Svolta a Como: per la prima volta vince il centrosinistra

1' di lettura

Mario Lucini, appoggiato da Pd, Sel e da alcune liste civiche, è il nuovo sindaco della città. Al ballottaggio ha nettamente battuto la candidata del Pdl Laura Bordoli con il 74,86% dei voti

Mario Lucini, candidato sindaco del centrosinistra (Pd, Sel, liste civiche), è il nuovo sindaco di Como (guarda i risultati). Al ballottaggio ha nettamente battuto la candidata del Pdl Laura Bordoli con il 74,86% dei voti (dato definitivo: 21.562 a 7.238).

Per Como si tratta di una svolta storica: da quando c'è l'elezione diretta del sindaco, aveva sempre vinto il candidato del centrodestra, cinque anni fa addirittura al primo turno. Lucini partiva già favorito dall'alto del suo 35,5% del primo turno contro un Pdl (13.17% quindici giorni fa) in sofferenza, arrivato al voto spezzato in due dalla defezione della componente “liberal” del partito e che ha pagato i problemi patiti dagli ultimi cinque anni di amministrazione, con lo scandalo del muro sul lungolago e dei lavori per le paratie bloccati da anni.

Lucini ha vinto nettamente, dopo quindici giorni di campagna elettorale particolarmente aspra e di confronto acceso, specie sui temi dell'immigrazione. "Festeggiamo pure, ma ricordandoci la sofferenza che stanno vivendo diverse famiglie - sono state le prime parole del nuovo sindaco - Per cui facciamolo con saggezza. Il bello inizia adesso. Se siamo arrivati qui è perché mi sono sentito sostenuto da decine e decine di persone. Questo è il successo di tutti".

Leggi tutto