Fondi Pdl, Polverini: "Ora la maggioranza è ricompattata"

1' di lettura

Il presidente della regione Lazio a SkyTG24 conferma la sua linea del "rigore o tutti a casa" dopo l'esplosione dello scandalo che ha investito il Consiglio regionale. E si rammarica per l'astensione dell'opposizione: "Poteva dare un messaggio diverso"

"Questo momento di difficoltà ha ricompattato la maggioranza. Abbiamo portato un voto compatto e abbiamo ottenuto un'astensione dall’opposizione che a mio avviso poteva votare a favore perché sarebbe stato un messaggio diverso". Lo ha detto a SkyTG24 il presidente della Regione Lazio Renata Polverini il giorno dopo il suo intervento in Consiglio regionale. Una seduta straordinaria convocata in seguito all'esplosione dello scandalo che ha investito la gestione dei fondi Pdl in Consiglio regionale. Vicenda per cui l'ex capogruppo Franco Fiorito è stato indagato per peculato.

"Ieri ero a un bivio, potevo salvare la mia faccia dimettendomi e mandando a casa tutti anche gli amministratori onesti - ha detto la Polverini - o potevo dare la opportunità a chi ha voglia insieme a me di proseguire dando un buon esempio". 

A proposito dei tagli, il presidente del Lazio ha spiegato: "Noi abbiamo una disposizione nazionale che inevitabilmente farà riparametrare gli stipendi. Inoltre tra le varie voci che ieri abbiamo messo c’è il dimezzamento di una delle indennità che va a i consiglieri. Possiamo e dobbiamo fare di più agendo su tutte le voci".

Leggi tutto