Bossi: "Berlusconi faccia un passo di lato: Alfano premier"

1' di lettura

Pressing della Lega sul presidente del Consiglio. Alla Camera si vota il rendiconto finanziario, atto sul quale lo scorso 11 ottobre il governo era andato sotto. Le opposizioni non votano

Guarda anche:
Le indiscrezioni sul premier agitano le Borse
Maroni: "La maggioranza non c'è più, inutile accanirsi"
Carlucci: l'addio di uno dei volti storici del berlusconismo
Transfughi a quota 115: se il deputato cambia casacca
Crisi nella maggioranza: tutte le immagini

Rendiconto: la maggioranza alla Camera si ferma a quota 308

Occhi puntati sui cosiddetti malpancisti all'interno del Pdl e sull'atteggiamento della Lega. Alla Camera si vota sul rendiconto finanziario, atto sul quale lo scorso 11 ottobre il governo era andato sotto, costringendo Silvio Berlusconi a chiedere nuovamente la fiducia. Le opposizioni, intanto, fanno sapere che, per senso dello Stato, si asterranno lasciando che il rendiconto venga approvato.

Bossi: "Gli abbiamo chiesto di fare un passo di lato" - Arrivando alla Camera il leader della Lega Nord conferma in parte i retroscena di lunedì, secondo cui il Carroccio avrebbe chiesto al premier di dimettersi (guarda il video). Gli "abbiamo chiesto di fare un passo di lato, laterale" rivela Umberto Bossi, E a chi poi gli chiede se la Lega sia per Alfano premier, Bossi risponde scegliendo l'ironia: "E sennò - dice - chi mettiamo? Il segretario del Pd?". Per il Senatur, in ogni caso, oggi non succederà nulla.

Astensione delle opposizioni - Le opposizioni oggi saranno in Aula alla Camera ma non voteranno il rendiconto generale dello Stato. Ad annunciarlo è stato Dario Franceschini al termine di una riunione tra tutti i capigruppo delle opposizioni. "Abbiamo deciso che staremo in Aula ma non parteciperemo al voto", ha detto il capogruppo del Pd a Montecitorio. "Gli italiani che ci guardano devono verificare in modo incontrastabile se Berlusconi ha ancora la maggioranza o no", ha aggiunto.

Di Pietro: "Mercato delle vacche" - "E' un mercato delle vacche fatto al solo scopo di avere 316 parlamentari, ma questo governo non è più in grado di dire nulla agli italiani" è l'affondo del leader dell'Idv ai microfono di SkyTG24. (guarda il video)

Fli: "Tocca alla maggioranza dimostrare quanti voti ha"
- La decisione presa al termine della riunione dei capigruppo di opposizione, di essere presenti in aula ma di non votare il Rendiconto, non incide sul numero legale al momento del conteggio dei voti. "Dal nostro punto di vista assicuriamo che il Rendiconto venga approvato, quando per prassi, l'opposizione vota contro il Rendiconto", spiega per Fli Benedetto Della Vedova. "E' un modo per assicurare che il provvedimento passi ma crediamo sia la maggioranza a dover dimostrare su quante divisioni residue conta ancora".

Radicali: "Anche noi non votiamo" - Della Vedova aggiunge: "mi rifiuto di considerare l'ipotesi che il governo, qualora ottenesse un numero di voti favorevoli sotto la maggioranza non ne tragga le conseguenze". L'Udc, per bocca di Gianluca Galletti, giudica "sconcertante il solo fatto che si vada in aula in un momento in cui il Paese è sul baratro economico". Anche i Liberaldemocratici sono sulla stessa lunghezza d'onda: la nostra decisione è "la constatazione che il presidente Berlusconi non ha piu' la maggioranza". Alla riunione presenti anche i Radicali, Rita Bernardini e Maurizio Turco: "anche noi non partecipiamo al voto", ha detto al termine dell'incontro lo stesso Turco.

Defezioni nella maggioranza - Cinque deputati del Pdl, intanto, annunciano che non parteciperanno al voto sul Rendiconto generale dello Stato alla Camera, mettendo a rischio la maggioranza di Silvio Berlusconi. In un comunicato stampa, Roberto Antonione, Giustina Destro, Fabio Gava, Giancarlo Pittelli e Antonio Buonfiglio rendono noto che "per scelta politica" non parteciperanno alle votazioni di oggi e ribadiscono la necessità che il Presidente del Consiglio favorisca la nascita di un nuovo Governo con la più ampia base parlamentare, per affrontare la drammatica emergenza economica e finanziaria dell'Italia".

Cicchitto: "Pensiamo al rendiconto"
- Non si sbilancia il capogruppo del Pdl: "Fabrizio Chicchito: "Facciamo passare il rendiconto, dopodiché faremo una riflessione sui risultati del voto" ha detto ai microfoni di SkyTG24. (guarda il video)

Il Cavaliere incontra i malpancisti - Silvio Berlusconi ha passato la mattinata a Palazzo Grazioli, incontrando i cosiddetti malpancisti. Isabella Bertolini, uscendo dall'incontro con il premier, ha dichiarato che "il presidente sta prendendo in considerazione tutte le ipotesi, è stato lui a prospettare tutte le possibilità ed opzioni che sta valutando: restare, passo indietro, passo laterale...". La deputata ha quindi spiegato che voterà il rendiconto.

Leggi tutto