Angeletti contro Fornero, botta e risposta sul licenziamento

1' di lettura

Martedì il sindacalista leader della Uil aveva detto: "Il ministro dovrebbe venire licenziato per giusta causa". Il giorno dopo la responsabile del dicastero del lavoro gli risponde: "Decidano gli italiani". GUARDA IL VIDEO

Leggi anche:
Come si licenzia in Europa?
Sale la tensione tra Monti e i partiti

"La vicenda dell'articolo 18, così come la vicenda degli esodati, se posso dirla con una battuta, rappresentano un fondato motivo per un licenziamento del ministro" del lavoro Elsa Fornero: "Una giusta causa". Non aveva usato mezzi termini Luigi Angeletti, martedì 3 aprile, parlando ai microfoni di SkyTG24. Una battuta secca per liquidare l'operato del ministro del Welfare del governo Monti. Una battuta che non è certo passata innosservata. E così, Elsa Fornero, dimostrandosi una buona incassatrice, ha aspettato 24 ore e, durante la conferenza stampa nella quale ha illustrato la riforma del lavoro, si è concessa la battuta secondo cui "saranno gli italiani a decidere se questo ministro debba essere licenziato per giusta causa". Nel video qui sopra i due interventi.

Leggi tutto