Renzi fa il suo Big Bang, tensione con Bersani

1' di lettura

E' iniziata a Firenze la kermesse dei rottamatori. Civati (Pd): "Matteo fa un po' di casino". Vendola: "Renzi sei vecchio". Franceschini lo difende: "Come si fa a non ringraziare?". Ma il segretario del partito dice: "Andare avanti senza scalciare". VIDEO

SEGUI LA DIRETTA DELLA MANIFESTAZIONE

Diversi incoraggiamenti, ma anche tante critiche.  Il Big Bang di Matteo Renzi (in pieno svolgimento nella stazione Leopolda di Firenze: finirà nella serata di domenica 30 ottobre) non lascia indifferenti alleati e avversari.
E se lui, il diretto interessato, si schermisce sulla possibilità di candidarsi alle primarie (a SkYTG24 dice: "Se si vuole, si organizzano in 20 giorni"), il fuoco incrociato della politica non tarda a farsi sentire.

Bersani: "Un giovane per andare avanti non deve scalciare" - Tensione ad esempio si è registrata con il segretario del partito Bersani che, nel corso di un seminario del Pd a Napoli, è sembrato rivolgersi ai rottamatori: "La distinzione giovani-adulti è una stupidaggine di dimensioni cosmiche - ha detto il segretario Pd - è chiaro che tocca ai giovani, a chi deve toccare? Ma bisogna mettersi a disposizione. Non si può dar l'idea che un giovane per andare avanti deve scalciare, deve insultare". "Non so a chi si riferisca Bersani, io non sono un asino e non scalcio", è stata la risposta di Renzi.

Ascolta le parole di Bersani




Vendola: "Renzi sei vecchio" -
"Renzi è il vecchio", ha detto invece il leader di Sel Vendola intervenendo a Radio 24. "Lo considero una persona molto interessante, molto simpatica, con una cultura politica essenzialmente di destra, incapace di porre il tema della fuoriuscita dal disastro che il liberismo, in un trentennio, ha compiuto nel mondo intero e quindi mi sento molto antagonista delle ragioni di Renzi".

Civati: "Matteo fa un po' di casino" - E parole piuttosto fredde arrivano anche da un altro "giovane" del Partito democratico, Pippo Civati: "Bisogna che il Pd viva, per questo facciamo il 'Big Bang'. Va bene, ma poi, siccome Matteo fa un po' di casino, servirà anche qualcuno per rimettere un po' insieme i cocci" ha detto Civati che, a sorpresa si è presentato alla Stazione Leopolda di Firenze. Civati era stato il coprotagonista con Renzi della prima kermesse dello scorso anno alla Leopolda, ma nel corso dei mesi successivi i due si sono allontanati.  "Matteo non mi ha invitato - ha ricordato Civati - ma ho ritenuto giusto venire qua per ascoltare. Questa Leopolda mi sembra molto simile a quella dello scorso anno, quindi mi ci ritrovo. Ma noi a Bologna abbiamo cercato di fare un passo avanti". Sulla sua decisione di venire a Firenze Civati ha detto di "non aver informato nemmeno la fidanzata", e ha spiegato di aver "versato 20 euro, una cifra congrua", per contribuire al successo della manifestazione. Civati è poi salito sul palco, invitato da Renzi: "Sono contento di accogliere alla Leopolda Pippo Civati", ha detto il sindaco introducendo l'intervento del consigliere regionale lombardo.
"Do un consiglio a chi ci guida - ha detto ancora Civati - dobbiamo essere dappertutto: qui, a Bologna, all'Aquila. Bisogna dare un messaggio unitario. Io e Matteo siamo nati nel 1975 e quelli che litigavano allora sono gli stessi che litigano ancora oggi".
Al termine dell'intervento, tra gli applausi, Renzi e Civati si sono abbracciati sul palco.

Ascolta le parole di Civati:



Franceschini: "Come si fa a non dire grazie?" - Un messaggio di incoraggiamento inoltre è arrivato dal capogruppo Pd alla Camera Dario Franceschini: "Dalla Leopolda arrivano energie e idee che arricchiscono il Pd", scrive su Twitter. E aggiunge: "Come si fa ad avere paura anziché dire grazie?" (GUARDA IL VIDEO). Segnali di apertura anche da Sergio Chiamparino: "Iniziative come quella di Renzi possono arricchire il Pd se si apre un confronto vero", dice l'ex sindaco di Torino che si dice pronto a partecipare alle eventuali primarie.

Una sferzata indirizzata a tutta la sinistra arriva invece dallo scrittore Baricco, intervenuto proprio durante la kermesse organizzata dai rottamatori(ascolta l'audio): "La mia generazione è diventata conservativa; la sinistra, di cui io sono un esponente, è diventata quanto di più conservativo ci sia".

Tutti i video sulla convention di Matteo Renzi a Firenze

Leggi tutto