Formigoni: "Di Pietro vomita online". E' scontro su Twitter

Lo scambio di tweet tra Formigoni e Di Pietro
1' di lettura

Il leader dell'Idv chiede le dimissioni del governatore della Lombardia dopo l'apertura delle indagini su Davide Boni. Che risponde dando il via a uno scontro a colpi di cinguettii sul sito di microblogging.

Guarda anche:
Quando Twitter si scatena. Tutte le immagini
Da Facebook a Twitter, i politici alla prova del web

Duro scontro online, a colpi di tweet, tra Roberto Formigoni e Antonio Di Pietro. Tutto ha inizio poco dopo mezzogiorno con un tweet del leader dell'Idv che, rispondendo a un suo elettore, linka un post del suo blog in cui attacca duramente Roberto Formigoni e ne chiede le dimissioni.

Immediata, e durissima, la reazione del governatore della Lombardia che sempre su Twitter risponde così: "Di Pietro vomita online, rispondo con l’efficienza di Regione Lombardia. Quella stessa che lo ha curato pochi giorni fa. Fatti, non parole"
Formigoni fa riferimento a un ricovero subito da Di Pietro nei primi giorni di marzo a Bergamo per l'incrinatura di una vertebra. E l'ex magistrato risponde che "presto o tardi giudicheranno gli elettori.Ribadisco il mio tvb agli Ospedali Riuniti di Bergamo. Eccezione che conferma regola."

Il governatore della Lombardia rilancia, ricordando che gli "Ospedali riuniti di Bergamo sono un'eccellenza che in Lombardia è la regola". Al che Di Pietro gli ricorda il caso Boni con la procura di Milano che "ha ipotizzato in regione un sistma Pdl-Lega" di corruzione. Formigoni prova a chiudere e scrive: "Di Pietro non sai leggere. La Procura ipotizza un sistema corruttivo a Cassano D’Adda. Cosa un po’ diversa dalla Lombardia. Chiudo". Ma il leader dell'Idv non molla: " Che giudichino i magistrati (e gli elettori)" e linka un articolo sull'arresto di Franco Nicoli Cristiani. "Io non chiudo, insisterò fino a dimissioni" sono le sue ultime parole.


Leggi tutto