Scuola, 10mila assunzioni finanziate con alcol e giochi

1' di lettura

Un emendamento del Pd prevede di finanziare i neo-assunto con i proventi del lotto e superenalotto e l'aumento delle accise su birra e alcolici. Ma la commissione bilancio boccia il testo nella parte sulla copertura

Scuola e università: lo speciale di Sky.it

(in fondo all'articolo tutti i video sulla scuola)

Alcol e giochi finanzieranno la scuola. Potrebbero arrivare da lì, infatti, nuove risorse per l'inserimento di 10.000 docenti e personale amministrativo e tecnico  nell'organico.
In particolare, i fondi proverranno da nuovi giochi e dall'aumento delle accise sulla birra e alcolici. A prevederlo, un emendamento al decreto legge sulle semplificazioni, approvato dalle commissioni Affari costituzionali e Attività produttive della Camera, ma bocciato dalla commissione Bilancio.

Il testo prevede maggiori entrate pari a 250 milioni dal mercato dei giochi e altri 100 milioni dell'aumento dei tributi sulla birra e alcolici.  L'emendamento, che porta la firma del Pd, prevede che 350 milioni di euro l'anno, a partire dal 2012, consentano un aumento dell'organico delle scuole di 10 mila posti e la stabilizzazione del personale per tre anni.
Sempre secondo i proponenti  la copertura arriverà dall'aumento delle tasse sui giochi (lotto ed enalotto) per 250 milioni e un aumento delle accise su birra, prodotti alcolici intermedi e alcol etilico per 100 milioni.

La proposta, approvata sia dalla commissione Affari costituzionali che da quella per le attività produttive è stata però respinta dalla commissione bilancio, dopo che il governo aveva espresso parere negativo. Spetterà ora alle due precedenti commissioni trovare la soluzione, trovando altre coperture o modificando le norme sulle assunzioni.

Leggi tutto