Monti: "Meglio pagare più tasse che finire come la Grecia"

1' di lettura

Il premier da Pechino loda i progressi fatti dall’Italia e dall’Europa per uscire dalla crisi. Poi, rivolto alla Cina, esprime preoccupazione per i diritti civili. Ma sul campo economico assicura: "Vogliamo rafforzare la già ottima collaborazione". VIDEO

Guarda anche:
Cgia: "Record di fallimenti di imprese nel 2011"
Monti: "All'estero molta attesa per la riforma del lavoro"
Monti: "Partiti responsabili e italiani maturi"

Promuovere il made in Italy ma anche un dialogo "aperto" sui diritti umani.
"L'Italia vede nella Cina un importantissimo partner strategico e intende rafforzare il più possibile la già ottima collaborazione". Con queste parole il premier Mario Monti ha salutato la delegazione cinese guidata dal primo ministro Wen Jiabao, nella sala dell'assemblea del popolo a Pechino, durante il suo viaggio in Oriente.
Monti si è definito un "italiano-europeo profondamente convinto dell'Unione europea" che si batte come fanno "i miei colleghi e tantissimi europei perché l'Europa risolva la sua crisi ed è molto avanti nel risolverla". 
E sull'Italia: "Il mercato considera a questo punto la finanza pubblica italiana in buon equilibrio, tanto è vero che i tassi di interesse negli ultimi mesi sono scesi più veolcemente che in altri paesi tanto che lo spread fra titoli italiani e tedeschi è sceso sensibilmente".

"Meglio pagare tasse che finire come la Grecia" - Monti comprende il disagio di molti italiani ma avverte che aumenti tariffari e fiscali, per quanto "rozzi", sono sempre più accettabili del rischio di "finire come la Grecia". Il premier approfondisce anche il tema della lotta all'evasione fiscale, per dire che non servono nuove misure e, soprattutto, che su questo tema non serve il consenso degli evasori. Insomma, il governo va avanti. Tant'è che Corrado Passera, dall'Italia, di fronte ai dati dei redditi rilancia sostenendo che servono "norme migliori" e chiedendo per gli evasori una "sanzione sociale" perché la piaga sia risolta definitivamente.

"Preoccupazione per i diritti umani" - Monti è poi intervenuto sul tema dei diritti umani: "Un dialogo politico tra Paesi che si rispettano non vedono remore ad affrontare temi delicati così come aveva il fatto il Presidente della Repubblica Napolitano. Nell'incontro con il primo ministro abbiamo parlato delle rispettive riforme politiche oltre che economiche e ho ricordato al primo ministro, che ne era ben consapevole, quante preoccupazioni e riserve ci siano in Italia e in Europa dal punto di vista dei diritti umani".



Wen Jiabao: "L'economia italiana è solida" - Dal canto suo il premier cinese Wen Jiabao ha detto di “esser convinto che l'Italia riuscirà ad affrontare lo scenario internazionale e a realizzare nuova crescita economica attraverso le riforme. Auspicando un confronto "franco e approfondito" Wen ha quindi sottolineato come "l'economia dell'Italia, paese esportatore con una grande industria manifatturiera, sia dotata di basi solide e di grandi potenzialità". E ha aggiunto: "Il suo viaggio in Cina ha un significato molto importante per rafforzare l'amicizia e la cooperazione" bilaterale "e favorirà la conoscenza dei paesi asiatici sull'Italia e sull'Europa".

Monti: "La crisi nasce anche dal monopolio del capitalismo" - Sollecitato da una domanda sui motivi che hanno generato la crisi economica, Monti ha poi riconosciuto che la crisi che ha colpito Usa ed Europa "è in parte anche una crisi del sistema capitalistico, che come principio di organizzazione delle attività economiche ha molti vantaggi, dopo il 1989 è stato monopolista".
"Vengono un po' i brividi a dire questo nella scuola del partito comunista cinese, ma ormai siamo tutti liberi da pregiudizi ideologici", aggiunge il professore. L'assenza di sfide, ha proseguito, ha portato a una mancata "manutenzione del sistema" con il risultato di "un eccessivo predominio del capitale a scapito del lavoro". Oggi "c'è il modello cinese, che è diverso e valorizza il mercato e che va studiato attentamente perché ha aspetti che in Europa meriterebbero attenzione".

Il servizio di SkyTG24:

Leggi tutto
Prossimo articolo