Massimo D'Alema: "Diciamo no ad Alfano premier"

1' di lettura

Secondo l'esponente del Pd altre ipotesi diverse da Monti "rischiano di generare ulteriori danni al paese". Poi aggiunge: "Bisogna accantonare le aspirazioni di partito". GUARDA IL VIDEO

Gli approfondimenti: Napolitano e la crisi - La Lega pensa già all' opposizione - La reazione della base sul web

Le reazioni e i commenti:
Maroni (Lega) - Napoli (Pdl) - D'Alema (Pd) - De Bortoli (Corriere) - Ferrara (Il Foglio) - Le parti sociali - Lagarde (Fmi)

Le foto: Il toto-ministri - Senato, primo giorno di MontiBerlusconi senza maggioranza - L'album fotografico

La satira: Gli Sgommati - Sora Cesira - Crozza

(in fondo all'articolo tutti i video sulla crisi della maggioranza)


"Angelino Alfano premier? Assolutamente no". A dirlo è Massimo D'Alema, a margine di un convegno della sua fondazione ItalianiEuropei a San Casciano val di Pesa.
"E' il Presidente della Repubblica che deve valutare quale sia la personalità più adatta. Noi siamo all'opposizione, quindi è naturale che chiediamo un forte e netto elemento di discontinuità" continua il presidente del Copasir.

"Mi pare che in questo momento l'attenzione si concentri sul professor Mario Monti. Il resto mi sembra un modo di prendere tempo e di creare confusione. A questo non siamo interessati - ha concluso D'Alema - anche perché il Paese in questo momento non ha tempo. Per il bene del paese bisogna accantonare le aspirazioni di partito, in nome dell'interesse generale".

Leggi tutto