Maroni: prima della legge elettorale occorrono le riforme

1' di lettura

L’ex ministro a SkyTG24: "Se fosse per noi il governo Monti sarebbe già a casa, ma se Pdl, Pd e Udc decidono di continuare ad appoggiarlo, perché non impieghiamo i prossimi mesi per avviare la devolution?". E sulla Lega dice: "Più spazio ai giovani"

Guarda anche:
A Verona Flavio Tosi corre senza il Pdl
Bossi a Berlusconi: "Fai cadere questo governo"
Lega, Castelli a SkyTG24: "Nessuna svolta, Bossi è il capo"

(In fondo all'articolo l'intervista integrale a Roberto Maroni)

La legge elettorale  può essere modificata, ma occorre prima fare le riforme istituzionali. E' quanto sostiene Roberto Maroni, ospite dell'Intervista di Maria Latella, su SkyTG24.
"Noi ovviamente siamo all'opposizione - dice l'ex ministro dell'Interno - riteniamo che il governo Monti abbia fatto diverse cose sbagliate, con manovre ipercentraliste, l'esatto contrario del federalismo. Dipendesse da noi, il suo esecutivo sarebbe a casa".
"Se però - aggiunge Monti - questo governo dovesse restare in piedi, allora perché non impegnare quegli 8-10 mesi per riforme sulla devolution?", si chiede l'esponente leghista, che comunque critica "la nuova triplice: Pdl, Pd e Terzo Polo, che sostiene Monti".

Quanto alle future alleanze con il Pdl, Maroni dice di stimare personalmente Berlusconi e "di non rinnegare nemmeno un attimo della sua azione di governo", però "adesso noi siamo su due fronti opposti, non siamo nemici".
L'esponente leghista conferma poi che alle prossime amministrative, "se le cose resteranno così, ci presenteremo da soli".
"Non credo ci sia bisogno di cambiare la Lega - spiega poi Maroni - ci sono delle cose ottime che devono continuare e ci sono degli errori che ho denunciato. La linea della politica, è e rimane quella. Ma c'è bisogno di dare spazio ai giovani".

Maroni torna poi sulla polemiche legate alla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020, rilanciate dallo stesso Maroni su Facebook: "Ci vogliono tanti soldi. Ha senso ipotecare altri miliardi di euro per fare una cosa che in questo momento non credo sia molto utile".


Leggi tutto