Sisma, Errani a SkyTG24: "Sospendere l'Imu"

1' di lettura

Il presidente della Regione Emilia Romagna fa il punto dopo il terremoto. "I danni sono ingenti, il tema della ricostruzione va affrontato con la solidarietà di tutto il Paese". Martedì 22 Cdm per l'esame della "dichiarazione dello stato di emergenza"

La priorità ora è prestare assistenza a tutte le persone. Poi occorrerà pensare al tema della ricostruzione, che va "affrontato con l'aiuto di tutto il Paese". Il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani, ai microfoni di SkyTG24, fa il punto della situazione dopo il terremoto che domenica 20 maggio ha provocato sette morti e lasciato senza una casa 4000 persone.
"Le scosse continuano - spiega - e questo crea preoccupazione nei cittadini". E aggiunge: "Al momento è impossibile fare una stima dei danni. Sono ingenti", ma sono in corso tutte le verifiche del caso per avere un quadro completo.

Sospendere i pagamenti Imu - Una volta stimati i danni rilevanti subiti dagli edifici, chiediamo "la sospensione dei pagamenti dell'Imu, delle tassazioni delle imprese e degli oneri previdenziali, che vanno anticipate.

Martedì 22 maggio il Cdm - Intanto, nella giornata di lunedì 21 maggio, è previsto un incontro tra il presidente della regione Vasco Errani e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà. Per martedì, invece, è stato convocato il Consiglio dei ministri per l'esame della "dichiarazione dello stato di emergenza per le zone dell'Emilia-Romagna colpite dal sisma". Lo si legge in una nota di Palazzo Chigi che indica all'ordine del giorno anche l'esame di leggi regionali in scadenza.

Leggi tutto