Manovra, il governo Monti al lavoro: servono 15 miliardi

1' di lettura

Il nuovo esecutivo sta definendo l'agenda economica dei prossimi giorni: ritornerà l'Ici, le rendite catastali saranno revisionate e l'Iva aumenterà di un punto. In arrivo la riforma delle pensioni e delle liberalizzazioni

Guarda anche:
Monti a Bruxelles: inizia l'operazione "credibilità"
La gaffe di Monti: "Potremo andare a fondo. In senso buono"
Monti e la fiducia record: quanto durerà la luna di miele?

Ici, Iva, patrimoniale, pensioni e liberalizzazioni. Si fa sempre più definita l'agenda economica del governo Monti, con la manovra che dovrebbe essere varata a dicembre.
Si aggirerà ai 15 miliardi per il prossimo biennio, a cui vanno aggiunti i 20 da trovare con la delega alla riforma fiscale in rampa da gennaio 2012.

Cifre però ancora tutte da definire, che dovranno tener conto dell'andamento dello spread, e delle prospettive di crescita riviste al ribasso.

Sono quasi certe, invece, la reintroduzione dell'Ici (che prenderà il nome di Super Imu) e la revisione delle rendite catastali degli immobili. Così come è molto probabile l'aumento dell'Iva. Sul fronte della crescita, spazio poi alle liberalizzazioni e alle riforme degli ordini professionali.

Guarda tutti i video sula crisi economica:

Leggi tutto