Bersani: "Governo tecnico faccia le riforme costituzionali"

1' di lettura

Il Pd ribadisce il suo sì al nuovo esecutivo guidato da Mario Monti. Che, per il segretario, dovrà essere "totalmente nuovo e a forte caratura tecnica". E dovrà mettere mano a riforme "urgenti" come la legge elettorale e il numero dei parlamentari

Berlusconi e le dimissioni: Supporter a Palazzo Grazioli - La festa in piazza: le foto, i video su Youtube - L'ultimo giorno da premier: foto - 12 novembre 2011: tutte le foto -La cronaca della giornata - Il premier accolto dai fischi - Tutti i video

Reazioni e approfondimenti: Berlusconi:orgoglioso di quanto fatto Casini: "Monti governi fino a fine legislatura" - Il no della Lega a Monti - Da Di Pietro sì con riserva - Maroni: si chiude un'epoca - Bersani: Via Berlusconi non vanno via i problemi - Il dito medio di FormigoniLe richieste del Pdl per votare Monti - Napolitano e la crisi - La situazione economica - Il premier tra applausi e fischi - Cosa prevede la legge di stabilità

Altre foto: Da Berlusconi a Monti: le tappe della crisi

La satira: Gli Sgommati - Sora Cesira - Crozza

"Per noi viene prima di tutto l'Italia, da qui discende il nostro impegno per un governo di emergenza che sia totalmente nuovo, a forte caratura tecnica". Così il  segretario del Pd Pier Luigi Bersani dopo l'incontro con il capo dello Stato. Per il Pd il governo tecnico non dovrà solo affrontare l'emergenza da un punto di vista economico, ma dovrà fare anche le riforme: "quella elettorale, quella dei regolamenti di Camera e Senato e quella per la riduzione del numero dei parlamentari".

Tutti i video sulla crisi di governo

Leggi tutto