Marcegaglia a Fornero: non vedo soldi, ma "paccate" e basta

1' di lettura

La presidente di Confindustria replica al ministro del Welfare, che a Radio Anch'io assicura: "I fondi per la riforma degli ammortizzatori ci sono". Bonanni: "Se il governo continua così salta tutto". Camusso: "Utile il nuovo incontro governo-sindacati"

Leggi anche:
Lavoro, Fornero: no a una "paccata" di soldi senza accordo


(in fondo all'articolo tutti i video sulla riforma del lavoro)


Continua la trattativa tra governo e parti sociali, all'indomani della dichiarazione del ministro Fornero: l'esecutivo non metterà a disposizione una "paccata di miliardi" se le parti sociali dicono no, che ha scatenato non poche polemiche.

Marcegaglia: "Paccate basta"
- "Mi pare che ci diano una paccata e basta" ha detto sarcastica la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, a commento delle parole del ministro Fornero (guarda il video in alto). Emma Marcegaglia ha poi sottolineato che la riforma del mercato del lavoro "è un'occasione unica per cambiare a 360 gradi, con una flessibilità non solo in uscita" e per "ridurre i dualismi e avere più flessibilita"'. Ma, ha avvertito Marcegaglia, toccando uno dei nodi nevralgici del confronto e cioè quello relativo al nuovo sistema di ammortizzatori sociali avremo "problemi di gestione di ristrutturazioni e  riconversione industriale. Senza cassa integrazione straordinaria e mobilità, come facciamo?". Insomma, per Marcegaglia, non bisogna innamorarsi di un disegno teorico sulla pelle della gente e delle imprese "ma occorre avere molto pragmatismo e concretezza".

Bonanni: "L'art. 18 "può essere ristrutturato" - In un’intervista all’Unità replica al ministro Fornero il leader della Cisl, Raffaele Bonanni. "Devono stare attenti - ha detto Bonanni - dopo la riforma delle  pensioni imposta brutalmente. Se salta anche questo tavolo, non sarà facile rinsaldare. Ma sul tavolo ci sono anche proposte buone".
L'art. 18 "può essere ristrutturato - ha poi detto Bonanni dopo l'incontro coi sindacati - anche un grande partito come il Pd si è reso disponibile".

Fornero: "I soldi per la riforma ci sono"
- Dal ministro però arrivano argomenti rassicuranti. Le risorse a disposizione sono "abbastanza per fare una buona riforma degli ammortizzatori sociali"e "non arriveranno da ulteriori riduzioni alla spesa assistenziale" ha detto, intervenendo a Radio Anch'io, prima di riprendere i colloqui con le parti sociali.





Camusso: "Incontro utile"
- Poi, nella mattinata di mercoledì 14, il ministro del Welfare ha ricevuto i sindacati, per tornare a discutere sulla messa a punto della riforma del mercato del lavoro che il governo vuole presentare entro il 23 marzo. "E' stato un ncontro utile", ha detto all'uscita Susanna Camusso.



Dopo i sindacati, il ministro incontrerà Confindustria e Rete Imprese. "Si tratta di un incontro informale, per poter discutere con maggiore libertà", ha riferito una fonte.

Il piano di riforma - Secondo il Corriere della Sera, alla vigilia del nuovo incontro, il ministro ha inviato alle parti sociali un documento sulla riforma degli ammortizzatori sociali. Tra le novità proposte, fondi per "incentivare l'esodo dei lavoratori anziani" a carico delle aziende e il "contributo di licenziamento" a carico invece dell'Inps.

Intanto sulla riforma del lavoro interviene anche il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera. Dal tavolo sulla riforma del mercato del lavoro, ha detto, "speriamo a breve di portare un contributo importante alla competitività del sistema".

Leggi tutto