Pdl, il "ribelle" Antonione a SkyTG24: "Vogliamo risposte"

1' di lettura

Il deputato, tra i firmatari della lettera con cui si chiede a Berlusconi un cambio di passo, avverte: "Alfano minimizza? Siamo sconcertati da questa sottovalutazione. Se continua così nessuno potrà chiederci di votare la fiducia". GUARDA IL VIDEO

Guarda anche:
Fiducia sulle misure anti-crisi. Ma il Pdl perde 2 deputati
Pdl, rispunta la lettera degli scontenti

“Né ribelli, né dissidenti, abbiamo la consapevolezza della difficoltà del momento e ci rendiamo conto che con una maggioranza così risicata il governo non può affrontare le sfide che lo attendono”. Roberto Antonione, deputato Pdl, tra i firmatari della lettera con cui si chiede a Berlusconi un cambio di passo, illustra a SkyTG24 la sua posizione e quella dei colleghi di partito con cui ha deciso di prendere questa iniziativa.
Nello stesso giorno in cui due deputati del Pdl hanno deciso di passare con l'Udc, Antonione spiega che "le cose non possono continuare così come sono".
E se Alfano prova a minimizzare, lui ribatte: "Restiamo sconcertati da un atteggiamento di sottovalutazione della situazione del paese e della situazione politica".
"Se voteremo la fiducia al maxiemendamento? Intanto devono emettere un provvedimento e dobbiamo leggerlo. Se entro due giorni non arrivano risposte penso che non avremo nemmeno le richieste di votare la fiducia".

Tutti i video sulla crisi della maggioranza:


Leggi tutto