Pisapia: "La primavera di Milano non è finita"

Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia (Credit: Fotogramma)
1' di lettura

Il caso Boeri, lo smog, il problema delle mafie. In un’intervista a Repubblica il sindaco rassicura i cittadini: "Con l’assessore andiamo avanti con il progetto in cui entrambi crediamo". Sull’emergenza inquinamento: "La Regione ha le sue responsabilità"

Guarda anche:
Milano, Boeri resta assessore. Ma senza l'Expo
Boeri-Pisapia, gli elettori in Rete: basta risse serve unità
La fotostory di: Stefano Boeri - Giuliano Pisapia

La primavera arancione non è finita, "perché non è finito, anzi, si rafforza, il nostro metodo: il confronto diretto con la città. Potrei decidere in solitudine, da sindaco sarebbe un mio diritto e un mio dovere, forse. Invece, e parlo del caso Boeri, ho voluto ascoltare non solo la giunta, ma tutti i consiglieri di maggioranza, prima di decidere". Lo dichiara il sindaco di Milano Giuliano Pisapia in un'intervista a La Repubblica, a due giorni dalla soluzione dell'impasse che si era venuta a creare in giunta a causa delle frizioni con l'assessore.

"Stefano ha commesso errori di metodo nel confronto - aggiunge sulla rottura con Boeri - e lo ha ammesso. Mi è parso sincero nella sua voglia di andare avanti a costruire quel progetto di città in cui entrambi crediamo".
E sulle disposizioni anti smog: "E' la prima volta che si riesce a mettere in piedi un provvedimento condiviso da tante amministrazioni. Dobbiamo coinvolgerne tante altre, certo, mettendo  anche la Regione davanti alle sue responsabilità: se le restrizioni fossero in tutta la Lombardia, l'abbattimento delle polveri sarebbe infinitamente più alto. Gradualmente manterremo tutti gli impegni".

Non poteva mancare nell'intervista un riferimento all'inchiesta che coinvolge i vertici della Regione Lombardia: "Spetta alla magistratura accertare le responsabilità penali ma un giudizio politico voglio darlo: un sistema tale di corruzione non è accettabile né a Milano né altrove. Ecco perché, ora, il centrosinistra deve iniziare a ragionare per portare la buona politica in Regione".

Leggi tutto