - "Il caso Lusi doveva far riflettere anche Bersani, era parlamentare del suo partito e gestiva fondi pubblici. Mi pare di capire che nel Lazio come altrove c'è un sistema che investe tutti" ha detto Renata Polverini.

13.21 Polverini a SkyTG24: "Sapevo? Monti sapeva di Lusi" - "Potevo sapere? E' come dire che Monti sapeva di Lusi" ha detto Polverini. "Questa giunta non ha avuto comportamenti immorali. Tutto si è consumato al Consiglio regionale. Noi deliberavamo 35 milioni per spese per il Consiglio che li assegnava a ciò che riteneva più giusto", ha concluso.

12.28 Formigoni: "Chi è questa signora Martina"? - "Chi è questa signora Martina? Non la conosco". Risponde così il governatore lombardo Roberto Formigoni a chi gli chiedeva un commento su quanto annunciato dal segretario regionale del Pd Maurizio Martina, che ha parlato di possibili dimissioni dei consiglieri regionali del Pd. Se si verificasse questa eventualità, dice Formigoni, "credo che ci saranno delle surroghe e subentreranno i secondi degli eletti".

12.24 Ciocchetti a SkyTG24: “La giunta non aveva responsabilità” - "La mia è stata una notte di riposo dopo una settimana di tempesta, anche mediatica, dove si è fatta di tutta un'erba un fascio senza distinguo. Non c'è nessuna responsabilità da parte della giunta, lo voglio ribadire". Lo ha detto Luciano Ciocchetti (Udc), vicepresidente della Regione Lazio, Luciano Ciocchetti a SkyTG24 (GUARDA IL VIDEO).

12.22 Ciocchetti a SkyTG24: "polverini avrebbe avuto l'appoggio dell'Ud"
- "La scelta delle dimissioni è una scelta personale di Renata Polverini. L'Udc della Regione Lazio non le avrebbe fatto mancare l'aiuto e l'appoggio, al di là del dibattito interno del partito. C'è stata sintonia con Casini e Cesa, ma non con Buttiglione, Adornato e Pezzotta potrebbero informarsi presso i vertici locali prima parlare e di prendere posizione per un falso moralismo". Lo ha detto Luciano Ciocchetti (Udc), vicepresidente della Regione Lazio a SkyTG24 (GUARDA IL VIDEO).

12.15 Alemanno: primarie anche per la Regione  - "Io credo alle primarie come  strumento globale. Come io le ho indette per il comune ritengo  ovviamente che ci debbano essere anche per la Regione". Lo dichiara il sindaco di Roma Capitale a margine di una visita ai lavori di  riqualificazione di Via di Ripetta commentando le prossime elezioni  regionali nel Lazio a seguito delle dimissioni del presidente della  Giunta Renata Polverini.

12.05 Cicchitto: “Fiorito, mai più tra i nostri candidati” -  "Tutto potrà fare Fiorito tranne che ricandidarsi nel Pdl". Lo assicura il capogruppo del Pdl alla  Camera, Fabrizio Cicchitto, conversando con i giornalisti a  Montecitorio. "Mi sorprende il suo umorismo pacchiano - aggiunge  Cicchitto - che sembra non rendersi affatto conto della grave  situazione giudiziaria che lo riguarda".

11.56 Polverini col suo staff -  All'indomani delle dimissioni da governatore della Regione Lazio, Renata Polverini questa mattina si è recata nei suoi uffici in via Cristoforo Colombo, sede della presidenza della Regione e della Giunta, dov'è ora in riunione con il suo staff.

11.47 Bersani riunisce i capigruppo -  Dopo il caso Lazio, Pier Luigi Bersani ha deciso di riunire questa sera al partito i presidenti delle Regioni amministrate dal Pd e tutti i capigruppo del Consiglio regionale. Al centro dell'incontro, questa sera alle 19 nella sede di Largo del Nazareno, i tagli e i costi della politica, la trasparenza e la necessità di una maggiore sobrietà.

11.23 Alfano vedrà i capigruppo - L'appuntamento è alle 13 in via dell'Umiltà. Angelino Alfano vedrà i capigruppo del partito di tutte le regioni per fare il punto della situazione dopo il caso Fiorito e  alla luce delle dimissioni della giunta Polverini. Il segretario del Pdl indicherà la linea da tenere, messa a punto con Silvio Berlusconi, per 'fare pulizia' in un partito travolto da troppi scandali in questi ultimi mesi. Sul tavolo c'è innanzitutto la vicenda del Lazio, ma all'ordine del giorno ci dovrebbero essere anche i casi Campania e Lombardia.

11.19 Storace a SkyTG24: "Polverini ha subito un'ingiustizia" - "Sulla faida interna al Pdl Polverini ha ragione" dice a SkyTG24 Storace. E aggiunge: "E' esploso il pandemonio e Polverini ne ha pagato le conseguenze" (GUARDA IL VIDEO).

11.15 Polverini: "Ho dormito bene" - "Ho dormito bene": così Renata Polverini ai giornalisti uscendo di casa il giorno dopo le sue dimissioni per lo scandalo dei fondi Pdl.

11.13 Squinzi: vicenda non commentabile - "Non è neanche il caso di commentare, basta leggere i giornali. Da comune cittadino ho un'impressione certamente negativa". Così il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, a margine dell'inaugurazione del Cersaie a Bologna, commenta la vicenda del cosiddetto Laziogate che ha travolto al regione guidata da Renata Polverini.

10.45 - Regione Lombardia, Martina (Pd): pronti a dimissioni - "Siamo pronti a fare il passo delle dimissioni come il Pd del Lazio ma chiedo ai gruppi di maggioranza (Pdl e Lega) di battere un colpo perché la responsabilità è loro, i numeri sono numeri". Il segretario del Pd lombardo, Maurizio Martina, dichiara la disponibilità del gruppo a dimettersi, come hanno fatto i consiglieri democratici del Lazio, a patto però che maturino le condizioni per 'un cambio di passo' anche all'interno della maggioranza.

10.01 Berlusconi: "Polverini non ha fatto nulla di male" - "Renata Polverini non ha fatto niente di immorale né di illegittimo, apprezzo la sua scelta". E ancora: "Rinnovamento del partito? Quel Fiorito non è una faccia vecchia, ha 41 anni anche se gliene davo 60". Lo afferma Silvio Berlusconi in un'intervista rilasciata all'Huffington Post. (IL VIDEO)

9.58 Buttiglione: in gioco prestigio istituzioni  - "Nessuno è colpevole fino a quando non se ne accertano i coinvolgimenti. Qui però siamo davanti ad un evidente problema di responsabilità. Intendo dire: io devo essere e sono responsabile di tutto ciò che fanno i miei uomini". Lo dice al Mattino il presidente dell'Udc Rocco Buttiglione commentando le dimissioni della governatrice del Lazio Renata Polverini. "Il punto chiave - prosegue - è che la selezione della classe dirigente è sbagliata. Quando si ha il compito di salvaguardare il prestigio delle istituzioni non ci si può davvero permettere di sbagliare".

8.49 Zingaretti: si è superato il limite  - "Era evidente che la maggioranza non poteva tenere in ostaggio un'intera Regione. Bene ha fatto Casini nel Lazio". Lo afferma, in un'intervista al Corriere della Sera, il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti sulle dimissioni del presidente della Regione Lazio Renata Polverini. Nel Lazio, secondo Zingaretti, si è "superato il limite". "Sono anni - osserva - che il berlusconismo ha dato colpi  micidiali alle istituzioni, indebolendo il rigore, la sobrietà e la serietà nelle classi dirigenti e politiche. Fiorito è un figlio esasperato di questa cultura, che si e' aggravata nell'attuale  disfacimento del Pdl. Siamo arrivati così alle ruberie e alle volgarità emerse alla Regione Lazio".

8.33 Casini: gesto di dignità - "E' uno dei pochi presidenti che non ha un avviso di garanzia e come tale non aveva nessun obbligo di dimettersi, ma ne ha fatto un obbligo di dignità e di responsabilità". Queste le parole del leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, rilasciate al Messaggero.

Leggi tutto