Berlusconi: “Al paese serve vera guida. Candidarmi? Dipende”

1' di lettura

Dopo aver disertato la festa dei giovani del Pdl ad Atreju, l’ex premier torna a parlare da Venezia, dove si è imbarcato per una crociera organizzata dal Giornale: “Questa politica ci porta verso la recessione. Se torno dipende dalla legge elettorale”

E' necessario dare al "paese una guida che sia effettivamente tale, che possa intervenire per rendere, attraverso il cambiamento della Costituzione, governabile il paese". E che "non prosegua questa politica che ci porta irreversibilmente verso la recessione. Così Silvio Berlusconi, a Venezia dove si è imbarcato (FOTO) su una nave per una crociera organizzata dal quotidiano il Giornale
Il Cavaliere di rientro dal Kenya, dove è stato ospite della tenuta di Flavio Briatore, aveva disertato venerdì 14 settembre l’appuntamento ad Atreju con i giovani del Pdl.

"In questo momento c'è molta confusione" - Berlusconi ha osservato che in questo momento "c'è una situazione molto confusa, molto frazionata, quindi - ha aggiunto - stiamo guardando allo sviluppo di questa situazione". "Ma è chiaro - ha affermato che quello a cui dobbiamo puntare è di avere una consapevolezza da parte di tutti gli italiani sulla necessità di dare al Paese una guida che sia effettivamente tale". 

"Io candidato? Dipende da legge elettorale" - L’ex premier ha sottolineato che la sua eventuale candidatura alla premiership dipende "dalle condizioni che si verificheranno, da quale sarà la legge elettorale".
Poche ore prima, il segretario del Pdl Angelino Alfano era intervenuto sullo stesso argomento: "Sono convinto che Berlusconi si candiderà ed è chiaro che sarà lui il candidato se si tiene presente che lui è il fondatore del partito". Secondo Alfano, l'ex premier "è anche un uomo che non e' mai uscito dal campo. La questione del momento dell'annuncio della decisione per uno che la notorietà di Silvio Berlusconi e che gode della fiducia nel Paese non è certo un tema centrale".

Leggi tutto