Governo Monti, Balduzzi è il nuovo ministro della Salute

1' di lettura

56 anni, sposato, tre figli è un costituzionalista. Attualmente ricopre l'incarico di direttore dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. LA SCHEDA

GOVERNO MONTI: LA SQUADRA - LA CRONACA DELLA GIORNATA

Guarda anche:
Video: Monti: "No a un governo a tempo" - Napolitano: "Non è ribaltone"
Le foto: Da Berlusconi a Monti: le tappe della crisi - Berlusconi: il giorno più lungo


Il nuovo ministro della Salute del governo Monti è Renato Balduzzi, nato a Voghera il 12 febbraio 1955, sposato con tre figli e attuale direttore dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas).
Balduzzi succede a Ferruccio Fazio.
Non è un medico come il professor Veronesi, che pure era apparso per diversi giorni nel totoministri, ma sembra aver le competenze e l'esperienza per "curare" la spesa sanitaria, malato che certamente è considerabile tra le preoccupazioni del nuovo premier. Ai microfoni di SkyTG24 ha raccontato che la chiamata di Mario Monti è arrivata mentre stava tenendo una lezione all'Università (guarda il video in alto).

Dopo aver conseguito nel marzo 1979 la laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli studi di Genova discutendo con il professor Lorenzo Acquarone una tesi sul tema "Il controllo della Corte dei conti sui decreti-legge e sui decreti delegati", massimo dei voti e dignità di stampa, ha compiuto, sotto la guida del professor Federico Sorrentino, studi di diritto costituzionale europeo presso la Commissione della Comunità economica europea (1981-1982) e l'Istituto universitario europeo e di diritto costituzionale comparato presso l'Universita' di Paris X - Nanterre (1985-1986), sotto la guida del professor Michel Troper.

Nell'Università del Piemonte Orientale 'A. Avogadro' è, dal 2008, coordinatore del dottorato di ricerca su Autonomie locali, servizi pubblici e diritti di cittadinanza e, dal 2007, direttore del Centro di eccellenza interfacoltà di servizi per il management sanitario. E' stato consigliere giuridico dei ministri della Difesa (1989-1992), della Sanità (1996-2000) e delle Politiche per la famiglia (2006-2008).
Ha ricoperto l'incarico di Capo dell'ufficio legislativo del ministero della Sanità dal 1997 al 1999, presiedendo altresì la Commissione ministeriale per la riforma sanitaria.
Dal 2009 è presidente del Nucleo di valutazione dell'Azienda ospedaliero-universitaria 'Maggiore della Carita" di Novara e, dal 2006, del Comitato di indirizzo dell'Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna.
E' presidente dell'Agenas dal febbraio 2007.  E' direttore, dal 2003, del bimestrale culturale Coscienza. Ha fondato e diretto, dal 1989 al 1992, la rivista culturale Nuova politeia.

Leggi tutto