Monti: "Tornerò presto alla Bocconi"

1' di lettura

"Il mio incarico avrà termine, come è noto, con le elezioni del 2013" ha il detto il presidente del Consiglio. E ha aggiunto: “Il diritto e dovere di decidere spetta al Parlamento” ma occorre dare più spazio ai giovani

Guarda anche:
Monti: nei primi 100 giorni tagli di 43 milioni di euro

Il presidente del Consiglio Mario Monti, nel corso del breve intervento durante l'inaugurazione dell'anno accademico dell'università Bocconi ha ribadito che al termine del suo mandato a Palazzo Chigi tornerà alle redini dell'ateneo. "Posso assicurare che molto presto il mio temporaneo incarico di governo verrà a scadenza e, se avrò vita e salute, potrò sicuramente terminare il mio mandato quadriennale alla presidenza della Bocconi". Queste le parole del Professore, che è stato accolto da colleghi, accademici e giovani con un lungo applauso.

E proprio agli studenti, Mario Monti ha dedicato la parte finale del suo intervento. E sebbene sottolinei che ritiene che il "diritto-dovere di decidere spetti tendenzialmente al Parlamento e al Governo" allo stesso tempo osserva che "non è mai seduta a quei tavoli, spesso sconfinati, la voce di coloro per i quali ogni Governo deve sforzarsi di lavorare, che è la voce dei giovani". Monti assicura che il Governo si 'sforza' di sentire la voce innovatrice dei giovani "perché siamo sempre coinvolti in modalità e riti collegiali per prendere delle decisioni come è giusto che sia in un Paese nel quale ci sono tante categorie e forze che sono rappresentate, che devono partecipare alle decisioni o perlomeno devono essere ascoltate".

Leggi tutto