Palermo, primarie Pd: confermata la vittoria di Ferrandelli

1' di lettura

Con 150 preferenze in più, il candidato sostenuto da esponenti democratici e dall'Idv ha battuto Rita Borsellino, appoggiata da Pier Luigi Bersani. Domenica, lo staff dell'eurodeputata aveva chiesto il riconteggio dei voti per presunte irregolarità

Guarda anche:
Primarie a Palermo, Bersani sotto attacco
Dopo Genova, Palermo: nuove primarie Pd ad alta tensione
Primarie: forza d'urto che "ammacca" il Pd e contagia il Pdl
Primarie, da Milano a Genova: tutte le batoste del Pd

La commissione elettorale delle primarie di centrosinistra a Palermo ha proclamato la vittoria di Fabrizio Ferrandelli, con 151 di voti di scarto sulla favorita Rita Borsellino.
Il parziale riconteggio delle schede elettorali - dopo che domenica 4 marzo hanno votato circa 30mila persone - ha di fatto aumentato di 3 voti il vantaggio del 31enne Ferrandelli (LA SCHEDA), consigliere comunale dell'Italia dei Valori, sull'eurodeputata Borsellino, sorella del magistrato antimafia ucciso nel 1992. Borsellino era sostenuta dalle segreterie del Pd, Idv, Sel e Verdi, Ferrandelli da alcuni esponenti democratici e dell'Idv.
Dal momento della proclamazione ufficiale scattano 48 ore per presentare eventuali ricorsi.
Domenica lo staff di Borsellino ha denunciato presunte irregolarità nel voto delle primarie, in particolare nel quartiere popolare dello Zen.
"Per quanto ci riguarda rimane in pista la contestazione presso i garanti della regolarità di queste elezioni che non riguarda il numero dei voti ma l'inaccettabilità di questo inquinamento", ha detto Orlando durante la trasmissione tv Omnibus su La7. Orlando si riferisce alla presunta circostanza secondo cui alle primarie del centrosinistra avrebbero partecipato "parecchie migliaia di elettori di esponenti del centrodestra", e in particolare sostenitori dell'attuale presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo.

Riconteggio dei voti  - Su 29.747 votanti, Ferrandelli ha ottenuto 9.943 preferenze (33,76%) contro i 9.792 (33,25%) dell'avversaria Borsellino. Davide Faraone si attesta a 7.972 (27,07%), Antonella Monastra a 1.741 (5,91%).
Ferrandelli è stato appoggiato da una parte del Pd che sostiene la necessità di un accordo politico con il Movimento per l'autonomia di Lombardo e il terzo Polo contro il Pdl, ma
anche da un pezzo dell'Idv guidato dall'eurodeputata Sonia Alfano, che rappresenta in qualche modo la "opposizione interna" a Di Pietro ed è vicina al sindaco di Napoli Lugi De Magistris. Borsellino era sostenuta dalle segreterie del Pd, Idv, Sel e Verdi, ed è contraria a intese con Lombardo. L'alleanza coi lombardiani era stata anche esclusa a priori dal comitato
organizzatore delle primarie.

Ascolta l'analisi del voto del magistrato Giuseppe Maria Ayala


Leggi tutto