Sull'Imu a rate è scontro tra partiti

1' di lettura

Secondo Pier Luigi Bersani la divisioni in diverse tranche della tassa rischia di mettere in ginocchio i comuni: "Non potranno pagare gli stipendi". Ma per Angelino Alfano pagare la tassa in un unica soluzione sarebbe un peso eccessivo per le famiglie

Scontro sull'Imu a rate. "I Comuni non potranno pagare gli stipendi", avverte il leader del Pd Pierluigi Bersani, mentre il segretario del Pdl, Angelino Alfano, è sicuro che il governo accetterà la proposta di rateizzazione. Le rate sono una delle novità che arriveranno lunedì come emendamenti al decreto fiscale. Sempre lunedì il consiglio dei ministri varerà la delega fiscale, e il Def, il Documento di Economia e Finanza, nel quale saranno riviste al ribasso di circa un punto le stime di crescita per il 2012. Il premier Mario Monti intanto afferma che l'idea di scoraggiare l'uso del contante, attraverso un sistema di incentivi e disincentivi che porti alla tracciabilità anche per importi minimi, è "meritevole di considerazione". La Corte dei Conti invece torna sulle tasse sulla casa e avverte: senza agevolazioni sulle case affittate il rischio è quello di evasione. E ancora: l'aumento della base imponibile ai fini Imu, fatta in maniera standard, crea "distorsioni" e quindi è necessaria la riforma del catasto.

Scontro sull'Imu
- Si preannuncia dunque animata la discussione, lunedì, in Commissione Finanze della Camera, sulla rateizzazione dell'Imu che verrà proposta con un emendamento al decreto legge fiscale dal relatore, Gianfranco Conte del Pdl. Il Pd propone di alleggerire l'Imu introducendo "un'imposta personale sui grandi patrimoni immobiliari", mentre Alfano del Pdl insiste: "Un'unica rata sarebbe improponibile per le famiglie che vivono in una situazione di grande difficoltà". Sulle rate si profilerebbe un doppio binario: due per le seconde case e tre (a giugno, settembre e dicembre) solo per l'immobile in cui si abita.

Corte dei Conti: "Rischio per gli affitti in nero"
- Rateizzazione Imu ma non solo: il relatore annuncia possibili novità anche sulle case storiche e quelle affittate a canone concordato. Al proposito arriva anche il parere della Corte dei Conti: la mancata riproposizione dell'abbattimento dell'aliquota Imu nei confronti di possessori di alloggi concessi in locazione "suscita perplessità" e "tale previsione, unitamente alla revisione degli estimi catastali, potrebbe ridurre la convenienza alla regolarizzazione dei rapporti locativi", avverte la magistratura contabile nell'ultima Relazione sulle leggi di spesa.

Il governo modifica al ribasso le previsioni sul Pil - Novità anche per lo stop al cash, oltre i 1.000 euro, per i pagamenti della Pubblica amministrazione. Potrebbe slittare da maggio a settembre. Imu più leggera anche sui fabbricati invenduti delle imprese edili: il relatore ha dato il suo parere positivo ad un emendamento in tal senso. Come anche potrebbe arrivare una "tassa di sbarco" di 1,50 euro a favore delle isole minori. Lunedì arriva anche la delega. Il sottosegretario all'Economia Vieri Ceriani conferma: ci sarà il fondo per alleggerire la pressione fiscale con le maggiori entrate che arriveranno dalla lotta all'evasione. Come anche saranno affrontate altre materie: abuso di diritto, tassazione ambientale, riordino dell'Iva e della tassazione di impresa. Si va verso una conferma delle attuali cinque aliquote Irpef. Infine il Def: il governo, in linea con quanto già stimato dall'Europa, dovrebbe tagliare le stime di crescita per il 2012 di circa un punto percentuale, da -0,4% a -1,3/-1,5%

Leggi tutto