Referendum elettorale, via libera della Cassazione

1' di lettura

I giudici: firme ok per entrambi i quesiti presentati a settembre che puntano a ripristinare di fatto il sistema "mattarellum". L’ultima parola va ora alla Corte Costituzionale: dovrà valutare se la consultazione è ammissibile anche nel merito

Guarda anche:
1 milione di firme contro il porcellum
Le differenze tra Porcellum e Mattarellum
Referendum elettorale, c'è chi dice no

L'Ufficio centrale per il referendum presso la Corte di Cassazione ha ammesso il referendum sulla legge elettorale su entrambi i quesiti (ecco cosa prevedono). 
Sono state ritenute valide per il primo quesito 534.334 firme, per il secondo 531.081 firme. Lo stesso Ufficio centrale per il referendum ha, invece, dichiarato "non legittimo" il referendum per il distacco della provincia di Salerno dalla Regione Campania e per l'istituzione della Regione Principato di Salerno.

Ora dovrà essere la Corte Costituzionale a decidere, entro il prossimo 20 gennaio, se i quesiti (presentati a settembre) - che puntano a ripristinare di fatto il sistema elettorale "mattarellum", con un 75% di uninominale maggioritario e un 25% di proporzionale di lista - sono ammissibili nel merito.

Leggi tutto