Letta e il biglietto a Monti: "Come posso esserti utile?"

1' di lettura

"Bersani mi chiede di interagire sulla questione dei vice", si legge nella missiva indirizzata al premier e immortalata dai fotografi a Montecitorio. "E' la dimostrazione che in privato diciamo le stesse cose che in pubblico" ha detto il vicesegretario Pd

SEGUI LA DIRETTA DI SKYTG24

Monti alla Camera: "Non voglio una fiducia cieca"

Gli interventi alla Camera di:
Antonio Di Pietro

Schede
: Tutti i ministri del governo Monti - Le foto - L'esordio di Monti al Senato: la tag cloud

Video:
Dal giuramento al saluto con Berlusconi - Monti: "No a un governo a tempo"

Le foto:
Da Berlusconi a Monti: le tappe della crisi - Berlusconi: il giorno più lungo - Scilipoti col lutto al braccio

Nessun giallo sul biglietto ricevuto a Montecitorio dal presidente del Consiglio Mario Monti e immortalato dai fotografi in Aula. Enrico Letta ammette di essere l'autore della missiva con la quale si candida a collaborare con il nuovo governo. "Certo che il biglietto è mio. E mi pare la dimostrazione che in privato diciamo le stesse cose che in pubblico" dichiara in Transatlantico il vicesegretario del Pdl.

Durante i lavori in Aula l'attenzione di molti si era infatti concentrata su un foglietto scritto a mano e firmato semplicemente Enrico. "Mario - questo il testo della missiva catturata dai fotografi - quando vuoi dimmi forme e modi con cui posso esserti utile dall'esterno. Sia ufficialmente (Bersani mi chiede per es. di interagire sulla questione dei vice) sia riservatamente. Per ora mi sembra tutto un miracolo! E allora i miracoli esistono!".

Tutti i video sul voto di fiducia alla Camera

Leggi tutto