L'Espresso: "Berlusconi vorrebbe Renzi premier"

1' di lettura

Il settimanale pubblica un documento per la rinascita politica del Cavaliere, che immagina una "lista civica nazionale alleata con il sindaco di Firenze, destinato a palazzo Chigi". Il primo cittadino replica: "E' un dossier ridicolo, che schifo"

Prima s'arrabbia. "Il dossier dell'Espresso è ridicolo. Che schifo...". Poi la prende a ridere. "Il piano esiste! L'hanno firmato non solo Verdini e Dell'Utri, ma anche Luciano Moggi, Licio Gelli, Jack lo Squartatore e Capitan Uncino". 
Matteo Renzi reagisce così su facebook all'indiscrezione de l'Espresso, secondo la quale Silvio Berlusconi lo vorrebbe candidato a palazzo Chigi. Un'indiscrezione corredata da un documento, scannerizzato e pubblicato, che avrebbe commissionato Berlusconi, in cui si ipotizza, scrive il settimanale  "una Lista civica nazionale" alleata "con il sindaco di Firenze, destinato a palazzo Chigi. Obiettivo: salvare Silvio dai giudici e (se possibile) farlo eleggere Presidente della Repubblica".

"La rosa tricolore" - Il documento, continua l'Espresso, "circolava ieri (il 20 giugno, ndr) riservatamente nell'aula di palazzo Madama mentre i senatori si apprestavano a votare per l'arresto di Luigi Lusi. Appena arrivato da Milano, top secret, affidato soltanto a un ristrettissimo gruppo di notabili berlusconiani. Nessun file, solo carta, come ai bei vecchi tempi. Otto pagine dattiloscritte più la copertina, titolo 'La Rosa Tricolore', sottotitolo 'Un Progetto per vincere le elezioni politiche 2013'. E il simbolo, una rosa stilizzata con i petali rossi, bianchi e verdi su tutte le pagine".

Il progetto prevede che tutti dirigenti del Pdl siano rimpiazzati, e il partito sia sostituito da  "un movimento leggero, solo nazionale, senza apparati regionali, costi bassissimi, senza finanziamento pubblico" e "con la Rete al posto della tv". La lista dovrebbe essere fiancheggiata da alleati che vanno dalla lista Santanchè, agli animalisti della Brambilla, sino a una fantomatica nuova Alleanza democratica con gli ex dc, fino a una Lista Sud e una Lista Nord se l’alleanza con la Lega non dovesse rinsaldarsi.

Le reazioni in Rete - Il documento pubblicato dal settimanale, oltre a suscitare l’indignazione del sindaco di Firenze, scatena anche i suoi sostenitori, che in Rete commentano la notizia e si schierano col primo cittadino. "Sei meravigliosamente vero! Non ti curar di loro... ma  guarda e passa...". scrive Viral A. E Lorenzo G. si aggiunge: "Una cosa è certa: non sei D'Alema grazie a Dio, perciò da te nessun assist alle destre". Sarcastico Stefano R.: "Accidenti! C'è anche la  scannerizzazione del doc. originale! Ma questo è un vero e proprio  Renzigate!".Ma c’è anche chi come Elena T. non è sconvolta dal piano berlusconiano: "Sindaco, devo riconoscere che non mi sorprenderebbe tutto questo! Spero di cuore che l'Italia non sia così sprovveduta". E perfino elettori di destra come Ginevra P. che confessano che avrebbero votato Renzi volentieri. Un cittadino poi domanda polemico: "Ma tu non dovevi fare il sindaco??".

L'Espresso: "Renzi confonde dossier e documenti" - Intanto a Renzi replica il direttore dell'Espresso Bruno Manfellotto: "Renzi distingua tra dossier e documenti dello staff del premier. Un conto sono i dossier, che affollano i cassetti e non sono destinati alla stampa, e un altro sono i documenti, destinati alla pubblicazione. Perché il sindaco di Firenze si arrabbia tanto se c'è una parte del Pdl, o qualche consigliere berlusconiano, che guarda a lui con simpatia, tanto da augurarsi una sua discesa in campo autonoma dal Pd?".

Leggi tutto