Prima grana per Pizzarotti. Dal blog di Grillo lo attaccano

1' di lettura

Una frase del neo-sindaco di Parma ("Hanno votato me, non Grillo") scatena la polemica. Molti sostenitori del comico lo accusano di irriconoscenza: "Vergogna". Il Movimento 5 Stelle smentisce: è solo una montatura giornalistica

“Ho vinto io, non Grillo”. E’ in queste poche parole, ripetute nelle interviste del neo-sindaco di Parma Federico Pizzarotti, la prima polemica interna al Movimento 5 Stelle dopo il successo delle amministrative. Nessuno scontro Pizzarotti-Grillo, assicurano i "grillini", che accusano la stampa di "manipolazioni". Ma sul sito www.beppegrillo.it, che in base al ‘Non Statuto’ del M5S è anche sede del movimento, sono in molti a prendersela con Pizzarotti. “Non hai vinto tu”, scrivono. “Devi essere riconoscente a Grillo”.

Chi ha vinto a Parma - “A Parma non ha vinto Pizzarotti, ma i cittadini”. In un video pubblicato su Youtube subito dopo la vittoria ai ballottaggi, Grillo attribuisce il successo alla libera scelta dei cittadini in favore del movimento. Pizzarotti naturalmente concorda, ma nelle prime interviste da sindaco ripete una frase che non passa inosservata. In una forma di volta in volta leggermente diversa, ma con concetto identico: “I cittadini di Parma hanno eletto me e non sicuramente Grillo” (SkyTg24). “Non ha vinto Grillo. Ho vinto io. Lui ha seminato, ma poi il lavoro vero l’abbiamo fatto noi sul territorio” (Il Messaggero). “Grillo ha aperto una strada, ma a Parma abbiamo vinto noi” (La Repubblica).
Una presa di distanza dal comico, che neanche una settimana fa era in piazza a Parma per fare da traino nelle urne al M5S? No, assicura Pizzarotti. Non c’è intento polemico nelle sue parole. I rapporti con Grillo sono buoni. Ma c’è una distinzione di ruoli: “Non sarei qui se non fosse stato Grillo a dare la spinta propulsiva del M5S – afferma – Ma i cittadini hanno votato noi e la giunta la porteremo avanti noi. Sono due elementi che andranno a braccetto per cercare di cambiare questo Paese”.

“Non hai vinto tu” – Intanto, però, le frasi di Pizzarotti sono giunte alle orecchie dei sostenitori del M5S. E alcuni di loro non l’hanno presa affatto bene. “Le sue parole mi hanno gelato il sangue – scrive Giovanni C. tra i commenti sul blog di Grillo – Caro Pizzarotti, la gente ha votato Grillo e tu sei stato scelto come tramite, renditene conto. Oggi senza Beppe avresti già timbrato la tua presenza giornaliera in banca”. “A Parma hanno vinto i cittadini – dice al sindaco Alessandro D. – Non è la tua vittoria, devi essere riconoscente a vita dell’opportunità che ti ha dato Grillo. Viva viva Grillo”.
“Grillo dopo una vita di lavoro e di successi potrebbe benissimo starsene stravaccato su uno yacht all’ancora davanti a una villa ai tropici – rammenta un accorato Franco G. - E invece la sua coscienza civile lo ha portato ad ammazzarsi in giro con un camper e fare 70 comizi in un mese. Per fortuna di ingrati come te ce ne sono pochi. Vergogna”. “Ho due amici di Parma: si fossero presentati loro sotto il simbolo 5 Stelle avrebbero preso gli stessi voti”, ricorda Massimo R.. E il parmigiano Alex Scantalmassi: “Mi spiace, ma non mi sento rappresentato dal neosindaco”. ‘A Ve’ di Pomezia si spinge oltre: “Il Pizzarotti mi sa di agente destabilizzante infiltrato per nuocere al movimento”.
“Adesso mi hai rotto – scrive Claudio al neo-sindaco – accendo la tv e ti vedo, accendo la radio e ti sento. Fai in modo che la sbornia da vittoria abbia fine al più presto”. Qualcuno nota inoltre che mentre Grillo ha subito annunciato che l’inceneritore di Parma non si farà più, Pizzarotti afferma che sull’argomento consulterà i cittadini. “Gli inceneritori non si fanno punto e basta! Pizzarotti, non dimenticarti chi ti ha eletto”, avverte Antonio.

M5S: non c'è nessuna polemica – “Non c’è nessuna polemica tra Grillo e Pizzarotti, ma una semplice montatura giornalistica”, afferma Giovanni Favia, consigliere regionale in Emilia Romagna per il Movimento 5 Stelle. “E’ una polemica forzata. Come ha detto lo stesso Pizzarotti hanno vinto i cittadini e come ha detto Grillo a Parma la città non la guiderà lui, ma Pizzarotti, realizzando un mandato partecipato con tutta la città”. Di più. “Attenti – dice Favia – a strumentalizzare. Dietro l’anonimato ci potrebbero essere antagonisti politici del M5S che rilasciano commenti per creare ad arte una non-notizia”. Come lui, la pensano anche molti che dal blog di Grillo in queste ore se la prendono con la stampa per quella che definiscono una “campagna di denigrazione per mettere zizzania”: “Non cadiamo nella trappola”.

Leggi tutto