Il primo sindaco grillino: “Soddisfatto, ma ora i fatti”

1' di lettura

Roberto Castiglion, 32 anni, candidato del Movimento 5 Stelle, è stato eletto con il 35% dei voti a Sarego, paese del basso vicentino. A SkyTG24 dice: “Gli occhi delle persone saranno puntati qui per vedere cosa c’è oltre alle parole”

Si chiama Roberto Castiglion, ha 32 anni, è ingegnere all’Enel di Marghera ed è il primo sindaco nella storia del Movimento 5 Stelle. Il candidato grillino è stato eletto con il 35 per cento dei voto a Sarego, 6.500 anime nel basso vicentino. "Beppe Grillo l’ho conosciuto una settimana fa, quando è venuto qua e gli ho stretto la mano – racconta –. L’ho sentito dopo la vittoria ed era al settimo cielo. Dice che con me è nata la Terza repubblica".

Sposato, due figli, Castiglion non si aspettava un simile risultato. “Non me ne rendo ancora conto”, ammette. Ma quando si tratta di elencare i primi punti del suo programma non ha dubbi: difesa dell'ambiente, piste ciclabili, piano regolatore. Ai microfoni di SkyTG24 il neosindaco rivela: “Sono soddisfatto, ma ora ho una grande responsabilità perché gli occhi delle persone saranno puntati qui per vedere se oltre alle parole ci saranno i fatti”.

Sarego, il paese in cui Roberto Castiglion ha sbancato, è stato sede del Parlamento padano. “La nostra non è una convivenza conflittuale”, dice il nuovo sindaco sulla Lega Nord. E nel suo primo giorno all’interno del palazzo comunale aggiunge: “Non siamo l'antipolitica, ma una nuova politica. Siamo un gruppo di giovani, metà dei quali laureati, e abbiamo molto entusiasmo. Lo stesso che, evidentemente, abbiamo saputo trasmettere ai concittadini durante la campagna elettorale”.

Leggi tutto