Dalle liberalizzazioni alla giustizia, ecco cosa cambia

1' di lettura

Lavoro, concorrenza, infrastrutture. Le mosse di Monti per la crescita. E i tempi saranno brevi: la prima tranche di misure sarà pronta in vista dell'Eurogruppo del 23 gennaio

Monti dixit: la conferenza in 6 battute. FOTO

Guarda anche
:
Riforma del catasto, il governo apre il cantiere casa
Il Pdl attacca il governo Monti. La Lega: "Siete complici"
Berlusconi: "Io sono sempre in pista"
Casa, tasse, pensioni: ecco cosa prevede la manovra

(In fondo all'articolo tutti i video sulla manovra)

"Non occorre una nuova manovra" per inaugurare il cammino di crescita del Paese. Lo ha assicurato il presidente del Consiglio Mario Monti, che nella conferenza stampa di fine anno, (GUARDA LE FOTO), ha dettato l'agenda politica del governo.
Circa 2 ore e 40 minuti, oltre 30 domande di giornalisti italiani e stranieri e altrettante risposte da parte del premier per spiegare la fase due. O meglio, la fase "Cresci Italia", come preferisce venga chiamata il Professore, che prevede liberalizzazioni, concorrenza e lavoro. Il piano Cresci Italia, inoltre, avrà una ripercussione immediata sulla giustizia. Per il Guardasigilli Paola Severino la fase due è già scattata.
E i tempi saranno brevi: la prima scadenza è quella del 23 gennaio, quando sarà presentata una tranche di provvedimenti all'Eurogruppo. Mentre un secondo traguardo sarà quello del Consiglio europeo del 30 gennaio.

Rassegna stampa, i titoli - "Monti, tre mosse per la crescita" titola La Stampa; "Conti al sicuro. Sì al confronto, ma agiremo subito su lavoro e concorrenza" si legge su Repubblica; "Negozieremo con le parti sociali, ma scelte rapide" annuncia il Corriere della Sera; "La crescita c'è. Della rabbia" afferma il Giornale. E intanto, Libero continua con la rubrica "Tasse, ci si salva così. Le risposte degli esperti alle domande dei nostri lettori".

Editoriali e commenti - "La crescita c'è. Della rabbia". Alessandro Sallusti, il Giornale.
"La lezione del prof. Tante parole per non dire nulla", Maurizio Belpietro, Libero.
"La lingua del disincanto", Massimo Giannini, la Repubblica.

Ecco le misure, spiegate dai giornali in edicola venerdì 30 dicembre.



Lavoro - "Così saranno ridotti i contratti atipici" - Ampio focus sul mondo occupazionale, quello di Enrico Marro a pagina 6 del Corriere della Sera: "Quasi i due terzi delle assunzioni di lavoratori con meno di 30 anni avvengono con contratti atipici. Al ministero del Lavoro ne hanno contanti 34. E sono intenzionati a disboscare questa giungla che determina incertezza dei percorsi professionali, allontana la stabilizzazione dei rapporti di lavoro, provoca un alto contenzioso davanti ai giudici".
E si parla anche, tra le altre cose, di rivedere il contratto di apprendistato."La proposta di riferimento - scrive Paolo Griseri su Repubblica - potrebbe essere quella avanzata da Tito Boeri sul contratto unico di apprendistato introducendo il principio per cui tutti i contratti dopo un certo periodo diventano a tempo indeterminato".

Nuovo catasto e Imu - "Sei milioni di italiani non pagheranno l'imposta sulla casa" spiega Paolo Baroni nel dossier pubblicato su La Stampa per illustrare le misure del piano Cresci-Italia. 
"(...) Un terzo esatto delle famiglie che vivono nell'abitazione di proprietà saranno esenti" dal pagamento di Imu-Ici, spiega Valentina Conte a pagina 9 di Repubblica. "La notizia meno buona, almeno per alcuni, visti i mugugni sollevati - continua la giornalista sul quotidiano di Ezio Mauro - riguarda la riforma del catasto. Si farà, anche se 'richiederà qualche tempo' ha detto Monti, per 'porre fine agli abusi anche se involontari e avere una maggiore aderenza tra fisco e la realtà".

Tassa su alcolici e cibo-spazzatura -
Michele Bocci, dalle colonne di Repubblica, illustra invece le misure allo studio del Ministero della Sanità. Una serie di provvedimenti per affrontare "i tagli di finanziamenti del fondo sanitario previsti dalla manovra di luglio del governo Berlusconi (da 2,5 miliardi per il 2013, da 5 per il 2014). Balduzzi propone una tassa su alcol e cibo-spazzatura che servirà a costruire nuovi ospedali, la chiusura delle piccole strutture, il ticket modulato a seconda del reddito delle famiglie".
"Eccesso di sobrietà - scrive Francesco Borgonovo su Libero - allo studio del ministero della Salute un'imposta di scopa per finanziare l'edilizia sanitaria. Coinvolto anche il cibo trash", insomma, "via l'ultima consolazione". (GUARDA IL VIDEO)

Giustizia: "Abuso d'ufficio, pene più alte. Liti di condominio fuori dai tribunali" - "Subito una legge contro la corruzione. Mediazione per gli incidenti stradali" dice il ministro Paola Severino al Corriere della Sera annunciando così una riforma che prevede "misure coordinate per segnare la fine di un sistema che scoraggia gli investitori premiando i corrotti e chi non paga e penalizzando le persone per bene".

Leggi tutto