Brindisi, Latorre (Pd): “E' stato un attentato"

1' di lettura

Intervistato da SkyTG24, il senatore del Partito Democratico non esclude alcuna pista per l'ordigno esploso davanti all'istituto Morvillo-Falcone , dove è morta una ragazza. “La bomba nella scuola è un fatto inedito per l’Italia”

“Le uniche cose certe sono che questo è un attentato meditato per fare una strage, con un profilo chiaramente terroristico. La matrice, politica o mafiosa si dovrà accertare”. Lo dice Nicola Latorre, senatore del Partito democratico, intervistato da SkyTG24 sull'esplosione di un ordigno nella scuola "Morvillo-Falcone" di Brindisi. L'attentato ha causato un morto e sette feriti.

“Gli ordigni sono stati fatti esplodere probabilmente con strumenti tesi a prevedere l’orario di esplosione. A quell’ora, davanti alla scuola, quando i ragazzi entrano in classe. Questa strage non ha alcun precedente. E’ la prima volta che un attentato viene fatto davanti una scuola con l’intenzione di uccidere i nostri ragazzi”, continua il senatore che è originario di Fasano, in provincia di Brindisi.

“La violenza, il carattere criminale delle organizzazioni che operano anche nel nostro territorio non escludono un attentato di questa natura. Il fatto inedito è la scuola, sono i ragazzi. Ci sono una serie di ragioni che fanno pensare alla pista criminale, come l’intestazione della scuola, la giornata della legalità, la vicinanza al tribunale. Gli inquirenti dovranno valutare, ma credo che non si possa escludere alcuna matrice. Credo che si tratti di un atto terroristico, probabilmente mafioso”.

Leggi tutto