Pdl, polemica su D’Andrea: "Come lo spieghiamo ai nostri?"

1' di lettura

Il senatore Gaetano Quagliariello a SkyTG24 sulla nomina del sottosegretario: "C’è un piccolo problema, questo è un governo di tecnici con un solo politico". Ma poi scherza: "Lo proporremo per la trasmissione i Raccomandati". GUARDA IL VIDEO

Guarda anche:
Monti: un nuovo ministro e i sottosegretari. Ecco la lista
Chi è Patroni Griffi, ministro a sorpresa della PA
Ecco i ministri del governo Monti

“Il neo sottosegretario D’Andrea? Proporremo di mandarlo alla trasmissione dei raccomandati”. Risponde con una battuta il senatore del Pdl, Gaetano Quagliarello, a SkyTG24 a proposito della nomina più discussa del premier Mario Monti. Si tratta appunto di quella di Giampaolo D’Andrea, che si occuperà dei Rapporti con il Parlamento. Il Pdl ha subito protestato contro questa decisione: “Nulla di personale verso D'Andrea ma la decisione di nominare un politico tradisce la ragione costitutiva del governo”.

Quagliariello, ospite di un Caffè con…, spiega: “C’è un piccolo problema, diciamoci la verità.  Questo è un governo di tecnici con un solo politico”. Ma poi ammette: “Il fatto che D’Andrea sia sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento rende la cosa meno grave perché non è un ministero di gestione. È molto difficile farlo comprendere sul territorio più che a livello nazionale. Quanti operano nel territorio di D’Andrea e hanno fatto un passo indietro non capiscono perché debba fare un passo avanti”.

Quagliariello però escluda che questo possa costituire un problema nel rapporto tra il Pdl e i proprio elettori: "Non è un grande problema, sinceramente. È più difficile da spiegare ai nostri parlamentari. Gasparri ha difeso soprattutto alcune rimostranze che sono venute da lì".

Intanto il senatore del Pdl Maurizio Gasparri torna a pungere l’opposizione: "Non capisco la pervicacia del Pd e dell'Udc di pietire due poltroncine, è patetico. Diano una dimostrazione di stile e rinunciassero. Sono stati commessi due errori: non ho nulla di personale contro Giampaolo D'Andrea, ma è un uomo schierato e d'emanazione politica. Stessa cosa vale per Gianluigi Magri, sembra un tarzan che salta da un governo all'altro. Si è violato un principio: l'indicazione doveva essere solo tecnici e non politici", ha detto il presidente del Gruppo Pdl al Senato, intervenendo ad “Agorà” su Rai Tre.

Leggi tutto