Bossi: "Con il Pdl non c'è nessuna alleanza"

1' di lettura

Alle amministrative la Lega Nord correrà da sola spiega il Senatur. Gli fa eco Roberto Maroni da Mantova: "Con il partito di Berlusconi non siamo amici, ma semplici conoscenti"

Guarda anche:
A Verona Flavio Tosi corre senza il Pdl
Bossi a Berlusconi: "Fai cadere questo governo"
Umberto Bossi e la Lega. TUTTE LE FOTO
Lega, Castelli a SkyTG24: "Nessuna svolta, Bossi è il capo"

L'alleanza con il Pdl? "Non c'è nessuna alleanza". A dirlo è lo stesso Umberto Bossi, in un'intervista sul numero de La Padania in edicola giovedì 9 febbraio, in cui spiega quali saranno i prossimi passi della Lega Nord. Il futuro del legame tra il Carroccio e Silvio Berlusconi, aggiunge poi il Senatur, "dipende dalla legge elettorale e dal sostegno a questo Governo. Ma se fanno la legge elettorale dobbiamo essere d'accordo anche noi. Prima però bisogna tagliare i parlamentari". E alle amministrative come si comporterà la Lega? "In Lombardia il Consiglio Nazionale ha detto no (alle alleanza, ndr) e così anche nelle altre regioni". Bossi insomma ribadisce la linea della Lega Nord: nessuna alleanza, nemmeno a livello territoriale, sarà possibile con chi a livello nazionale appoggia il governo guidato da Mario Monti.

Parole a cui fa eco Roberto Maroni che, a chi gli chiede dell'attuale rapporto tra la Lega e il Pdl risponde: " Non siamo amici, al massimo conoscenti",  aggiungendo che se il Pdl domani voterà a favore di governo e svuotacarceri sarà un altro motivo in più per dire che per scelta del Pdl l'alleanza non c'è più". E anche sull'eventuale riforma elettorale, l'ex ministro dell'Interno sembra, almeno per una sera, ritrovare la sintonia con il leader del suo partito. "Noi siamo in grado di competere con qualunque modello elettorale" spiega Maroni, a per la Lega l'obiettivo adesso "principalmente è di evitare di essere fregati, visto che c'è aria di inciucio Pdl-Pd per risolvere alcune anomalie, come quella della Lega".

Leggi tutto