De Bortoli: "Il weekend più drammatico della nostra storia"

1' di lettura

Il direttore del Corriere della Sera analizza le ultime ore del governo Berlusconi e il passaggio a un probabile esecutivo guidato da Mario Monti: "Forse c'è qualche forzatura nelle regole, ma bisogna guardare al bene del Paese". GUARDA IL VIDEO

Gli approfondimenti: Napolitano e la crisi - La Lega pensa già all' opposizione - La reazione della base sul web

Le reazioni e i commenti:
Maroni (Lega) - Napoli (Pdl) - D'Alema (Pd) - De Bortoli (Corriere) - Ferrara (Il Foglio) - Le parti sociali - Lagarde (Fmi)

Le foto: Il toto-ministri - Senato, primo giorno di MontiBerlusconi senza maggioranza - L'album fotografico

La satira: Gli Sgommati - Sora Cesira - Crozza

(in fondo all'articolo tutti i video sulla crisi della maggioranza)


"Stiamo vivendo il weekend più drammatico della nostra storia recente" dice Ferruccio De Bortoli, in collegamento con SkyTG24. "Da lunedì mattina dobbiamo trovare una soluzione" sostiene il direttore del Corriere della Sera parlando della crisi politica che investe il Paese.
"Sono momenti nei quali forse c'è anche qualche forzatura nelle regole, ma nei quali bisogna guardare al bene del Paese. Bisogna trovare misure che evitino che da lunedì mattina il nostro paese sia oggetto di una tensione internazionale che lo metta in ginocchio"

Il rischio, secondo de Bortoli "è quello di venire esclusi dal mercato di capitali per anni, il che significa non essere più in grado di rifinanziare il debito, nel qual caso bisognerebbe ricorrere a un prestito del Fondo Monetario Internazionale. E quella sì, sarebbe una cessione di sovranità". Se Silvio Berlusconi, conclude il direttore del Corsera, avesse fatto come Zapatero, annunciando le sue dimissioni mesi fa, "ci saremmo risparmiati queste settimane così drammatiche".

Leggi tutto