Fondi Pdl, si dimette il capogruppo del Lazio Battistoni

1' di lettura

Il consigliere era succeduto nell'incarico a Franco Fiorito, accusato di peculato nello scandalo che sta travolgendo la Regione. Polverini scioglierà la riserva sulle sue dimissioni venerdì 21 settembre in aula

Dopo un faccia a faccia con il segretario del Pdl, Angelino Alfano, il capogruppo del Pdl al consiglio regionale del Lazio, Francesco Battistoni (seppur non indagato nell'ambito dell'inchiesta nella quale l'ex capogruppo del Pdl Franco Fiorito è accusato di peculato) ha rassegnato le dimissioni, come chiedeva da giorni il governatore Renata Polverini.

La presidente, intanto, dopo le insistenti voci su sue possibili dimissioni in seguito allo scandalo, resta al suo posto. Per ora. E diversi maggiorenti del partito, a cominciare da La Russa, parlano di un "caso chiuso".  Ma resta grande incertezza sul futuro della giunta del Lazio. Renata Polverini non dovrebbe in ogni caso dimettersi prima di domani 21 settembre, giorno in cui l'aula della Pisana varerà i tagli e la riduzione dei costi della politica. Intanto, arrivano le prime indiscrezioni sull'interrogatorio di Fiorito (che il 19 settembre ha consegnato ai pm due casse di documenti e accusato otto colleghi), nel quale avrebbe coinvolto, seppure indirettamente, lo stesso governatore Polverini: "Non poteva non sapere". Ma Fiorito a SkyTG24 smentisce di aver tirato in ballo il governatore.

19.15 Fiorito a SkyTG24: "Mai accusato Polverini" - "Non ho detto che Renata Polverini non poteva non sapere. Non esiste alcun sistema e ho rendicontato tutto". Così l’ex capogruppo del Pdl al Consiglio regionale del Lazio, Franco Fiorito, parla ai microfoni di Sky TG24.  "Non mi piace essere paragonato a Luigi Lusi – ha aggiunto Fiorito  - e non ho paura di andare in carcere perché non c’è motivo di finirci”.

19.00 Il legale di Fiorito: "Possibili colpi di scena"
- Uno dei difensori di Franco Fiorito, l'avvocato Enrico Pavia che assiste il consigliere insieme con Carlo Taormina prevede che la vicenda potrebbe avere clamorosi sviluppi e colpi di scena. Secondo il penalista "Fioritoè provato ma allo stesso tempo è determinato nella richiesta di approfondimenti delle posizioni di altri consiglieri regionali".

18.30 Capigruppo Udc, la Destra e lista Polverini in sede giunta - I capigruppo dell'Udc, Francesco Carducci, de La Destra, Francesco Storace, e della Lista Polverini, Mario Brozzi, sono stati questo pomeriggio nel palazzo della giunta regionale del Lazio, probabilmente per incontrare la governatrice Renata Polverini. Nessun esponente del gruppo Pdl, invece, è stato visto varcare il cancello principale dell'edificio: attualmente, con le dimissioni di Battistoni, il posto è tecnicamente vacante. "Ho incontrato la Polverini a quattr'occhi - ha spiegato Carducci lasciando la Regione - andiamo avanti sulle decisioni prese dalla capigruppo e sul processo di rigore che il Consiglio si è dato. Se Polverini andrà avanti? Questo - ha concluso - dovete chiederlo a lei...".

17.26 Alfano: "Dimissioni di Battistoni gesto di responsabilità" -
"Il consigliere regionale Francesco Battistoni si è dimesso da capogruppo non gia' perche fosse indagato o sfiduciato politicamente, ma per un suo gesto di grande responsabilità nei confronti delle istituzioni e del Pdl che non possiamo che apprezzare". E' quanto dichiara il segretario nazionale del Pdl, Angelino Alfano.

16.12 La Russa: "Per noi il caso è chiuso" -
"Per noi sì, il caso è chiuso. Quello che il Pdl doveva fare l'ha fatto, auspichiamo che Polverini non si dimetta". Lo ha detto il coordinatore del Pdl Ignazio La Russa, al termine del vertice a palazzo Grazioli, in merito all'inchiesta sui fondi del Pdl in Regione Lazio che ha travolto il partito a livello locale.

16.05 Fiorito: "Ero ossessionato dalle richieste di denaro" -
Non ne potevo più, ero ossessionato dalle richieste di denaro da parte degli altri consiglieri del mio gruppo". Così l'ex capogruppo al Consiglio regionale del Lazio del Pdl, Franco Fiorito, ascoltato ieri dagli inquirenti della Procura di Roma che lo hanno indagato per peculato.

16.00 Polverini vede i capigruppo -
Serie di incontri con i capigruppo della maggioranza per Renata Polverini. Dopo Francesco Storace e Mario Brozzi, capogruppo della Lista Polverini alla Pisana, è stato il turno del rappresentante dell'Udc, Francesco Carducci.

15.52 -  Fiorito: accordo su 100mila euro anno a consigliere -
Un accordo di ripartizione dei fondi tra tutti i gruppi del consiglio regionale in funzione della loro consistenza politica che prevedeva l'assegnazione di 100 mila euro l'anno a ciascun consigliere per finalità politiche ed un accordo all'interno del Pdl che raddoppiava o triplicava tale assegnazione a seconda degli incarichi ricoperti. E' il sistema di divisione dei fondi descritto da Franco Fiorito nel corso dell'interrogatorio al quale e' stato sottoposto ieri.

15.50 - Fiorito: "La Polverini non poteva non sapere" - "La presidente della Regione Renata Polverini non poteva non sapere, poiché si trattava di una decisione di cui la giunta prendeva atto, dell'accordo di ripartizione dei fondi assegnati ai gruppi dall'ufficio di presidenza". E' quanto ha sostenuto ieri Franco Fiorito durante l'interrogatorio da parte dei pm di Roma.

15.40 La seduta del consiglio fissata alle 11 e 30 di domani - Il Consiglio regionale del Lazio è convocato in seduta ordinaria per domani, alle ore 11.30, per l'esame dei provvedimenti relativi al dimezzamento del numero delle commissioni consiliari permanenti, dalle sedici attuali a otto, e alla cancellazione delle tre commissioni speciali, secondo quanto previsto dall'Ordine del giorno 299 sui tagli alle spese del Consiglio, approvato dall'Aula il 17 settembre.

14.45 Codacons avvia procedura per danno erariale -
Il Codacons ha avviato le procedure per chiedere all'amministrazione regionale e ai singoli consiglieri la restituzione di 23 milioni di euro - soldi che nel 2006 la Regione accantonò a titolo di spese della Regione per l'anno finanziario 2007 - e alla Corte dei Conti l'avvio di una indagine per danno erariale. "Proprio nel 2007 - spiega l'associazione - l'amministrazione regionale, guidata all'epoca da Piero Marrazzo, finì nell'occhio del ciclone per una pioggia di soldi pubblici regalati senza alcun criterio ad una lunga lista di associazioni ed enti, attraverso una procedura di assegnazione che venne dichiarata illegittima dal Tar del Lazio e dalla Corte Costituzionale".

14.16 Storace: "Polverini fa bene a dire quel che dice" -
Francesco Storace leader della  destra e consigliere regionale laziale si esprime così sulle  dimissioni del capogruppo Pdl in regione Battistoni: "Sono orgogliosamente della destra". E sul comportamento della presidente  della regione Lazio dice: "Sulla Polverini non abbiamo alcun dubbio. Fa bene a dire le cose che dice. Il Pdl deve risolvere dei problemi non c'è dubbio. Non può pensare che noi stiamo turisti della Regione".

13.21 Battistoni si dimette  - Il capogruppo Pdl alla Regione Lazio Francesco Battistoni si è  dimesso dopo avere incontrato i vertici del Partito di via dell'Umiltà. Battistoni, secondo quanto si apprende, ha rassegnato dimissioni "irrevocabili".

13.20 Vertice Berlusconi-stato maggiore Pdl - Riunione a palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi e lo stato maggiore del partito. A via del Plebiscito sono attesi coordinatori e capigruppo del Pdl oltre al segretario Angelino Alfano. Tra i punti all'ordine del giorno la bufera che ha investito il Pdl Lazio in seguito allo scandalo dei fondi.

13.07 Battistoni a via dell'Umiltà, ipotesi nuovo capogruppo - Il capogruppo Pdl alla Regione Lazio, Francesco Battistoni, si trova da alcune ore nella sede nazionale del partito, in via dell'Umiltà a Roma per un incontro con i vertici regionali e nazionali. La discussione, secondo quanto si è appreso, verterebbe, tra l'altro, sulla sostituzione del capogruppo Pdl alla Pisana.

12.59 Polverini: "Non chiedo teste, ma è ora di tacere" - "Non ho chiesto la testa di nessuno, non è mia abitudine. Faccio la presidente della Regione. Quelle che sono le mie prerogative le rispetto e le utilizzo se ce n'è bisogno". Così la governatrice del Lazio, Renata Polverini, ai microfoni di RepubblicaTv.

12.57 De Lillo (Pdl): "Dovevamo commissariare il partito nel 2010" -
"Sul centrodestra pesa la mancata presentazione delle liste, che ha comportato un vulnus di rappresentatività. Il primo partito del Lazio, mancando della lista a Roma, ha determinato molti problemi, e questo si sente oggi". Lo ha detto il senatore Stefano De Lillo, del Pdl che è stato anche consigliere regionale, intervistato da Radio Radicale sullo scandalo alla Regione Lazio. "Condivido chi dice che si è trattato di errori nostri", ha aggiunto De Lillo. "Occorreva dare da subito un segnale di discontinuità".

12.47 Battistoni convocato da Alfano - Francesco Battistoni, capogruppo Pdl al consiglio regionale del Lazio, subentrato all'ex capogruppo Franco Fiorito al centro dell'inchiesta sui fondi pidiellini in Regione, e del quale la governatrice Renata Polverini ha chiesto le dimissioni, è stato 'convocato' dal segretario Aneglino Alfano in via dell'Umiltà. Lo si apprende da fonti Pdl.

12.41 Bertolini (Pdl): "Il partito si avvia verso il default" - "Tra gente che fa un utilizzo disinvolto del denaro pubblico, senza un'adeguata condanna dei vertici, una linea politica ondivaga e il triste spettacolo di colonnelli interessati solamente a quanti posti saranno riservati nelle liste per la loro corrente, fa del Pdl un esperimento che si sta tristemente avviando verso il default. Un partito figlio di una fusione a freddo, che ha tradito le aspettative degli elettori e chi si e' dimostro incapace di rappresentare quella parte di Italiani che si riconoscono nei valori liberaldemocratici". Lo afferma Isabella Bertolini del Pdl. "Il Pdl - rileva - non è più da tempo una risorsa per il Paese".

12.38 Polverini: "C'è chi parla al posto mio" - "Qualcuno parla al posto mio, domani c'è un consiglio, voi sapete che ho scelto la sede istituzionale che è il luogo dove mi hanno eletto tutte le persone". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Renata Polverini, dopo la bufera sul Pdl Lazio, rispondendo a una domanda sulla giornata di ieri e le voci  che si sono rincorse sulle sue possibili dimissioni. Domani è  prevista infatti la riunione del consiglio regionale del Lazio sui tagli ai costi della politica chiesti dalla stessa Polverini, che proprio sull'ok alla sforbiciata aveva condizionato il suo impegno ad andare avanti.

12.35 Polverini, oggi i dati dei conti - "Oggi diremo i dati sui conti. Ho dato disposizione ai miei uffici di rendere noti i dati e di metterli in rete, per dimostrare quello che noi abbiamo fatto e quelli che hanno fatto gli altri", ha detto Renata Poverini.

12.33 Gdf nella sede del Consiglio regionale - Gli investigatori del nucleo valutario della Guardia di Finanza si trovano da questa mattina nella sede del Consiglio regionale del Lazio, alla Pisana, per ascoltare alcune persone. Secondo quanto si è appreso gli investigatori starebbero cercando riscontri alle parole e alle carte depositate da Franco Fiorito.

12.17 Polverini: "Fesa De Romanis? Ero sconcertata" - "Sono stata invitata ad una festa da un consigliere per festeggiare l'addio al suo vecchio incarico, questo ragazzo credo abbia rapporti con Tajani: le foto mostrano il mio sconcerto e me ne sono andata via subito", così Renata Polverini, uscendo di casa con la madre per andare ad una visita medica, in riferimento al toga party del consigliere regionale Carlo De Romanis le cui foto hanno fato il giro del web.

12.16 Alemanno: "Polverini stringa i denti e vada avanti" - "Io credo che Renata debba stringere i denti e andare avanti anche perché c'è un elemento che deve essere chiaro: le responsabilità della giunta del presidente sono distinte da quelle del consiglio e Renata sta rivolgendo un forte appello a  tutti i gruppi per riuscire a fare questo rinnovamento". Lo afferma il sindaco di Roma Gianni Alemanno, a margine della presentazione della  14esima edizione del festival "Uto Ughi per Roma", riferendosi a  caso Fiorito e all'ipotesi di dimissioni da parte del governatore  Renata Polverini. "Questo appello - conclude - deve essere accolto dai partiti a cominciare dal Pdl e il Pdl deve fare un grande sforzo per voltare pagina".

12.13 Polverini: "Io onesta voglio uscirne bene" - "Io sono una persona onesta, non ho
mai rubato nulla e respingo scenari raccapriccianti", ha detto la presidente della Regione Lazio Renata Polverini. "Di questa classe politica ne faccio parte ma ne voglio uscire bene", ha aggiunto e replicando a chi le chiedeva una candidatura da premier: "Ma per carità".

12.07 Polverini, dimissioni? Domani in Aula si vedrà - "Dimissioni? qualcuno parla al posto mio, domani si riunisce il consiglio, poi vediamo". Lo ha detto la presidente della Regione Lazio Renata Polverini uscendo di casa "per recarmi dal medico". "Ho condizionato il mio
impegno al consiglio, non sono disposta a pagare le colpe di altri", ha detto Polverini.

12.04 Nucara: "Polverini si dimetta" - "Come è evidente, la situazione della regione Lazio non è più sostenibile. Sarebbe il caso che la Polverini prenda atto delle sue responsabilità oggettive almeno per il mancato controllo di quello che stava accadendo sotto i suoi occhi e si dimetta una volta per tutte". Lo dichiara il segretario del Pri Francesco Nucara.

12.02 Alfano: "Mai più" - "Mai più" quello che è accaduto nel Lazio". Il segretario politico del Pdl nazionale, Angelino Alfano, convoca, martedì" 25 settembre, presso la sede del Popolo della Libertà, in via dell'Umiltà, i capigruppo e i vice capigruppo di tutti i Consigli regionali d'Italia.

11.41 Pm: gestione dei finanziamenti fuori controllo - La gestione dei fondi del finanziamento pubblico che finiva nelle casse dei gruppi consiliari della Regione Lazio, era "senza controllo", "spesso caotica", e con violazioni di legge. E' quanto emerge dagli ultimi accertamenti degli inquirenti della Procura di Roma che ieri hanno ascoltato per oltre 7 ore l'ex capogruppo del Pdl alla Pisana Franco Fiorito.

09.17 Lupi: "La vicenda interroga tutti i partiti" - Nel Lazio "è successo qualcosa di ingiustificabile e di inaccettabile che interroga tutti i partiti, non solo il Pdl, perché dopo i casi di Lusi e di Belsito qui si getta ulteriore discredito sull'uso delle risorse pubbliche da parte delle forze politiche". Lo afferma il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi in un'intervista al Mattino, in cui ribadisce il sostegno del Pdl alla presidente della Regione Renata Polverini. "Polverini ha assunto una posizione molto netta in questa vicenda e il Pdl è accanto a lei. C'è bisogno di un cambio di passo", dice Lupi.

08.40 - Alemanno: "Polverini tenga duro" - La Presidente della Regione Lazio Polverini "sta sicuramente considerando l'idea delle dimissioni, non da ieri ma da qualche giorno. Personalmente non so se le darà perché ieri ho provato più volte a chiamarla senza riuscire a parlarci. Io la invito a non dimettersi, a tenere duro e a fare pulizia". Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, parlando dello scandalo Lazio a Omnibus, su La7.

Leggi tutto