Vertice a Palazzo Chigi, intesa sulla giustizia

La foto postata su Twitter da Casini all'inizio del vertice
1' di lettura

Si è concluso l'incontro convocato da Mario Monti con Angelino Alfano, Pier Luigi Bersani e Pierfedinando Casini, leader dei partiti che sostengono la maggioranza. Sarebbe in arrivo un emendamento sul ddl corruzione

Prime indiscrezioni dal vertice convocato da Mario Monti a palazzo Chigi tra Angelino Alfano, Pier Luigi Bersani e Pierferdinando Casini.
Il governo e i leader dei partiti di maggioranza avrebbero trovato una intesa sulla giustizia. Sarebbe in arrivo, secondo quanto riporta l'agenzia Ansa, un emendamento sul ddl corruzione Alfano-Brunetta, attualmente in discussione in commissione giustizia della Camera, in modo da recepire alcune modifiche. In particolare il governo studierebbe nuove fattispecie. L'intervento riguarderebbe le norme relative alla corruzione fra privati, al traffico delle influenze e alla revisione della pena sulla corruzione. Si starebbe inoltre valutando di rivedere il reato di concussione, come chiesto dall'Ocse.

Passi avanti dal vertice si registrano anche sul tema della responsabilità civile dei magistrati: si è convenuto, riporta ancora l'Ansa, di trovare una "soluzione equilibrata" con un emendamento che sarà presentato al Senato. Durante il vertice si è discusso anche di intercettazioni. Sembra probabile, riferiscono fonti di governo, che sarà ripreso il tema o attraverso una revisione del vecchio disegno di legge presentato in Parlamento o, più probabilmente, con un nuovo provvedimento dell'Esecutivo. Infine, per quanto concerne il mercato del lavoro e le norme relative all'articolo 18 che regolano le cause di licenziamento, si è deciso di provvedere con modifiche che "accelerino" i processi.

Al vertice hanno partecipato anche il ministro del Welfare Elsa Fornero, dello Sviluppo economico Corrado Passera, il viceministro all'Economia Vittorio Grilli e il  sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà. Invitati solo per un aperitivo pure il Guardasigilli Paola  Severino e il responsabile degli Esteri Giulio Terzi.

All'inizio dell'incontro Pierferdinando Casini ha postato una foto su Twitter che ritrae i leader dei partiti di maggioranza e il premier. "Siamo tutti qui, nessuna defezione", si legge nel messaggio. Nella stessa giornata, giovedì 15, in un'intervista ad Avvenire il leader dell'Udc ha detto di voler proseguire il dialogo con Pd e Pdl anche dopo il governo Monti: "Serve che l’armistizio duri, che il patto per il Paese prosegua. Anche dopo il 2013".

Le dichiarazioni di Pierferdinando Casini prima del vertice




Le dichiarazioni di Pier Luigi Bersani prima del vertice

Leggi tutto