Scilipoti, l'ultimo exploit: "Non mi pento". E attacca Monti

1' di lettura

Sortita dell'ex deputato Idv, ora tra i Responsabili, per l'approvazione della legge di stabilità: "Si sta facendo un colpo di Stato, da domani saremo commissariati con un personaggio che rappresenta le lobby bancarie". L'Aula esplode tra le urla VIDEO

Berlusconi e le dimissioni: cronaca del giorno più lungo

Gli approfondimenti:
Napolitano e la crisi - La Lega pensa già all' opposizione - La reazione della base sul web - La fotografia economica

Le reazioni e i commenti:
Franceschini (Pd) - Buttiglione (Udc) - Cicchitto (Pdl) Maroni (Lega) - Bocchino (Fli) - Napoli (Pdl) - D'Alema (Pd) - La Russa (Pdl) - Le parti sociali - Lagarde (Fmi) -De Bortoli (Corriere) - Ferrara (Il Foglio) - I corrispondenti internazionali

Le foto: Manovre di Palazzo - Folla davanti a Montecitorio - Senato, primo giorno di MontiBerlusconi senza maggioranza - L'album fotografico

La satira: Gli Sgommati - Sora Cesira - Crozza

(in fondo all'articolo tutti i video sulla crisi della maggioranza)


"Giorno 14 di dicembre ho fatto una scelta e di quella scelta non mi pento perché avevo sventato un'operazione che cercava di portare a Palazzo Chigi un personaggio importante, uno che aveva lavorato e aveva rapinato gli italiani per quanto riguarda i derivati e poi si è dimostrato quello che era".

Anche Domenico Scilipoti interviene durante il dibattito sulla legge di stabilità, approvata dal parlamento. E non si smentisce. L'ex Idv, ora tra i Responsabili, attacca duramente l'ipotesi di un governo tecnico e dice:  "Oggi si sta facendo un colpo di Stato come si suol dire in gergo politichese perchè ha ragione l'onorevole Pepe quando dice che questo è l'ultimo parlamento eletto dai cittadini italiani perché da domani saremo commissariati con un personaggio che tutti sanno all'interno di questo parlamento che rappresenta le lobby delle banche".
Un intervento duro e costantemente interrotto dal rumoreggiare dell'Aula.

Leggi tutto