Semplificazioni, ok della Camera. Governo battuto 3 volte

1' di lettura

Via libera da Montecitorio al decreto con 442 sì e 52 no, l’esecutivo però va sotto su 3 ordini del giorno. Ora il testo passa al Senato, dove sarà affrontato il nodo della norma sulle telecomunicazioni. ECCO LE PRINCIPALI NOVITA’

Guarda anche
Semplificazioni, Monti: il dl migliora la vita dei cittadini
La road map digitale del governo

Dopo la fiducia dell'8 marzo, arriva il via libera di Montecitorio (con il governo che però va sotto su tre ordini del giorno) con 442 sì e 52 no, al decreto semplificazioni che ora passa al Senato con il “nodo” della norma sulle telecomunicazioni. Una liberalizzazione del mercato sulla quale l'Agcom ha messo la lente d'ingrandimento sottolineando anche che è "in discussione la coerenza dell'assetto istituzionale con il quadro comunitario del settore". Si tratta di fatto dello stop al monopolio di Telecom ma la misura viene difesa da Lega e Pdl.
Contro il parere dell'Esecutivo l'Assemblea approva, a larghissima maggioranza, tre impegni. Il primo è del Pdl ed è riferito alla vicenda Alcoa e sul rilancio del polo industriale del Sulcis; il secondo, della Lega, per dimezzare l'Imu sulle prime case in cui risiedono portatori di handicap; ed il terzo del Pdl, per consentire agli edicolanti di vendere giornali e riviste anche in esercizi commerciali vicini alle loro edicole. Incidenti che testimoniano un affanno del governo che, sostengono i leghisti, non riesce a tenere compatta la maggioranza sui provvedimenti quando non c'è da votare una fiducia (intanto Monti incontrerà Alfano, Bersani e Casini giovedì 15 marzo).

Sono molte le novità che sono state inserite nel provvedimento durante la discussione in commissione a Montecitorio.
Ecco le misure principali:


Scuola - Saltano le norme che prevedevano 10mila nuovi insegnanti di sostegno. Arriva lo sblocco degli organici degli insegnanti ma rimane legato ai tagli previsti dalla manovra Tremonti del 2008. Tra le novità anche i prof antibullismo.

Comunicazioni PA online
- Dal 2014 le comunicazioni con le pubbliche amministrazioni dovranno avvenire "esclusivamente" attraverso i "canali telematici e la posta elettronica certificata".

Pagamento multe via web
- Obbligo per le amministrazioni di pubblicare sul proprio sito i codici Iban con i quali il cittadino potrà pagare le sanzioni.

Certificati - Cambi di residenza in tempo reale, richiesta certificati per via telematica, documenti con scadenza il giorno del compleanno, procedure veloci per le patenti degli ultraottantenni, tempi più lunghi di validità del bollino blu automobilistici, eliminazione di inutili duplicazioni per certificazioni dei disabili.

Inps, pagamenti online - A decorrere dal primo maggio non si potranno più fare versamenti in cash.

Università, carte addio - Da subito entra in vigore la norma che prevede le iscrizioni agli atenei esclusivamente online. Dal prossimo anno accademico (2013-2014) anche il libretto con gli esami sostenuti e i voti sarà 'virtuale'.

Agenda digitale
- La road map guarda alla diffusione della banda larga e ultra larga.

Social card - Parte la sperimentazione nelle città con oltre 250.000 abitanti per favorire la diffusione della carta acquisti.

Tir sulle autostrade - A parte i festivi, gli altri giorni di blocco saranno stabiliti di volta in volta. Soppresso il blocco alla vigilia delle feste.

Bonus Sud - Ci sarà un anno in più per le aziende che intendono assumere a tempo indeterminato nel Mezzogiorno e usufruire così di un credito di imposta.

Turismo, pacchetti low-cost - Per giovani, anziani e disabili. Con i beni sequestrati alla mafia, le cooperative di giovani under-35 potranno avviare iniziative turistiche.

Pane fresco di domenica
- Soppresso il vincolo in materia di chiusura domenicale e festiva per le imprese di panificazione.

Sicurezza sul lavoro - La semplificazione dei controlli sulle imprese non si applicherà in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Lavoro, immigrati e mamme - Si semplificano le procedure per l'assunzione di immigrati extracomunitari, così come più rapido sarà l'iter per accertare le condizioni per avere l'astensione anticipata dal lavoro in caso di gravidanza a rischio.

Cartella clinica elettronica - Arriva la cartella clinica elettronica e viene incentivato l'utilizzo della prenotazione online e della telemedicina.

Energia, entro 3 mesi impianti prioritari - Il governo indicherà entro 90 giorni, con un decreto del Presidente del Consiglio, "gli impianti e le infrastrutture energetiche ricadenti nel territorio nazionale e di interconnessione con l'estero, identificati come prioritari".

Permessi invalidi in tutta Italia - I permessi di parcheggio varranno anche fuori dal comune di residenza.

Norma anti-turismo elettorale - In occasione delle consultazioni elettorali o referendarie, in caso di cambio di residenza le variazioni alle liste elettorali non possono avvenire oltre 15 giorni prima del voto.

Programma triennale taglia costi PA
- Palazzo Chigi emanerà un decreto per la riduzione degli oneri amministrativi.

Licenza caccia - La licenza di caccia e quella per il tiro a segno tornano ad avere una durata di sei anni anziché di uno.

Paletti per chi guida con foglio rosa - E' vietato al minore conducente di guidare in autostrada o di notte nella corsia di sorpasso.

Leggi tutto